CICLO REGOLARIZZATO E LIBERAZIONE DA EUTIROX

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

SCOPERTO LE TESINE CON OTTIMI RISULTATI

Caro Valdo, volevo ringraziarla per il grande aiuto che mi ha dato da quando ho scoperto le sue tesine. La seguo da circa tre mesi e già ha cambiato la mia vita, vengo subito al punto. Sono vegetariana da circa due anni e vegana tendenzialmente crudista da circa un mese. Ho 42 anni, peso 55 kg x 1,67 di altezza, e sono molto dinamica. Soffro di lieve ipotiroidismo da 13 anni, subentrato subito dopo il parto. Prendo eutirox 50 da allora. Non ho mai avuto grossi sintomi tranne sbalzi di umore e ciclo sempre molto in anticipo, ultimamente anche di 13 giorni.

CICLO REGOLARIZZATO GRAZIE ALLA DIETA CRUDISTA

Da quando ho cambiato stile alimentare, passando alla dieta vegana crudista e subendo varie crisi eliminative (emorroidi e forte candida), il mio ciclo è tornato regolare. Al massimo si anticipa di tre giorni. Le sono molto grata per questo. Non immagina quanta pubblicità le sto facendo. Ho letto il suo libro “Alimentazione Naturale” tutto d’un fiato, e ho appena ordinato “Dizionario Di Salute Naturale” e “The China Study “. Appassionata da tempo di medicina naturale, in realtà sono una shiatzuterapista e mi curo da sempre con rimedi naturali. Ciononostante ha saputo totalmente stravolgere le mie idee impregnate di medicina tradizionale cinese, per i miei studi nel settore. Seguivo infatti una dieta tendenzialmente macrobiotica con tutte le teorie inerenti allo yin e lo yang, ma senza alcun risultato.

TENTATIVO DI ELIMINARE EUTIROX

Ho tentato per ben due volte di eliminare l’eutirox quando ero onnivora, senza alcun risultato. Ma non mi arrendo. Da circa due mesi ho ridotto la frequenza, lo prendo ogni due o tre giorni, dopo circa un mese ho fatto le analisi e il risultato è FT3 4,30 valore di riferimento 4,00-8,30 . FT4 12,71 valori di riferimento 9,00-20,00. TSH 6,74 valore di riferimento 0,25-5,00. Quindi l’unico valore fuori norma è il TSH. Da quando seguo questa dieta mi sento piena di energie, e non ho alcun sintomo tranne le frequenti evacuazioni, dalle due alle tre volte al giorno, credo dovute alla dieta vegetariana, anche se all’inizio le scariche erano accompagnate da aerofagia, ultimamente molto ridotta.

TIMORE DI QUALCHE CONSEGUENZA

Se non la disturbo troppo, volevo qualche indicazione per interrompere l’eutirox in modo definitivo, confermamdomi se è il caso o no di fare il grande passo, nonostante i miei valori. Quali i rischi e quali le conseguenze?

LA MIA DIETA STANDARD

Le do qualche informazione sulla mia dieta standard. Al mattino appena sveglia spremuta di arancia, e subito dopo una fetta d’ananas. Alle dieci una banana. Quando mi riesce, crema di avena con semi di papavero, germe di grano, mandorle tritate e uva passa, e a parte due manciate di mirtilli. A pranzo insalatona con topinambur, carote, olive e semini vari, alternata a finocchi, carciofi o spinaci. Secondo piatto pasta (non sempre integrale) con verdure una o due volte a settimana, oppure legumi, oppure riso sempre integrale una o due volte a settimana, alternato con miglio, farro e avena. Cena primo piatto sempre verdure crude seguito da un piatto di verdure cotte con pane integrale. Spesso, a fine pasto, mangio noci/mandorle/pistacchi.

DATTERI E QUALCHE INNOCENTE DOLCETTO, SMALTITO CON REGOLARE ATTIVITA’ GINNICA

Nelle pause 4 datteri che mi fanno impazzire, perché amo i sapori molto dolci. Infatti, fino a qualche mese fa, divoravo nutella dopo pranzo e dopo cena. Ancora non riesco a credere come ho fatto a disintossicarmi da questa droga così deleteria! Anche se devo confessare che ogni tanto mi capita di assaggiare qualche dolcetto. Lo so che è’ sbagliato ma sto facendo notevoli progressi, dato che li mangio sempre più di rado. Faccio attività fisica tre volte a settimana, pesistica leggera e 20 minuti di ellittica. Tutta attività aerobica. Ogni tanto pratico yoga, e faccio molta meditazione in quanto sono buddista.

