Seleziona una pagina

DEPRESSIONE, ANSIA E PENSIERI OSSESSIVI A 22 ANNI

da 31 Dic 2016Depressione

LETTERA

VORREI QUALCHE CENNO DI INCORAGGIAMENTO

Ciao Valdo. Mi chiamo Andrea, ho 22 anni e ti scrivo da Modena, terra di smog, nebbia e alimentazione carnivora. Ti scrivo perché sono in una condizione disperata e vorrei tanto poter avere la fortuna di ricevere una tua risposta e un aiuto da una persona che stimo e che mi ispira fiducia assoluta.

CRISI DEPRESSIVE E SITUAZIONI ANGOSCIANTI SENZA TREGUA

Soffro dall’età di 17 anni di depressione (umore sotto terra), che tende a emergere in seguito a periodi di insonnia e che si accompagna a crisi di ansia. Mentre in passato queste crisi mi venivano d’estate e duravano un mese al massimo, ora mi trovo in una situazione di angoscia e dolore psicologico da quasi un anno e mezzo, con pochissimi momenti di tregua in cui sto un pochino meglio.
Mi sento senza futuro e ho anche pensieri di farla finita.

L’ANSIA PERENNE MI INDEBOLISCE E METTE A DURA PROVA IL MIO EQUILIBRIO INTERIORE

Ho dei pensieri fissi che ormai mi entrano in testa senza volerlo e mi fermo sempre a pensare e ripensare ad alcuni eventi-errore del passato che penso mi abbiamo compromesso. In primis la rottura nel bagno di casa mia di un termometro di mercurio, che letteralmente mi ha terrorizzato e ancora oggi mi perseguita. Questa perenne ansia e angoscia mi sta anche portando un indebolimento dei capelli, messi ovviamente a dura prova da questa mancanza di serenità interiore.

VORREI TROVARE IL RIMEDIO GIUSTO E COMMISURATO ALLA MIA CONDIZIONE

Seguo un alimentazione che tende a privilegiare i cibi vegetali (frutta, verdura, pasta integrale e legumi), anche se una volta ogni 10 giorni mangio carne o pesce. Non so che strada seguire per tornare a stare bene. Non so se prendere farmaci come in passato, quando ho preso Paroxetina e Xanax, o se assumere un rimedio omeopatico che mi è già stato prescritto (Auripigmentum), o se tentare di vincere questo malessere che mi si sta incancrenendo addosso con la cura dell’alimentazione abbinata a psicoterapia ed esercizio fisico. Grazie per tutto quello che fai per noi lettori del blog. Un forte abbraccio.
Andrea

*****

RISPOSTA

LE RISORSE INTERIORI NON TI MANCANO

Ciao Andrea. La mia risposta arriva con del ritardo e spero che nel frattempo tu sia riuscito già a recuperare un minimo di serenità. Trovo assurdo ed ingiustificato che un giovane di 22 anni debba trovarsi vittima di ansia e depressione per dei motivi tutto sommato banali come la rottura di un termometro. A volte siamo davvero vulnerabili e sensibili oltre misura, e il tuo caso lo dimostra chiaramente.

IL CERVELLO, COME IL RESTO DEL CORPO, È HEALTH ORIENTED

Ho appena scritto in data 29/12 un articolo dal titolo “Il cervello è in grado di ripararsi e di curarsi da solo“. Spero tu sia in grado di leggerlo e di approfondirlo. Non è affatto il caso di perdersi d’animo e di sentirsi senza futuro.

ESISTONO STRADE ASSAI MIGLIORI DEL FARMACO E DEL RIMEDIO OMEOPATICO

Quanto alla strada migliore da seguire per un ripristino della normalità e del benessere, lascia stare i farmaci e lascia stare i rimedi omeopatici. Datti da fare con la respirazione addominale e le camminate, adotta una alimentazione vitale e digeribile, ricca di magnesio organico che favorisce il sonno naturale (mandorle, nocciole, noci, semini, mandarini, uva passa, finocchio, datteri, banane), cattura ogni raggio di sole, trova le giuste motivazioni, gli hobbies rasserenanti e qualche amicizia costruttiva, ed impegnati in qualche progetto proficuo e produttivo. Vivi alla giornata e liberati da ogni zavorra mentale.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

1 Commenti

1 commento

  1. Anto

    Ciao Andrea, ho tre volte la tua età, ma son passato anch’io attraverso una situazione precaria e difficoltosa come quella che stai vivendo tu. Mi è venuta incontro l’ampia conoscenza di Valdo sommata alle indicazioni e alle pratiche di altri grandi igienisti. Depressione ed Insonnia, mostri che mi hanno tormentato per molto tempo, oramai le riesco a sottomettere io, senza essere succube di farmaci, medici e ospedali che mi hanno maltrattato per oltre 5 anni. Oltre all’immenso Vaccaro col suo blog e i suoi libri, mi hanno aiutato gli studi di Joon Tilden, Arnold Ehret. Manuel Lezaeta Acharan, André Simoneton, Herbert Shelton, Norman Walker ed altri. Ho adottato il pacchetto benessere dell’igienismo tendenzial bio/vegano/crudista,70-80%, che frequentemente, nelle sue tesine, viene sottolineato dal nostro maestro Vaccaro. In sintesi, io: mezz’ora di attività fisica al mattino, corsetta e a giorni alterni esercizi di stiramento e rotazione articolare. Tanta frutta lontano dai pasti. Spesso pratico il semi digiuno di sola frutta fino alle 13. E poi semplici e gustosi piatti digeribili e piacevoli a cottura contenuta, che mi scelgo tra le migliaia di alimenti vegetali che abbiamo a disposizione. Preceduti sempre da un antipastone crudo in insalata di 3/4 tipi di ortaggi o un pinzimonio sempre di 3 o 4 tra cavoli, broccoli, sedani, carote, carciofi, topinambur, rape, finocchi, cetrioli, ravanelli etc…Nei periodi di grande stress, rivolgo l’attenzione ai centrifugati contro depressione ed insonnia che ho appreso dal librino di N. Walker, “Succhi freschi di frutta e verdura…” Qualche volta ho digiunato un paio di giorni o ho mangiato solo uva. Nella mia giornata cerco il massimo del sole possibile e sulla mia tavola, non mancano mai lupini e frutta secca come chiusura. Un bicchiere di pompelmo, il migliore sonnifero naturale, o di arance, mi aiutano sovente, a farmi 7 ore di sonno tutte d’un tiro. Spero che anche tu possa risolvere in positivo e quelle due canagliette depre/insionnia che sovente si prendono per mano e viaggiano sulla stessa onda possano sparire dalla tua mente. Un sereno 2017 a tutti e al Magister Valdo Vaccaro di cui ho comprato tutti i libri e 5 copie del il “Diabete” che in questi giorni ho regalato in giro. W l’igienismo e i grandi che ce l’hanno insegnato e ce lo continuano ad indicare come la via maestra del benessere di tutte le creature. Anto

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: