CROLLO GLOBALE DELLA MACROBIOTICA PIANESIANA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

MARIO PIANESI AI VERTICI DELLA RISTORAZIONE

Per Mario Pianesi le referenze di alto livello e le frequentazioni di persone eccellenti non mancano affatto. Nato a Tirana-Albania 77 anni fa, residente a San Severino-Macerata, un diplomino di terza media non gli ha impedito di toccare i vertici nel settore della ristorazione macrobiotica. Ha ricevuto i complimenti o comunque le attenzioni e le credenziali di personaggi come il papa e l’ex-presidente cubano, tanto per citarne due. Fidel Castro lo definì uomo saggio e generoso: “Ammiro Mario Pianesi per il fervore con cui si è consacrato a uno dei problemi più preoccupanti dell’umanità che è la sana alimentazione”.

CITTADINANZE ONORARIE E CREDENZIALI DI ALTO LIVELLO

Nel 2013 aveva ottenuto la cittadinanza onoraria di Tolentino assieme a Tara Gandhi, mentre nel dicembre 2016 aveva ricevuto dal governatore Luca Ceriscioli il Premio del presidente durante la Giornata delle Marche al teatro Lauro Rossi di Macerata. Fece parte nel novembre 2016 a un ristretto gruppo di persone alla messa celebrata da Papa Francesco a Santa Marta e, con la moglie, aveva anche avuto un incontro privato col Pontefice.

PRETESA DI GUARIRE LA GENTE E DI SALVARE L’UMANITÀ

Non si contano i convegni in giro per l’Italia nei quali Pianesi è stato relatore. La sua dieta veniva anche presentata come benefica per i diabetici. Ristoranti macrobiotici sono stati aperti in diverse parti d’Italia. Pare che esista un seguito di adepti superiore ai 3 milioni di persone. Una dieta macrobiotica ferrea, un indottrinamento pesante sui benefici miracolosi del regime alimentare elaborato dal vertice della setta, in grado di guarire malattie incurabili per la medicina ufficiale e l’importanza di diffondere questo stile di vita per salvare l’umanità.

PESANTI ACCUSE DI ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE

Erano questi gli ingredienti della setta di Mario Pianesi, guru autentico della alimentazione macrobiotica, fondatore di un impero fatto di corsi, ristoranti, punti vendita e aziende agricole, indagato in questi giorni per associazione per delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù, maltrattamenti, lesioni aggravate ed evasione fiscale.

MANIPOLAZIONI A FINI DI ARRICCHIMENTO PERSONALE

L’inchiesta, avviata nel 2013, ha preso avvio quando alla Squadra Mobile di Forlì si presentò una donna del ’73, intenzionata a riportare la propria esperienza all’interno dell’associazione. La donna aveva creduto ai racconti sui benefici miracolosi della dieta elaborata dal vertice della setta. Dal racconto è emerso come il fondatore, Pianesi, attraverso il rigido controllo dell’alimentazione e le negazione del mondo esterno, soprattutto medico, manipolava gli adepti arrivando gradualmente a gestirne la vita allo scopo di ricavarne un arricchimento personale. Alcuni di loro erano arrivati a pesare addirittura 35 chili.

ATTIVITÀ SETTARIA E PROPAGANDISTICA

Mario Pianesi è attualmente in seri guai con la polizia. Pianesi, secondo gli investigatori è riuscito a “carpire la fiducia di numerose persone che versavano in condizioni psicologiche fragili a causa di problemi di salute personali o famigliari” tanto da gestirne l’intera vita e a pretendere da loro donazioni di denaro. Una setta attiva tra le Marche e l’Emilia-Romagna che propagandava la macrobiotica in versione pianesiana come terapia contro malattie altrimenti incurabili.

LE DIETE DI MARIO PIANESI

Le diete Ma.Pi (Macrobiotica Pianesi) create dal maestro Pianesi, sono suddivise in 5 livelli:

  • Ma.Pi 1: solo riso e tè Bancha o soltanto crema di riso e tè Bancha
  • Ma.Pi 2: verdure cotte, legumi e cereali integrali come riso, miglio e orzo
  • Ma.Pi 3: pasta integrale, pane integrale e oli vegetali
  • Ma.Pi 4: pesce fresco e dolci semplici
  • Ma.Pi 5: carni bianche non da allevamento intensivo e cacciagione

Le prime due diete Ma.Pi 1 e Ma.Pi 2 sono considerate terapeutiche e indicate per periodi brevi e per squilibri metabolici severi o acuti, mentre le Ma.Pi 3-4-5 andrebbero bene regolarmente a vita a seconda dei gusti e delle tendenze. Tutte le Ma.Pi sono state ideate da Pianesi e sono protette da copyright.

UN MIO RECENTE PRANZO ALLA CORTE DI PIANESI

Per quanto mi concerne, ho avuto modo di commentare sia la macrobiotica in termini generali che la microbiotica di Pianesi in particolare come “Il buono e il cattivo della Macrobiotica” e “Macrobiotica pianesiana, Hamer e Vegancrudismo”. Un paio di anni fa ho pranzato con degli amici in uno di questi ristoranti della catena Pianesi in zona Carpi, con un bel piatto di verdure cotte e di riso integrale, ben saporiti, ben salati e ben cotti, corrispondenti praticamente al Ma.Pi 2. Ambiente pulito, tranquillo, accogliente. Nulla da eccepire se non quanto appena accennato, vale a dire eccesso di sale ed eccesso di cotto, con totale carenza di vegetali crudi.

