ENORMI BENEFICI POST-DIGIUNO E DIETA GRASSA PERUGINI BILLI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

NUOVO SOSTENITORE DELLA DIETA VEGANO-CRUDISTA

Salve Dr Valdo, Da poco sono venuto a conoscenza del suo bellissimo blog. Anche io sono, seppur da pochi mesi, un avido sostenitore della dieta vegano-crudista. Ho 34 anni, e adesso vivo meglio.

ELIMINATI I VIZI ROVINA-SALUTE

Ultimamente sono riuscito ad eliminare il caffè (la mia principale droga) e mangio saltuariamente un po’ di formaggio. In passato soffrivo di psoriasi ed eruzioni cutanee, da attribuire al mio stile di vita errato. Dormivo poco, bevevo 3 caffè al giorno, mangiavo carne (seppur pochissima e mai carni rosse), ed ero sempre fiacco. Anche se conoscevo i benefici di mangiare frutta e verdura cruda (la mia compagna lo è da anni), non riuscivo a fare a meno di quei vizi rovina salute.

UN DIGIUNO DURISSIMO MA E’ VALSA LA PENA

Ultimamente ho deciso di dare un taglio netto al passato (ammetto che è stato difficile soprattutto inizialmente. Le sue tesine sono state per me valida fonte di ispirazione e di coraggio, e ho fatto tre giorni di digiuno per purificarmi. Devo ammettere che sono stati i giorni più difficili della mia vita. Ho lottato e lo posso giurare, in preda a crampi, nausea e febbre, ma adesso, a distanza di qualche mese, sto avvertendo enormi benefici.

ERUZIONI CUTANEE FINALMENTE IN VIA DI RISOLUZIONE

Molte eruzioni che avevo sulle braccia e sulla schiena sono sparite, e altre si sono schiarite moltissimo! Non soffro più quel prurito micidiale che mi faceva abusare di creme deleterie che non risolvevano la causa!

RENELLA E DOLORI RENALI

Purtroppo soffro di renella (in entrambi i reni) e di dolori renali che mi affliggono tutt’ora. Non sono delle vere e proprie coliche, ma sono molto fastidiosi, e in passato mi hanno fatto abusare di antinfiammatori. Secondo lei, quanto può influire bere dell’acqua distillata? Come posso fare ad eliminarla? Ci può essere un collegamento con le eruzioni cutanee?

LA DIETA PRO-GRASSO E PRO-COLESTEROLO DEL DR PERUGINI BILLI

Volevo sapere inoltre se era a conoscenza di un certo Dott. Perugini Billi, specializzato in ayurveda e fitoterapia, e cosa ne pensa lei riguardo alle sue fantomatiche teorie. Questo dottore sostiene che mangiare grassi (quali burro, strutto, lardo, uova, pancetta), da sempre presenti nell’alimentazione umana, arrechi beneficio alla salute. Addirittura sostiene che i grassi saturi non siano causa di malattie cardiovascolari, anzi, che essi aiutino ad assorbire meglio le vitamine! Mentre una dieta povera di grassi non faccia vivere più a lungo.

IDIOZIE A FAVORE DELL’AMICO MACELLAIO?

Non le sembra strano che un “naturopata”, il quale dovrebbe in primis dare il buon esempio, possa scrivere tali idiozie. Sarà solo questione di marketing per vendere i suoi libri, o forse ha un amico macellaio che a causa della crisi economica dovrà chiudere i battenti. Cordiali Saluti.
Alessandro

*****

RISPOSTA

IL GIOGO DELLA CAFFEINA

Ciao Alessandro, Complimenti per la determinazione con cui hai superato il momento più difficile della fase eliminativa. Da quello che mi dicono diversi digiunatori, il distacco dal caffè comporta davvero qualche sofferenza in più, a riprova del carattere altamente dopante della caffeina. Ovvio che la fase di scarico tossine non è finita lì. La detossificazione procede a ondate e con buon ordine, essendo gestita dall’intelligenza interna del corpo, ovvero dal sistema immunitario. Risolta la questione caffeina, sta ora corrodendo e disgregando progressivamente i calcoli che si erano formati ai reni e probabilmente alla cistifellea.

