ARTROSINOVITE BENIGNA ALL’ANCA DESTRA E CRISI MOTORIA IN BIMBO DI SEI ANNI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

COMPLIMENTI PER IL SUCCESSO DELLA CONFERENZA A SPINEA

Buon di! Sono venuto con mia moglie alla conferenza di Spinea-Venezia da lei tenuta 10 giorni fa, e mi complimento per il successo, nonché per la tesina “Cibo per la vita“, dell’11/2/12. Da gennaio stiamo transitando al vegano/crudismo sia per noi che per la prole. I nostri bimbi però sono all’asilo a pranzo e lì non riusciamo ad alimentarli di sola frutta e verdura. Abbiamo già notato dei miglioramenti dei nostri stati di salute. Oggi però siamo al pronto soccorso con Samuele, il nostro piccolo di 5 anni e mezzo.

DOLORE INGUINALE, DIFFICOLTA’ A REGGERSI E PROPOSTE MEDICHE

Stanotte si e’ svegliato accusando dolore nella parte inguinale. Non riusciva e non riesce tuttora a mettersi in piedi. Hanno eseguito una ecografia diagnosticando un versamento in prossimità’ della giuntura dell’anca. Per loro e’ di origine virale. Ci hanno prescritto antinfiammatori, ma noi non saremmo dell’idea di avvelenarlo. Basta il riposo? Possiamo dargli frutta e verdura? Spero le possa rispondere. (PS. Veniamo a sapere all’ultimo momento che la diagnosi aggiornata è quella di “artrosinovite benigna all’anca destra”).
Claudio

*****

RISPOSTA

IL PROTOCOLLO MEDICO E’ UNO SOLTANTO

Ciao Claudio! Origine virale? Che significa? Forse dei mostri atterrati da Marte con astronave sulla spiaggia di Iesolo? Questa è la solita visuale virologica, carica di monattismo e di terrore. Chiedo scusa per le battute. I medici fanno comunque il loro dovere professionale e seguono precisi protocolli. Non possono mica mettersi a fare polemiche sul fatto che una patologia sia davvero virale o no. Trovano virus in eccedenza e la qualificano come virale, trovano batteri in eccedenza e la definiscono batterica, non trovano niente e la definiscono auto-immune, idiopatica o criptogenetica. Se vanno fuori da questo schema lo fanno a proprio rischio e pericolo.

GLI ACCUMULI VIRALI SONO ALL’ORDINE DEL GIORNO SPECIE D’INVERNO

Per la scienza igienistica naturale, se c’è presenza abnorme di virus, si tratta di detriti cellulari personali accumulati con il vivere precario di questo pesante inverno freddo-umido, con niente sole, poco movimento, cibi stanchi e tanta aria viziata. Accumulati perché il sistema immunitario ne aveva troppe di mansioni da fare tra leucocitosi digestive, acidificazioni, putrefazioni, sbalzi termici e tutto il resto. Ogni indebolimento generale del corpo porta a pigrizia linfatica, precaria alimentazione cellulare e precaria pulizia cellulare, con inevitabili accumuli virali.

IL FRENO A MANO TIRATO

Il vostro bimbo sta probabilmente viaggiando con sangue denso e con leggere insufficienze epatiche, renali ed intestinali. Sta in pratica marciando col freno a mano tirato. Questa crisi è un segnale da raccogliere. Sangue denso significa infiammazioni dovunque esso transita. Ma i farmaci antinfiammatori hanno tre grossi difetti. Primo colpiscono il sintomo(cosa sbagliata), secondo non vanno ad intaccare la causa infiammatoria (cosa tragica), terzo comportano effetti collaterali (cosa autolesionistica).

IL RIPOSO E LO STOP AL CIBO LO RIMETTERANNO VELOCEMENTE IN CARREGGIATA

Pertanto mettere a riposo il bambino in letto caldo e stanza aerata, fargli bere acqua a piccoli sorsi per una giornata e poi passare al succo di arancia e alla frutta, ed anche al centrifugato di carote-sedani-ananas (o mele). Lasciarlo tranquillo e chiedergli di respirare profondo e di rilassarsi, muovendo sempre come esercizio nervi e muscoli di mani e piedi, per movimentare la circolazione linfatica. Questo per tutto il tempo necessario a riprendersi (3-4 giorni massimo). Un cataplasma notturno di fango sull’addome, potrà togliere surriscaldamento e ridare più sprint e meno anemia alla circolazione periferica.

DIAMO CREDITO ALLA ENORME FORZA RECUPERATIVA DEL BAMBINO

Tutti i versamenti e i fenomeni del corpo sono atti equilibranti del sistema immunitario. Non bisogna contrastare con nulla, ma mettere il bambino nelle condizioni migliori per riprendersi. Nessuno al mondo può in questi casi impostare una cura migliore di quella dell’auto-guarigione. Sia l’alimentazione, che le cure mediche a contrasto, rappresentano pericoli concreti.

OCCORRE CONVINZIONE IGIENISTICA E FORZA MORALE

Febbre, vomito, versamenti, rappresentano momenti auto-riparatori, e la non-cura del sintomo è priva di pericoli. Chiaramente occorre preparazione igienistica e forza morale per far fronte alle inevitabili pressioni mediche per fare qualcosa e per dargli qualcosa. Non sto qui a ripetere la tiritera sulle responsabilità legali che non mi competono in quanto non sono medico e non ho strutture protettive alle spalle. Questo è quanto mi impone di trasmettere, in modo coerente e trasparente, l’igiene naturale.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

29 commenti

  1. fabio fontana on

    Klaus, perché dovrebbero usare i FANS? Esponi dettagliatamente i motivi e relativi vantaggi per cui dovrebbero seguire il tuo suggerimento anziché il percorso igienistico, altrimenti il tuo rimane solo un parlare a vanvera, un lanciare il sasso e nascondere la mano.