NULLA DI PARTICOLARMENTE SPREGEVOLE NEI CIBI MACROBIOTICI

Nulla comunque di demoniaco e di spregevole in tutto questo. Nulla di spregevole nemmeno nella rinuncia a zucchero, dolciumi, alcolici, caffè e cole. Un semplice errore di percorso alimentare nel senso della carenza di vitalità e di buone vibrazioni Angstrom nelle pietanze servite, questo sì. Mi pare inoltre che nel locale specifico vicino a Carpi si servissero soltanto pietanze vegane cotte. Dovessimo comunque metterla sul piano della qualità del cibo e della sua pericolosità eventuale, troveremmo molto più salubre ed innocente un pasto vegano in un ristorante Pianesi rispetto a quanto si trova nei tanti comuni ristoranti a disposizione, o rispetto a quanto la televisione propina tutti i giorni nelle sue rubriche Masterchef o Cotto e Mangiato, o rispetto ai McDonald’s e alle varie diete commerciali snocciolate a destra e a manca, prive di sobrietà, digeribilità, vitalità ed innocenza.

NON È IL CASO DI SCAGLIARSI CONTRO IL MENU PIANESI, NELLA SUA VERSIONE VEGANA

Per paradosso, pur essendo decisamente critico nei riguardi della macrobiotica, in quanto fruttariano e crudista tendenziale, ritengo di non associarmi per niente a questa campagna denigratoria e scandalistica improntata sulla dieta e sulla filosofia di Ohsawa. Una dieta microbiotica naturale, nella versione Ma.Pi 2, migliorata ed attenuata in campo cottura e salatura, ma anticipata da una abbondante verdura cruda iniziale a pranzo e cena, e completata da abbondante apporto di frutta acquosa lontano dai pasti (a colazione, in mattinata e nel tardo pomeriggio), secondo i criteri del nostro vegan-crudismo tendenziale, alcalinizzante, sostenibile e personalizzato, diverrebbe una magnifica scelta alimentare. Quanto alle dure critiche di Pianesi alla medicina ufficiale, dove afferma che le cure mediche basate sulla cura del farmaco sono come minimo inutili e spesso dannose o fallimentari, non trovo nulla di particolarmente diffamatorio, falso e indecoroso. Molti medici trasparenti e onesti confermano le stesse cose senza creare sconcerto e scandalo.

SIAMO CONTRO OGNI EVENTUALE ABERRAZIONE E OGNI FORMA DI OLTRAGGIO E DI VIOLENZA, OVVIAMENTE

Ovvio che invece concordiamo pienamente con lo sconcerto generale, col biasimo e la esecrazione nei riguardi di ogni altra attività oltraggiante ed immorale che il Pianesi e i suoi collaboratori avesse attuato nei riguardi di vittime ignare con la scusa della dieta macrobiotica. Ogni eventuale azione riprovevole e criminale, ogni estorsione di danaro nei confronti di chicchessia, va ovviamente contrastata e perseguita dalle autorità competenti. Restiamo sbalorditi ed amareggiati come tutti di fronte alle cattiverie perpetuate dal gruppo Pianesi.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

4 commenti

  1. Vincenzo Di Leonardo on

    Prima di emettere giudizi occorre chiarire se non si tratta della ennesima persecuzione nei confronti delle voci fuori dal coro. Una delle vittime di queste persecuzioni è lo stesso valdo

  2. Personalmente non trovo elegante chi approfitta dei guai giudiziari che investono individui e associazioni che portano avanti idee diverse dalle proprie, buttandosi dentro a fare opera di sciacallaggio. A mio avviso è un comportamento da persone molto piccole.
    Per cui anche in questo caso apprezzo i toni pacati usati da Valdo e le sue considerazioni sui pregi e difetti della macrobiotica.

  3. Valdo, permettimi di guardare lo sporco dell’indice che punta alla luna. Quello che hai descritto assomiglia più ad una Ma.Pi 3 che ad una Ma.Pi 2. Detto questo, per me, anche se potrei sbagliare, è l’ennesima aggressione alla libertà di cura e all’alimentazione alternativa. A settembre 2016 ti sono venuti a trovare i CC, a febbraio 2018 la GdF è andata da Gatti e Montanari e marzo 2018 da Pianesi. Prima Miedico e Gava sono stati radiati, Tomassone (medico omeopata) ha respinto un tentativo d’assalto di certi colleghi verso luglio 2017. Ora stanno prendendo di mira perfino G.Cezza (vaccini). Più chiaro di così, manca solo un disegnino.

  4. Leopoldo Tacchini on

    Sono molto d’accordo. A prescindere dai guai giudiziari, ho sempre ritenuto le diete di Pianesi fortemente squilibrate. E’ una filosofia che poteva avere qualche senso quando le conoscenze scientifiche sull’alimentazione erano molto carenti..

Lascia un commento