ORA SEI NELLA FASE DISGREGATIVA DELLE PIETRE RENALI

L’accumulazione di calcoli è silenziosa, mentre la disgregazione si fa sentire. Chi crede di risolvere le calcolosi con gli ultrasuoni non sa i rischi che corre. Non è la prima volta che mi informano di calcoli frantumati in zona fegato che vanno a formare altri calcoli in zona renale. La natura procede lenta e per gradi, polverizzando i calcoli ed espellendoli in progressione.

DUE PAROLE SUL FORMAGGIO E SUL FAT INSTINCT

Se c’è un periodo dell’anno dove il “fat instinct” (l’istinto e la voglia di grasso) si fa sentire, questo è proprio il momento presente, i giorni cosiddetti “della merla”, caratterizzati da punte di freddo e di gelo. La parola “tendenziale” che uso nella mia dieta è riferita al crudismo e non al veganismo, per cui qualche compromesso con la cottura intelligente viene accettato (patate, zucche, cavolfiori, cavolini, legumi, cereali integrali, pasta integrale e pizza sottile). Tuttavia, in questi giorni si potrebbe concedere qualcosa di “animale” a chi non ce la fa.

IL FORMAGGIO A CRUDO DELLE MALGHE COME

Questo qualcosa è sicuramente il formaggio a crudo delle malghe, stile i tomini di Saluzzo e simili. Ogni regione d’Italia ha le sue specialità. La bontà gustativa di questi prodotti è innegabile. Il formaggio è poi il massimo come stronca-fame, tutti lo sappiamo e lo possiamo sperimentare. Spalmarlo o affettarlo sul panino vegano con tante foglie verdi e il peperone, la melanzana, il pomodoro secco, il carciofino e le noci, diventa qualcosa di accattivante e di delizioso.
Chi sa usare i semini, i lupini, i cereali integrali, le mandorle e tutto quanto la natura ci offre, non ha bisogno di pensare al formaggio, al dolcetto e al salatino, questo è poco ma sicuro.

IL RISCHIO DEL REINSERIMENTO CASEINICO

Ovvio che ci sono due considerazioni da farsi. Primo, non è facile tenere sotto controllo queste abitudini, per cui si rischia di reinserire il latticino nella dieta, e questo non va bene. Stroncare la fame con la caseina che incolla i villi e acidifica il sangue non è mai un’operazione sana ma solo un’operazione di gusto irresistibile per il grasso e per l’alimento concentrato che supplisce a carenze caloriche da clima e da errori precedenti, da fame cellulare arretrata che bussa al sistema immunitario chiedendo compensazioni. Tipici sono i tuffi notturni nel formaggio o nella nutella.

ENORME DIFFERENZA TRA ANIMALI LIBERI E FELICI E ANIMALI TORTURATI E GIUSTIZIATI

Secondo, c’è il discorso dell’armonia e dell’etica animalistica. Sapessi che gli ovini, i caprini e i bovini che ci regalano tali prodotti vengono rispettati e premiati, concedendo loro almeno il diritto sacrosanto a vivere, potrei accettare anche per me medesimo qualche piccolo strappo alla regola. Consumare il formaggio di animali che brucano l’erba felici e spensierati nei prati di montagna è cosa assai diversa del mandar giù il formaggio di povere anime torturate e magari già sottoposte alla legge del macello.

A FEBBRAIO UN OCCHIO SI PUO’ ANCHE CHIUDERE

In ogni caso, qualche piccolo compromesso stagionale può anche essere previsto e non mette in discussione lo status virtuale di vegani, soprattutto se il tutto viene fatto con coscienza ed entro i limiti sopra descritti. Non è il cedimento casuale o il compromesso casuale che contano, quanto la coerenza in linea generale. I sensi di colpa vengano quando hanno seria ragione di essere, e non su queste banalità. Trovassi un vegano costretto a passare una vacanza in un iglù della Lapponia, e con in tasca del baccalà, non troverei argomenti per criticarlo.