  2. Probabilmente perchè "Lancet", "Nature" e "scientific american" sono dominate dalla lobby dei medici allopatico/carnivori! Meno male che c'è Vaccaro, il nuovo Pasteur! Chissà come mai nessuno lo ha ancora insignito del premio Nobel? Forse perchè è un falso?

  3. Ah, quindi se uno ha degli stati infiammatori come ad esempio la gola infiammata allora giù di farmaci anti-infiammatori e cortisone?
    Se uno si procura un graffio con conseguente infiammazione locale deve prendere anti-infiammatori e cortisone?
    Sarò stupido io allora, che in tutti i mal di gola e in tutti i graffi (di qualsiasi tipo) che mi abbiano infiammato la zona del graffio non ho mai fatto ricorso ad alcun farmaco. Evidentemente devo essere un miracolato ad essere ancora qui.
    http://www.youtube.com/watch?v=3pW1d9RjqPY

    Qui, questo pediatra dice che tale disturbo si risolve SPONTANEAMENTE nel giro di pochi giorni, e che al limite gli anti-infiammatori servirebbero se la cosa si facesse insopportabilmente dolorosa.
    http://www.mammaepapa.it/salute/p.asp?nfile=sinovite_dell_anca

    Poi il cortisone non è che sia innocuo, eccone gli effetti collaterali:
    iperglicemia, ritenzione di liquidi, aumento di peso, ritardo della crescita, osteoporosi, aumento della peluria, acne , ulcera gastrica e riduzione delle difese immunitarie .
    http://www.medicinaecologica.it/Cortisone%20benefici%20e%20danni.htm
    http://www.pharmamedix.com/principiovoce.php?pa=Cortisone&vo=Effetti+collaterali
    Come diamine si fa a prescrivere con tanta leggerezza del cortisone e degli antiinfiammatori, specie per un disturbo che noralmente si risolve spontaneamente, visti i danni che possono creare???

  4. …perchè è notorio che gli effetti collaterali dei cortisonici si verificano solo nelle terapia croniche, mentre la somministrazione in acuto è praticamente scevra di effetti avversi. gli effetti collaterali che trovate scritti nei foglietti vanno interpretati e contestualizzati.

    quanto alla gola infiammata, spesso assumere un antiinfiammatorio per qualche giorno risolve il quadro e consente di evitare l'antibiotico.

    quanto al graffio, chiaramente si tratta di un'infiammazione topica e non sistemica(a meno che ne derivi una sepsi), pertanto non è necessario alcun trattamento anti-infiammatorio.

    è più chiaro?

  5. Rachele, ma se non c'è bisogno di prendere cortisone e fans dato che la cosa si risolve spontaneamente in pochi giorni, perchè allora dire "non dare retta a Valdo ed usa i FANS!", quando i pediatri stessi dicono che non serve prendere nulla e di mettere a riposo il paziene (ossia la stessa cosa che ha detto Valdo Vaccaro)?
    Manco degli informatori farmaceutici hanno questa foga di propinare farmaci!

    Quanto alla gola, io ho sempre risolto senza antibiotici e senza fans, e in un paio di giorni.
    Perchè dunque consigliare fans o antibiotici, se la cosa è risolvibile benissimo senza alcun farmaco?
    Chi me lo fa fare di assumere farmaci, con eventuali danni al mio organismo causati da essi, quando posso guarire spontaneamente?

  6. fabio fontana on

    Allora, adesso che Klaus ha completato il proprio ragionamento, è necessario ricordargli alcune cose.

    Punto numero uno: I consigli si danno quando richiesti. Peccato che a Klaus non lo abbia interpellato nessuno. Intrufolarsi nei Blog altrui e tentare di imporre a qualcuno il contrario di quanto suggerito da altri denota arroganza e una certa dose di sfacciataggine. Peraltro è da notare che nel caso specifico, Claudio ha dichiarato esplicitamente di voler evitare l'uso di farmaci per suo figlio; Klaus pretenderebbe invece di imporre a Claudio a fare il contrario. Quello che manca a Klaus è il rispetto per il prossimo oltre che alla buona educazione. Egli non ha la minima considerazione degli altri e delle loro libere scelte.

    Qui abbiamo un padre che è stato messo di fronte a due opzioni, e lui soltanto insieme alla moglie devono essere lasciati liberi di poter decidere il da farsi. Conseguentemente l'atteggiamento di ogni spirito democratico dovrebbe essere quello di consentire che questo accada senza imposizioni di sorta, che ricordano tanto l'olio di ricino dei tempi passati.

    La libertà individuale è sacra e inviolabile, ognuno è responsabile di se stesso e della propria salute. Testimoniare a favore delle terapie medico-farmacologiche è più che legittimo, tentare di sostituirsi agli altri nell'assunzione delle proprie decisioni è una prevaricazione e un atto di arroganza. La salute è il bene più prezioso che c'è e ognuno deve essere lasciato libero di scegliere in che modo mantenerla.

  7. Caro Fabio, hai fatto un pò di confusione. Sei libero di rifiutare la medicina ufficiale solo e soltanto per TE STESSO, non per un figlio minorenne. Il figlio minorenne deve essere curato con medicinali e cure di comprovata efficacia (no, i frullati di sedano, carote e mele non lo sono), poi sarà lui da maggiorenne a decidere come curarsi.

    Altrimenti si giustificano quelli come i mormoni (che preferiscono vedere un figlio morto piuttosto che autorizzare una trasfusione) o tizi come questi: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/05/18/visualizza_new.html_1793940334.html

  8. "Il figlio minorenne deve essere curato con medicinali e cure di comprovata efficacia"

    Qualcuno mi spieghi:
    – quali sono i farmaci che CURANO con efficacia
    – cosa si intende per curare

    No, perchè se per curare e per efficacia intendiamo ad esempio i farmaci per i diabetici, tutto si può dire tranne che un diabetico guarisca (quando in realtà è schiavo a vita dei farmaci) e che ci sia efficacia (quando invece il diabete permane a vita, invece di essere debellato).
    Idem per altre patologie, che ne so… un parkinsoniano guarisce grazie alla levodopa o è invece che prende farmaci a vita che attenuano i sintomi senza però guarire il paziente dal parkinson (tra l'altro le dosi col tempo si fanno sempre più pesanti e si è anche costretti ad aggiungere altri farmaci, cosicchè il fegato va a farsi benedire e la lucidità mentale pure, e lo so bene avendo un parente parkinsoniano che a causa dei farmaci che assume ha ilfegato in pappa, la prostata idem e soffre spesso di allucinazioni causate dai farmaci, non è edificante vederlo parlare e gesticolare da solo convinto di avere un interlocutore davanti a sè)?
    Un cardiopatico guarisce o è invece che deve prendere i farmaci a vita senza debellare la sua patologia?
    Un sofferente di colesterolo alto?
    Un sofferente di artrite?

    Qual è questa comprovata efficacia dei farmaci nel curare, se il soggetto passa il resto della sua vita a suon di farmaci e pastiglie varie?
    Cos'è, la guarigione è prevista dopo 150 anni di utilizzo dei farmaci? 200? 300?
    Quando uno può dirsi curato e guarito efficacemente grazie ai farmaci?
    Conoscete qualcuno che grazie ai farmaci è stato curato e guarito dai suoi disturbi?
    Io no, conosco solo tanta gente che continua a passare le ore nelle sale d'attesa degli ambulatori medici per farsi fare le ricette per i farmaci, ogni settimana, ogni mese, ogni anno,anno dopo anno.
    Se ci fosse questa tanto comprovata efficacia, perchè questa condanna a prendere farmaci a vita?
    Se uno guarisce, non ha più bisogno di farmaci.
    Se uno continua a prendere farmaci, significa che non guarisce.
    Tiene forse a bada i sintomi, questo sì, ma non guarisce.
    Non viene curato.
    Sbaglio?

  9. Si, sbagli. Molte malattie hanno un loro decorso, molti farmaci agiscono direttamente sulle cause e le eliminano (vedi antidolorifici, antinfiammatori e antibiotici). Ad esempio, una sifilide o un'epatite erano MORTALI, adesso si curano velocemente ed efficacemente.

    Ci sono condizioni croniche che richiedono farmaci a vita, ma l'alternativa è la morte o l'invalidità. Prima della "medicina ufficiale" il diabete era una condanna a morte. Prova a chiedere al diabetico se preferisce la "schiavitù verso le medicine" a vita o crepare, la risposta sarà sempre la stessa…

  10. Comprendo le preoccupazioni di Antoine, Klaus e Rachele. In giro ci sono parecchi ciarlatani e la notizia ANSA postata da Antoine ne è purtroppo l'ennesima prova. Valdo però non direbbe mai di interrompere l'insulina bruscamente per sostituirla con integratori; non lo farebbe perchè dotato di buon senso, capacità deduttiva e onestà intellettuale, al contrario di tutti coloro che non accettano tutto ciò che non è stato pubblicato su Lancet o Nature. Valdo è un falso? Cosa vuol dire? Che Tilden, Shelton, Lezaeta ecc ecc hanno raccontato balle per 150 anni? Un po' troppo per essere falso, non trovate?

    "Il figlio minorenne deve essere curato con medicinali e cure di comprovata efficacia"
    Cosa s'intende per cura? Soppressione del sintomo e accumulo di veleni? Ahhh ok, allora sì, è tutto comprovato.

    Ma che ci state a fare su questo blog? A fare debunking per qualche casa farmaceutica? Che ragion d'essere ha la vostra presenza? Cercare di salvare i poveri sprovveduti raggirati da Valdo il Ciarlatano?
    Sarebbe accettabile, come dice Fabio Fontana, una testimonianza a favore delle terapie medico-farmacologiche in caso di reale desiderio di confronto, spinti dal dubbio, dalla curiosità, ma anche così, caro Fabio, mi domando se a questo punto avrebbe senso. Dopo migliaia di tesine l'essenza dell'igienismo dovrebbe essere chiara ma il post di Rachele evidenzia purtroppo il contrario.

    Gestire un blog del genere non è facile, soprattutto in questi ultimi mesi, ma certi commenti non sono accettabili. Vengono fatti da persone appena arrivate che non hanno idea di cosa sia l'igiene naturale. Provate ad iscrivervi ad un blog di medicina e consigliare frullati, vediamo un pò se vi bannano o se vi rispondono che l'efficacia della spremuta non è stato pubblicata su Lancet (in realtà ho sbagliato esempio perchè Cambridge 2000 c'e' su Lancet 😉 ). Temo sia molto più probabile la prima ipotesi.

    Ecco un altro post, stavolta di Antoine, dove si evidenzia la totale mancanza di principi igienistici. Sifilide, epatite… Vi prego, prima di scrivere qualsiasi altra cosa cercate di farvi un minimo di cultura igienistica. Fatelo per voi (e anche per noi, eviteremmo volentieri certi commenti)!