ALIMENTI AMICI E NEMICI DELLA TIROIDE

E’ vero che il tofu e quindi la soia riducono il metabolismo della tiroide? Quali sono invece gli alimenti che la stimolano? Ho letto qualche tesina inerente all’argomento, ma vorrei, se non chiedo troppo, qualche suggerimento in più .

CONTRARIETA’ ALLE VACCINAZIONI DEL FIDO

Ultima domanda, questa volta riguarda il mio cane, anche se lei non è un veterinario ma mi fido ad occhi chiusi! Il mio cane, un meticcio di due anni e mezzo, ha fatto solo le vaccinazioni nel primo anno di vita, ma non ha più fatto i richiami, sono molto combattuta nel ripeterli in quanto molto contraria ai medicinali e sopratutto alle vaccinazioni. Lei cosa ne pensa? Mi scusi se l’ho annoiata e le ho rubato del tempo prezioso, so che è’ molto indaffarato, e ammiro il suo altruismo gratuito. Spero e aspetto con ansia una sua risposta. La autorizzo a pubblicare la mia mail. Grazie in anticipo!
Antonella

*****

RISPOSTA

L’OBIETTIVO E’ SEMPRE IL RIEQUILIBRIO DEL SISTEMA ORMONALE E NON QUELLO DI UNA SOLA GHIANDOLA

Ciao Antonella. Ti allego alcune delle tesine sull’argomento, ma ce ne sono molte altre ancora. L’Eutirox è un farmaco a base di levotiroxina, inteso a contrastare l’ipofunzione della tiroide. L’igiene naturale è rigorosamente contraria alle interferenze in campo endocrino. Gli aggiustamenti ormonali devono avvenire in modo armonizzato e sinergico, altrimenti non hanno alcun valore. Che vale normalizzare la tiroide e danneggiare l’ipofisi o le surrenali? L’Eutirox causa poi effetti collaterali noti e meno noti. Chi lo usa li conosce troppo bene. Ed è pure accompagnato da effetto doping, ovvero da farmaco-dipendenza, sia sul piano chimico che su quello psicologico.

METTIAMO DUNQUE IL CORPO NELLE GIUSTE CONDIZIONI PER AUTO-GUARIRE

Se consideriamo poi che la tiroide ha per sua natura degli sbalzi, si capisce ancora meglio l’incongruenza di costringerla con un farmaco a stare inchiodata dove vogliamo noi. Le migliori modulazioni delle ghiandole sono quelle del libero fluire naturale. Man mano che ci si comporta bene sul piano alimentare e dintorni, l’equilibrio ritorna automaticamente grazie alla legge dell’auto-guarigione, per cui il corpo tende al riequilibrio. Assumere Eutirox significa stabilizzare la propria alterazione tiroidea, non certo guarirla. I rischi stanno a mio avviso assai di più nell’uso del farmaco che nello stop al medesimo.

ELIMINAZIONE GRADUALE E SENZA ALCUN PERICOLO

I fastidi della detossificazione da Eutirox stanno sicuramente nell’acuirsi di quei sintomi per cui il farmaco venne preso inizialmente. Ma operando in modo progressivo, con simultaneo miglioramento della formula del sangue, grazie ai netti cambiamenti-dieta, tali inconvenienti si alleggeriscono e via via scompaiono. Ruolo non indifferente è quello del clima. Col caldo l’ipotiroidismo tende già a migliorare.

ZERO DOLCETTI E ZERO LATTICINI

Importante poi sarà eliminare rigorosamente ogni latticino (caseina e villi intestinali fori uso) e ogni zuccherino all’infuori dei datteri, delle uvette e dei fichi secchi. I dolci non naturali hanno un gravissimo difetto, ed è quello di disturbare il metabolismo della vitamina B1. Non lasciarsi poi scappare nemmeno un raggio di sole. Qualche seitan e tofu si può prendere, ma senza esagerare. Alimenti amici della tiroide? Tutta la vasta gamma di verdure crude e di frutta. In particolare il crescione, il cavolo, il carciofo, il finocchio, il crescione, le cicorie e il tarassaco. Ottima pure l’avena e le alghe marine vegetariane.

CONTATTARE LA LEGA ANTIVACCINAZIONI

Per il tuo amichetto a quattro zampe, condivido l’idea di non fare richiami. Se contatti poi la Lega Italiana Antivaccinazioni, scoprirai che ha una sezione riservata alle vaccinazioni animali, e ti potranno dare più dettagli in proposito.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.