PURTROPPO ESISTONO ANCHE LE FOLLIE DIETOLOGICHE

Quanto alla dieta Perugini Billi, è in perfetta linea ed armonia con Atkins, con la Zona, coi Gruppi Sanguigni, con la Mediterranea Moderna, la Lemme, la Dukan, la Montignac, la Albanesi, la Tisanoreica e le altre demenze dietologiche chiamate low-carb (a bassi carboidrati). Diete anti-vita, diete cioè basate sul dare al motore una benzina totalmente diversa da quella giusta stabilita dal costruttore. In pratica si tratta di forzata e innaturale denutrizione, con ovvia perdita di peso e di salute, con resistenza alimentare concessa dagli integratori e dai caffè, e con accumulo nel corpo di pesante stock tossico che nei mesi a venire produce grande sete e ripresa del peso perduto.

UN IMMONDEZZAIO GIA’ STRONCATO DA TEMPO NEL PAESE D’ORIGINE

Tutto questo immondezzaio è stato già smentito, demonizzato, sconfitto da 10 anni nella patria di origine che è l’America. Stroncato non solo dalla gente che conta, ma persino da tutte le autorità mediche. Continua a trovare ignari babbei, anche in abbondanza, nelle colonie e nelle periferie del mondo. Mi rendo conto di essere assai duro con gli avversari e di generare così dei sentimenti negativi, cosa che vorrei evitare. Ma lo faccio a fin di bene, per evitare che la gente cada nei tranelli e venga poi a piagnucolarsi addosso. Lo schema nutrizionale che propongo, quello vegano tendenziale crudista, è realistico, ha 3000 anni di vita, è adattabile e personalizzabile, non è affatto estremista e fanatico, non presenta alcun rischio e alcun effetto collaterale negativo.

UNA DIETA PRO-GRASSO IN ANTITESI CON LO SCIBILE, L’ESPERIENZA E LA LOGICA

Una originalità e un andare controcorrente. Ma anche un’autentica follia, mi perdoni il dr Perugini Billi che non conosco. Una dieta la sua in antitesi totale col disegno gastrointestinale umano. In antitesi non solo con le cliniche igienistiche di Alec Burton (Australia), di Frank Sabatino e Ralph Cinque (USA), ma in particolare con le due cliniche private non-igienistiche di maggior successo mondiale (70 mila guarigioni in 25 anni), quali sono i Pritikin Longevity Centers di Miami (Florida) e Santa Monica (California), diretti dal dr Robert Pritikin, figlio di Nathan Pritikin, il leader mondiale della lotta al grasso.

GENTE CHE ENTRA IN CARROZZINA ED ESCE CORRENDO SULLE SUE GAMBE

“The kind of diet and lifestyle that could save all of us from the epidemic of cardiovascular disease which ravages our country” (Il tipo di dieta e di stile di vita che potrebbe salvarci tutti dall’epidemia di malattie vascolari che sta mettendo in ginocchio l’America), ha dichiarato William Castelli, medical doctor del Framingham Cardiovascular Institute, a proposito di quanto sperimentato di persona ai Centri della salute Pritikin.

GLI OMEGA-3-6-9 DI TIPO NATURALE E NON ITTICO SONO INDISPENSABILI

I grassi polinsaturi chiamati anche vitamina F o se vuoi Omega-3-6-9, o prostaglandine, sono sicuramente necessari nell’alimentazione umana. Vanno dunque inclusi e si trovano abbondanti e completi, e soprattutto digeribili ed assimilabili, in tutta la frutta da guscio, nelle leguminose (specie germogli di soia ed alfa-alfa, specie nei lupini), specie nei semini vari e negli oli di oliva-sesamo-lino-vinacciolo-mais estratti a freddo.

SERVONO SETACCI DALLE MAGLIE SOTTILI E ACCURATE SELEZIONI

Chi ricorre invece agli Omega-3 da integrazione ittica farebbe invece bene a leggersi miei articoli come “Il pianeta pesce e gli Omega-3” del 13/2/09, “David Servan-Schreiber, il guru degli Omega-3“, dell11/8/11, “Ubriachi di zona, di eicosanoidi e di sangue marino”, del 7/10/09 e “Omocisteina Barometro funzionale del corpo umano“. Quanto a Internet, è come un mercato arabo. Ci trovi davvero di tutto. Occorre usare buoni setacci selettivi ma soprattutto testa e cuore, cuore e testa, spirito di ricerca-verità, scienza e non ciarlataneria medica o anti-medica, scienza libera e non legata alla promozione commerciale di qualche prodotto, o alla difesa di grossi interessi precostituiti.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x