  11. "molti farmaci agiscono direttamente sulle cause e le eliminano (vedi antidolorifici, antinfiammatori e antibiotici)"
    Agiscono sulle cause?
    Un antidolorifico agisce su cosa?
    Il dolore cos'è? E' un segnale del corpo che ci dice che qualcosa non va. Un antidolorifico cosa fa? Semplicemente "addormenta" le connessioni nervose che permettono di percepire il dolore, allo stesso modo in cui un moment fa passare un mal di testa senza però eliminarne le cause. Se dopo una sbronza ho mal di testa (= momentaneo stato di intossicazione) il moment non è che mi fa sparire le cause dell'intossicazione, ma si limita ad impedire/disattivare i meccanismi che mi fanno percepire il dolore.
    Con, in aggiunta, il pericolo che uno sentendosi nuovamente bene possa il giorno dopo dire a sè stesso "Ah, finalmente… ora posso bermi un'altra birra" (fidati, conosco gente che fa così) aumentando l'intossicazione (aumentata tra l'altro dal moment stesso, quindi bella mazzata per il fegato!)
    Un anti-infiammatorio cosa fa?
    Qual è la causa di un'infiammazione?
    Poniamo un bruciore di stomaco causato da pessima alimentazione: l'anti-infiammatorio elimina le cause irritanti delle mucose, ossia il prodotto derivante da fermentazioni indesiderate in loco con produzione di acidi? Oppure anche in questo caso si limita a "sedare" l'infiammazione in corso senza però eliminarne le cause (sostanze irritanti generate da cattiva alimentazione)?
    E gli antibiotici?
    Eliminano la causa? E qual è la causa? Prendere un antibiotico per il mal di gola elimina le cause del mal di gola? O solo ne attenua i sintomi?

    “Ci sono condizioni croniche che richiedono farmaci a vita, ma l'alternativa è la morte o l'invalidità.”
    Ok, ma anche in questi casi i farmaci non eliminano la malattia, ne attenuano i sintomi.
    Quando invece un cambio radicale di alimentazione e di abitudini farebbero ben di più, se solo il soggetto fosse disposto al cambiamento, cosa che raramente si verifica, dato che piuttosto che abbandonare i manicaretti, i sughetti, le laute mangiate preferisce passare il resto della vita convivendo coi suoi problemi di salute e con i farmaci, che bene non fanno e anzi aggiungono altri problemi di salute coi loro effetti collaterali.

    “Prima della "medicina ufficiale" il diabete era una condanna a morte.”
    Volendo essere cinico e squallido, potrei dire (come leggo spesso nei vostri siti) che è la natura che fa il suo corso attraverso la selezione naturale e che non va ostacolata in questo, che chi se la va a cercare se l’è voluta e cose simili.
    Se prima era una condanna a morte, ora è una condanna a una vita di torture, di iniezioni giornaliere, di punture giornaliere ai polpastrelli per misurare la glicemia ecc…
    Sarei curioso di sapere quanti tra i diabetici sono vegani igienisti.

    “Prova a chiedere al diabetico se preferisce la "schiavitù verso le medicine" a vita o crepare”
    E grazie tante, di fronte alla prospettiva della morte sfido chiunque a scegliere qualsiasi altra alternativa!
    Ma di sicuro un diabetico non credo sia felice di dover vivere come vive.

  12. Pardon, nella penultima frase ho dimenticato un "non", volevo scrivere "sfido chiunque a NON scegliere qualsiasi altra alternativa!".

  13. fabio fontana on

    Sono ben lieto dell'intervento di Antoine, che per coerenza sarà anche uno degli ultimi suppongo, essendo che il 99% di coloro che si informano presso questo Blog lo fanno per se stessi ed hanno superato brillantemente la maggiore età. Peccato che sino ad ieri, Antoine non abbia affatto dimostrato di possedere quella tolleranza che oggi tanto ipocritamente ostenta verso coloro che desiderano comportarsi come liberi cittadini in uno Stato di Diritto. Ma come si dice meglio tardi che mai, a dimostrazione del fatto che ogni tanto rinfrescare la memoria non guasta. E può esserne sicuro il nostro amico, che la maggior parte di coloro che raggiungono la maggiore età rifiuteranno di curarsi con certa medicina, viste le cronache di malasanità che vengono a galla ogni giorno.

    La questione sollevata. La vicenda riguarda una coppia seria e responsabile, che ha agito in maniera ineccepibile. Costoro si sono rivolti ad un medico, il quale ha prescritto degli antinfiammatori. La legge prevede che solamente laddove sussistano rischi per la vita di qualcuno, sia necessario il ricovero coatto ed una eventuale terapia d’urgenza. Non è il nostro caso, quindi il problema non sussiste. Qui siamo di fronte a qualcuno che si assume le proprie responsabilità di genitore e preferisce optare per una soluzione che non contempli l’uso di farmaci in una situazione di non emergenza. Fanno bene? Fanno male? Rischiano? Sono questioni private, a meno che Antoine non desideri controllare tutte le famiglie italiane con prole, e verificare che seguano alla lettera le disposizioni del medico curante. Rimane un mistero su quali siano le ragioni che lo spingono a preoccuparsi tanto di certe faccende. Cosa interessa a lui se qualcuno decide di adottare l’uso di medicinali di efficacia comprovata oppure no? Vuole forse insegnare agli altri come fare i genitori? Pensa forse che quei genitori non siano abbastanza preparati? Se davvero pensa questo abbia almeno il coraggio di dichiararlo. La responsabilità medica finisce laddove comincia quella di ogni genitore, il quale ha pieno titolo di decidere per i propri figli.

    Antoine compie spesso una mistificazione, egli afferma cioè che l’igienismo proponga metodi di cura. Egli mente sapendo di mentire quando mette in competizione un farmaco con una mela, facendo credere a chi lo legge che la mela costituisca il farmaco alternativo a quello ufficialmente riconosciuto come tale. Niente di più falso. L’igienismo propone la cura della non cura, affidando esclusivamente al sistema immunitario la capacità intrinseca di auto-guarire. Antoine non ci crede? Mi dispiace per lui ma deve farsene una ragione, lui come altri. Questa sua diffidenza peraltro, non lo autorizza affatto a denigrare costantemente gli altri utenti, in spregio alle più elementari regole del rispetto e della buona educazione. Il problema di Antoine e di altri è che non sanno controbattere alle teorie igieniste, non le accettano, le osteggiano, ne fanno un caso personale, non sopportano che qualcuno le divulghi e che qualcun altro le segua.

    L’elemento più importante di questo Blog, che viene sistematicamente ignorato, sono le testimonianze di coloro che dalla pratica igienistica hanno tratto enormi benefici. Persone che hanno nettamente migliorato la qualità della loro vita e altre che, dati alla mano, hanno visto regredire fino a scomparire determinate patologie. Questa è la verità incontrovertibile che chiunque di noi ha il dovere sacrosanto di rispettare. Queste testimonianze mettono in secondo piano qualunque statistica o studio scientifico, qualunque manuale di medicina, qualunque teoria, perché qui ciò che conta è la prova sul campo. Non è affatto l'igienismo in se che deve fornire risposte, ma piuttosto gli scettici a dover fare un bagno di umiltà aprendo i loro orizzonti mentali e ponendosi degli interrogativi.

    A proposito. In questi giorni ho sofferto di tosse, mal di gola e raffreddore, non ho assunto farmaci e sono guarito completamente, sarà grave?

  14. (moderatore) @fabio fontana: Ciao fabio, complimenti per lo splendido commento!

    Purtroppo era finito inavvertitamente fra i commenti spam di blogger (non chiedermi con quale criterio blogger ha stabilito di agire così).

    Colgo l'occasione per invitare tutti gli utenti che non vedono pubblicati immediatamente i propri commenti (come dovrebbe accadere) ad inviare una segnalazione a "blogwebmaster@adiva.eu" invece di perseverare, con grande disappunto personale, nella ri-pubblicazione dello stesso commento.

    Abbiate solo un pò di pazienza. Grazie.

  15. Rispondo con piacere:

    Causare sofferenze inutili a un figlio impedendo l'accesso a farmaci antiinfiammatori è un atto di abuso che (se fosse vero) porterebbe entrambi i genitori in galera e l'affidamento del figlio ai servizi sociali. Che ti piaccia o no, la legge italiana è questa.

    Le testimonianze non valgono nulla, particolarmente quando sono post anonimi su un blog. Quando questi "miracolati" ricevono la richiesta di vedere una cartella clinica autenticata o altre prove SOLIDE di quello che dicono spariscono misteriosamente. Oppure dicono che "non devo dimostrare nulla a te". Mi ricordano quelli che affermano di essere guariti con l'imposizione delle mani…

    Tosse, mal di gola e raffreddore sono malattie benigne. Se il tuo organismo è sano è normale che spariscano da sole in pochi giorni.

    Dici che vaccaro non incoraggia a rinunciare ai farmaci: falsissimo! Ci sono un mare di articoli in cui incita a sospendere Eutirox o Metformina (facendo confusione tra diabete tipo 1 e 2), affidandosi a una fantomatica "capacità di autoguarire". Questa capacità è vera per il raffreddore, non per un pancreas distrutto dal diabete o per una tiroide piena di noduli.

    Infine, Gianlo, sono diabetico da una vita e conosco tanti diabetici. Ci sono tanti vegetariani o vegani, nemmeno un vegano igenista. Lo sai perchè? Perchè quelli che sospendono le medicine sul momento stanno bene per poi ridursi in uno stato pietoso dopo pochi mesi.
    Ne ho visti alcuni andare dietro a santoni e guaritori, quelli che non sono tornati dal medico sono MORTI. Forse è questa l'"auto-guarigione" di cui parla Vaccaro?

  16. Dimenticavo: controbatto alle teorie igeniste con questo. Se la medicina ufficiale è così sbagliata, come mai è riuscita a raddoppiare la speranza di vita alla nascita? Come mai tante malattie di cui solo 50 anni fa si moriva ora sono curabili velocemente e facilmente? Come mai le terapie moderne hanno aumentato moltissimo la speranza di vita e la percentuale di sopravvivenza ai tumori? Forse perchè la medicina ufficiale FUNZIONA e quindi l'igenismo è una balla?

  17. Antoine dal tuo ultimo post deduco che credi veramente col cuore in ciò che dici. Sei veramente convinto che la medicina ufficiale funzioni e che grazie ad essa sia aumentata l'aspettativa di vita. Evidentemente non hai cercato abbastanza in rete, oltre le solite fonti ufficiali. In quello che hai scritto a proposito dei diabetici c'e' una grande verità: nessun vegano igienista! Non basta essere vegani, magari per etica, bisogna sapere come abbinare i cibi, tendere al crudismo, curare la respirazione ecc ecc. Conosci qualcuno che abbia seguito tutto ciò per lungo tempo senza ottenere dei risultati? Trovami una tesina di Valdo dove ci sia scritto di sospendere dall'oggi al domani l'insulina. Non esiste! Spero che almeno ammetterai di conoscere qualche diabetico di tipo 2 guarito in pochi mesi dal diabete variando alimentazione e stile di vita. Credo di sì ma se così non fosse te ne posso presentare qualcuno, qualora avessi interesse a parlare con una di loro. A questo punto immagino che crederai anche nei vaccini…

    Approfitto per complimentarmi con Fabio per il suo commento e ringraziare il moderatore di questo blog. Cari lettori, qualche anno fa Vincenzo ha chiesto a Valdo di potergli creare il blog per poter divulgare l'igienismo naturale. Accettando, Valdo ha dato il via ad un radicale cambiamento della sua vita e di molte altre persone.

    Grazie grazie grazie!

  18. Antoine, rimane il fatto che Valdo Vaccaro non si è discostato di molto da ciò che il pediatra ha detto nel link che ho postato (che poi, andando a controllare, ho scoperto che il pediatra in questione ha riportato più o meno alla lettera quanto scritto su un libro di pediatria), in cui si dice appunto che la cosa si risolve spontaneamente in pochi giorni con un po'di riposo.

    "Dici che vaccaro non incoraggia a rinunciare ai farmaci: falsissimo!"
    Forse qui stavi rispondendo a Fabio Fontana…ma rispondo ugualmente: il punto di vista di Valdo Vaccaro sui farmaci, in sintesi, è questo: vanno eliminati gradualmente, parallelamente alla detossificazione del corpo, e non di punto in bianco (il che causerebbe, come successo, anche il decesso). Gli unici farmaci che Valdo salva sono quelli "d'emergenza", quelli "salvavita", se mi sbaglio Valdo Vaccaro (o chi per lui) mi correggerà.

    "Ci sono un mare di articoli in cui incita a sospendere Eutirox o Metformina"
    Sì, ma sempre in modo graduale e mai di colpo.
    E se leggi le testimonianze, potrai notare come chi ha seguito i consigli igienisti sull'alimentazione ha potuto smettere di prendere i farmaci per la tiroide.

    "sono diabetico da una vita"
    Ecco, già questa frase dovrebbe farti riflettere sull'efficacia della medicina: sei ammalato da una vita e non guarisci.
    Se leggi le testimonianze (con tanto di nome e cognome), puoi vedere che molti diabetici hanno avuto enormi benefici dall'alimentazione igienista, con tanto di finale addio ai farmaci.
    Se poi non ci credi sei libero di pensarla come vuoi. Dopotutto, anche la medicina ufficiale in caso di diabete consiglia:
    – di andarci piano coi cibi animali
    – di abbondare in frutta e verdura.
    Sono consigli di salute che ormai anche i sassi sanno.

    "conosco tanti diabetici. Ci sono tanti vegetariani o vegani"
    Strano che tu conosca così tanti vegetariani e vegani. Ne conosco a malapena 4-5 io che sono "del giro", mi sorprende ogni volta come voi che non lo siete ne conosciate così tanti…

    "Ne ho visti alcuni andare dietro a santoni e guaritori"
    Valdo vaccaro non è un santone nè tantomeno un guaritore, perchè (lo dice sempre) nessuno guarisce qualcuno, è il sistema immunitario il solo ad avere questa facoltà, sempre che non sia indebolito da farmaci, da cattiva alimentazione e via dicendo.

    "Se la medicina ufficiale è così sbagliata, come mai è riuscita a raddoppiare la speranza di vita alla nascita?"
    Forse perchè fino a pochi decenni fa si partoriva in casa senza le necessarie precauzioni igieniche, senza infermiere pronte a intervenire, in condizioni igieniche non proprio ideali?

  19. "Come mai tante malattie di cui solo 50 anni fa si moriva ora sono curabili velocemente e facilmente?"
    Curabili? Casomai oggi si convive a vita con tali malattie, che non vengono in ogni caso sconfitte. Sempre meglio che crepare, sì, ma non si può dire che si guarisca.

    "Come mai le terapie moderne hanno aumentato moltissimo la speranza di vita e la percentuale di sopravvivenza ai tumori?"
    Mah, io non vedo tutta questa speranza di vita e questa percentuale di sopravvivenza. I tumori continuano a mietere vittime comunque, nonostante le cure e spesso anche a causa di esse, visto che le cure stesse sono devastanti e a base di farmaci con effetti cancerogeni essi stessi. Di quanto si allunga in media la speranza di vita con le cure? Di 5 anni? Allora tanto vale non curarsi, dato che un malato di tumore ha la stessa speranza di vita non curandosi, e magari se ne va in modo meno atroce, senza le devastazioni chemioterapiche e radioterapeutiche.
    Che io sappia, la chemio funziona bene nelle leucemie, ma per il resto…

    "Forse perchè la medicina ufficiale FUNZIONA e quindi l'igenismo è una balla?"
    Sul concetto di funzionare tra medicina ufficiale e igienismo ci sono due visioni diverse, si agisce in modi diversi.
    Ad esempio, prendiamo un raffreddore: la medicina si prodiga per fermare il muco con vari farmaci o sciroppi, l'igienismo al contrario si prodiga per aiutare il corpo nell'espulsione del muco e non ostacolando questo processo di disintossicazione.
    Prendiamo i problemi gastrici: la medicina ti fa assumere farmaci antiacidi o altri farmaci, l'igienismo ti fa ripristinare le condizioni normali attraverso un cambio di alimentazione.
    Nel primo caso, le cause restano, nel secondo vengono rimosse.

    In fin dei conti, nessuno dice che la medicina ufficiale non funziona in toto, anch'essa ha fatto notevoli progressi, specialmente in campo chirurgico. Lo stesso Valdo, come detto, non è contrario a certi farmaci.
    Il fatto è che per la maggior parte delle patologie l'approccio è diverso, se non opposto, come ti ho fatto notare negli esempi che ho fatto.
    E l'igienismo è "in conflitto" con la medicina in tal senso: l'igienismo punta a ristabilire le condizioni ottimali di salute favorendo il sistema immunitario nel suo agire, non a mettere pezze con qualche farmaco laddove c'è un disturbo, che nella maggior parte dei casi non viene eliminato.
    Comprendo il vostro sbigottimento di fronte a certi punti di vista, è lo stesso che c'è da parte di chi mangia carne di fronte a una persona che dichiara di non mangiarne (e ancor di più di fronte a chi dichiara di non mangiare nemmeno i derivati animali), io stesso anni e anni fa non ritenevo possibile vivere senza carne e ti dirò di più, avevo rabbia e fastidio(al limite dell'odio) nei confronti dei vegetariani, perchè rovesciavano ciò che credevo essere normale. E la stessa cosa vedo che accade nei confronti dell'igienismo da parte di chi è convinto che per guarire servono farmaci e serve la medicina ufficiale. Per questo non mi stupisco delle reazioni indignate da parte vostra.

  20. (moderatore)
    Credo che con i post di Gianlo e Max (che ringrazio) questa discussione possa considerarsi conclusa.

    @Antoine: dici che le "testimonianze non valgono nulla", parli di "post anonimi":
    Se dovessi ragionare così potrei tranquillamente cancellare tutti i tuoi post "anonimi" (e sono tanti, molti dei quali anche discutibili)

    @Antoine: dici di conoscere alcuni che non tornando dal medico "sono MORTI"
    Ti ricordo che tra le principali cause di morte (i numeri sono spaventosi ma credo che statistiche ufficiali non ne esistano)
    vi sono quelle dovute a "cause iatrogene" (e non parliamo di menomazioni, lesioni o altre patologie gravi provocate dalle "malattie iatrogene").

    Il tuo punto di vista l'hai esposto chiaramante anche se diametralmente opposto a quello di Valdo.
    In altri blog non avresti avuto tutta questa libertà.
    Non credi sia arrivato il momento di lasciare spazio anche ad altre testimonianze?

  21. OK, Ok, un'ultima cosa prima di andarmene: sono quasi vegetariano da tempo, dato che il medico mi aveva consigliato una dieta vegetariana per abbassare la glicemia e l'emo glicata. Devo dire che ha funzionato veramente bene, ma non è certo la scusa per smettere i farmaci. Tutti i diabetologi consigliano un cambio di dieta IN AGGIUNTA AI FARMACI. Non crediate che Vaccaro abbia scoperto chissà cosa, i suoi consigli sono gli stessi di un diabetologo decente, a pare l'incitazione criminale alla sospensione delle medicine. Certe cose le si può raccontare a una casalinga in preda al panico, non a uno che frequenta da anni i gruppi di supporto per diabetici. I più svegli praticano dieta e medicine, alcuni dieta, medicine e pratiche alternative, gli scemi continuano a mangiare male e a prendere medicine, alcuni si credono di saperne di più del diabetologo/endocrinologo e smettono di prendere i farmaci. Non vi immaginate come si riducono dopo un pò…

  22. fabio fontana on

    Per il Moderatore

    Avevi dichiarato che la discussione fosse conclusa. Io l'ho interpretato come se fosse preclusa anche la possibilità di inviare altri post. Mi sono astenuto dal mandare il mio come controreplica, che facciamo?

  23. Metto anch'io il mio ultimo commento:
    "Tutti i diabetologi consigliano un cambio di dieta IN AGGIUNTA AI FARMACI."
    Questo perchè ci sono dei protocolli da rispettare, pena il rischio di radiazione dall'albo in caso di "uscita dai binari" prestabiliti. Come a mio padre, a cui l'oncologo prescrisse subito e senza alcun dubbio dei cicli di chemio per due presunti tumori solidi ai bronchi di circa 15mm di diametro l'uno, salvo poi alla successiva tac scoprire che erano spariti (meno male che fui io a frenare le cose evitando iniziasse la chemio, altrimenti avrebbe preso dei pesanti farmaci per nulla e magari poi, vedendo scomparsi i presunti tumori, l'oncologo avrebbe per giunta dato il merito ai farmaci!)

    "Non crediate che Vaccaro abbia scoperto chissà cosa"
    Esatto, Valdo Vaccaro non ha scoperto nulla, semplicemente si limita a riportare ciò che già si conosce nel campo igienistico (e anche della medicina per molti aspetti) da 100 anni e oltre.

    "a pare l'incitazione criminale alla sospensione delle medicine"
    Io credo che sia tutto fuorchè criminale, se l'eliminazione dei farmaci è possibile, come pare essere dalle testimonianze che giungono.
    https://www.valdovaccaro.com/sbalorditiva-guarigione-da-diabete-2-in/

    https://www.valdovaccaro.com/diabete-guarito-e-medico-sbalordito/
    https://www.valdovaccaro.com/risolto-il-diabete-lipertensione-e/
    Io personalmente ti auguro di poter sconfiggere il diabete e di ritrovare la salute, qualsiasi strada tu voglia prendere.
    Saluti.

  24. (moderatore) @fabio fontana: il mio era soltanto un invito. Siete liberissimi di continuare ; )

  25. Concedimi un altro commento: ne ho visti tanti autosospendersi la Metformina o l'insulina, sempre con gli stessi risultati. All'inizio si sta bene e hai la sensazione di migliorare. I valori di glicemia sembrano normalizzarsi. Il problema è quello che succede pochi mesi dopo, quando il pancreas non riesce più a tenere il passo con i carboidrati dell'alimentazione (particolarmente per chi mangia molta frutta). Nel giro di tre-sei mesetti il "miracolato" si trova con la glicemia a 200 e la glicata del tutto fuori dai parametri. I casi di "guarigioni miracolose" sono tutti così, persone che non sanno che mazzata li aspetta. Le testimonianze non valgono niente, a meno che non siano corroborate da dati SOLIDI (cartelle cliniche autenticate, ad esempio). Se fossero testimonianze reali non avrebbero alcun problema nell'inviare una copia della loro cartella clinica, anche col nome cancellato per privacy. Ma non lo faranno mai, perchè sono dei falsi.

  26. Se basta una testimonianza anonima per convincerti, cosa diresti se si presentasse uno e ti dicesse di essere guarito da cancro, leucemia, diabete, impotenza, stitichezza e diarrea mangiando 3 Big Mac con patatine e cocacola dietetica al giorno per 6 mesi?

  27. fabio fontana on

    Antoine ritiene di amare i figli degli altri più degli stessi genitori, fino a considerare questi ultimi così sadici, infimi e perversi da volere le sofferenze per loro. Le sue parole sono semplicemente agghiaccianti oltre che ignobili e trapelano smanie forcaiole che si commentano da sole. Sinceramente non so se valga la pena di continuare a dialogare con lui, temo che Antoine non goda quella condizione di serenità tale da consentirgli un normale dibattito, credo anzi che abbia bisogno di aiuto e di molto affetto. Le sue illazioni peraltro sono completamente smentite dai racconti di chi scrive, persone perbene e degne di rispetto – casalinghe comprese, di ogni ceto sociale, che amano più di ogni altra cosa i propri figli e la propria famiglia, nutrono sentimenti positivi verso il prossimo e gli animali, auspicano un mondo con minori sofferenze possibili, hanno voglia di imparare, considerano il web un luogo di arricchimento culturale, fanno domande e cercano risposte. Ho come la sensazione che Antoine, più che il bene delle persone desideri tanto appagare desideri di vendetta, rabbia inespressa, tormenti interiori.

    Ma c'è un'affermazione che davvero offre la misura della scorrettezza che contraddistingue Antoine, ovvero quella secondo cui io avrei sostenuto che l'Autore del Blog non incoraggi a rinunciare ai farmaci. Non ho mai scritto questo e ognuno può constatarlo leggendo il mio post precedente. Egli ha utilizzato questa frase inesistente per poter affermare che io abbia scritto un falso. Evidentemente non ha sopportato ciò che ho detto di lui, tanto che non ha potuto smentirmi. Egli si comporta in modo infantile, come uno scolaretto pizzicato a copiare il compito e che reagisce in modo scomposto. Peraltro non vedo dove sia lo scandalo nell’affrontare l’argomento farmaco si o farmaco no. Ogni decisione finale spetta sempre e solo al diretto interessato, che per Antoine è sempre un incapace o un incosciente, quando va bene.

    Per quanto riguarda le testimonianze evidentemente non riusciamo proprio a capirci. Se Antoine ritiene quegli scritti falsi o poco attendibili basta semplicemente che li ignori. Non possono esserci cartelle cliniche perché quelle persone sono guarite da sole in casa propria, e offrono agli altri uno spunto di riflessione, senza pretendere premi o ringraziamenti. Da notare inoltre, che le testimonianze per Antoine funzionano come un elastico: diventano false quando non si riescono a confutare con argomentazioni serie ma verissime quando si tratta di utilizzarle per denunciare pericolosi genitori aguzzini.

    Ricordo ancora una volta ad Antoine, visto che lo ha già dimenticato, che le persone che si rivolgono presso questo Blog non hanno bisogno della sua protezione o del suo aiuto, ed egli ha il dovere di rispettarle. Ognuno è libero di perseguire la salute come ritiene più opportuno e non sarà certo lui a dire agli altri come devono curarsi e a chi rivolgersi, valutare quale sia il loro grado di istruzione, classificarle intelligenti o stupide in base al criterio con cui vogliono curarsi, controllare quante volte vanno a fare pipì o con chi vanno a letto e, soprattutto, se hanno preso la medicina prima di andare a dormire. Tutte cose personali e private che non lo riguardano minimamente.

    Controbattere alle teorie igieniste non consiste semplicemente nell'affermare che la medicina ufficiale sia giusta. Così non si è detto niente. Bisogna confutare in modo circostanziato cos'è che non va, cosa si ritiene essere sbagliato, smontare in modo logico le teorie che si ritengono essere infondate. Ma Antoine non ci riesce; il fatto di non riuscirci però, dovrebbe essere motivo di interesse e curiosità non una occasione per diffondere falsità e insulti gratuiti.

    segue altro post

  28. fabio fontana on

    Infine, c’è un post di Antoine che rende al meglio l'idea della considerazione che egli ha di se e delle persone che soffrono del suo stesso problema. Lui è quello sveglio, gli altri sono gli scemi, e poi ci sono quelli che stanno in mezzo: costoro saranno i mezzo scemi? Parole davvero infelici che lo qualificano per quello che realmente è. Salvo il fatto di essere stato scemo anche lui – per usare il suo stesso linguaggio – prima di progredire, a dimostrazione del fatto che c’è sempre da imparare qualcosa.

    L’uso del termine “criminale”, serve come sempre per affermare indirettamente che dall’altra parte vi siano un mucchio di coglioni a rischio di morte perché incapaci di intendere e di volere e di assumersi le proprie responsabilità. Quando si da del criminale a qualcuno però, e si ha la supponenza di reputare scemi persino gli stessi compagni di viaggio, si abbia almeno il coraggio di firmarsi con nome e cognome, si abbia il coraggio di far leggere ai diretti interessati ciò che si scrive di loro.

    Antoine ha definito fasulle le testimonianze del Blog; moltissime di queste in realtà sono complete di nome cognome e mail quando non anche di indirizzo e numero di telefono. L’unico mistero fin’ora rimangono soltanto i suoi racconti di inconsapevoli e anonimi sprovveduti che avrebbero rischiato la vita in seguito a scelte avventate, ma che non riguardano certo gli utenti di questo Blog, quindi non hanno alcun valore. I suoi continui richiami a guarigioni miracolose, vengono usati allo scopo di accomunarli ai risultati di chi si avvicina all’igienismo e ottiene dei risultati, con l’intento di ingenerare confusione; il riferimento a guru o santoni serve per creare un’immagine distorta di chi pratica e divulga questa disciplina al fine di gettare l’ombra del discredito. Piccoli espedienti usati da chi è a corto di argomenti. L’igienismo è una cassaforte a prova di bomba, ci vuole ben altro per intaccarlo.

    Antoine non riesce a capire che lui non deve dimostrare nulla a noi e noi non vogliamo assolutamente convincere lui di niente.

    Rimane un dubbio. Da quello che ho capito Antoine legge tutto ciò che viene scritto nel Blog. Vien da chiedersi se oltre ad avere tanto tempo a disposizione non soffra anche di masochismo. Ma io credo che alla fine Antoine abbia bisogno di contrastare l'igienismo solo per giustificare a se stesso le sue – legittime – scelte terapeutiche, niente di più che questo.

    Ringrazio per i complimenti ricevuti, saluto il Moderatore, GianLo e Max, la stima è reciproca, come per tutti coloro che sanno confrontarsi civilmente e senza furberie da quattro soldi. A presto.