DIFFICOLTÀ APPLICATIVE IN UN MONDO ANTI-IGIENISTA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

INCREDIBILI DIFFICOLTÀ A METTERE IN PRATICA

Ciao Valdo, sono di nuovo Alberto. Ti ho scritto ieri a proposito di mia figlia di 4 anni alle prese con carenza di vitamina B12 e ferritina (vedi tesina “B12 dilagante e genitori in confusione“). Innanzitutto, voglio ringraziarti per la tempestiva risposta. Vorrei comunque porre alla tua attenzione il fatto che una famiglia, seppur motivata, può trovare incredibili difficoltà nel momento in cui vuole mettere in pratica quanto tu scrivi nei tuoi libri o sul tuo blog.

CARENZA DI CONSIGLIO IMMEDIATO

Quando per esempio mia figlia si ammala, io non ho a disposizione un Valdo al quale poter citofonare per sentirmi dire che un raffreddore accompagnato da febbre, seguito da tosse, specie notturna, sia un evento normale di auto- disintossicazione del suo organismo avvelenato da questo o da quell’altro cibo.

ASSISTENZA PEDIATRICA UBIQUITARIA A TUTTE LE ORE

Nooo, io posso solo telefonare al pediatra del paese in cui vivo e sentirmi terrorizzare da frasi tipo “Diamole il paracetamolo se la febbre supera i 38”, oppure “Cominciamo una terapia antibiotica per debellare ogni possibile attacco batterico”, oppure “Diamole la sera prima di coricarsi 10 gocce di sedativo per la tosse”. Tutte cose che ti assicuro fino a oggi ci siamo sempre presi la responsabilità di non fare!

QUESTA È LA SITUAZIONE DI TUTTI I GENITORI

È questa la maledetta situazione in cui la stragrande maggioranza di genitori vivono la loro quotidianità! Se tu mi sapessi indicare un Valdo nella zona di Acqui Terme in provincia di Alessandria, ti assicuro che lo contatterei e seguirei alla lettera le sue istruzioni.

STESSO PROBLEMA PER LA POLMONITE DI MIA MOGLIE

Ti faccio un altro esempio. Mia moglie sta combattendo una polmonite. Mangia quasi esclusivamente frutta e verdura cruda. Ma se il dottore che l’ha visitata le dice che deve prendere l’antibiotico perché quella polmonite la può anche uccidere, e non può farsi visitare da un altro dottore che le dica “Tranquilla, è una fase di eliminazione che il tuo corpo ha messo in atto per auto-pulirsi”, perché questo dottore non esiste, è comprensibile che lei dovrà ripiegare sulla prima e unica diagnosi.

SIAMO CIRCONDATI DA UN MONDO ANTI-IGIENISTICO

E, se tutto ciò è vero per quanto riguarda le decisioni su noi stessi, figuriamoci quando si deve decidere per la salute di tuo figlio. Quello che voglio dire è che la società in cui viviamo non ci aiuta e non ci offre opzioni di scelta. I suoi interessi non sono certo volti al mantenimento della nostra salute, per cui ci canalizza obbligatoriamente verso il suo tipo di cure, rendendo la vita difficile a chi è pinto dai migliori propositi. Ringraziandoti nuovamente per l’attenzione, ti saluto.
Alberto

*****

RISPOSTA

UN VALDO BASTA E AVANZA

Ciao Alberto. Apprezzo la tua reazione e non posso fare altro che esprimere la mia solidarietà e comprensione del problema. Però non è questione di avere un Valdo in ogni dove, ma almeno di acquisire il più possibile la materia e di diventare autonomi e indipendenti nel giudizio, usando sempre il buon senso. Primo perché Valdo non cura e non guarisce, ma, nel suo piccolo, traccia e riconferma piuttosto un sentiero alternativo a quello della medicina contemporanea, rifacendosi a Pitagora, Ippocrate e ai grandi maestri di ieri e di oggi.

UNA CULTURA PER I TEMPI NORMALI E PER I TEMPI GRAMI

Offre in altre parole una cultura alimentare-comportamentale della salute per i tempi normali, e una cultura attitudinale-terapeutica per il ripristino della salute nei tempi grami e negli squilibri di percorso, basata sulla non invasività farmaco-chirurgica, sulla non-curomania del sintomo e sulla non traumaticità emozionale, accettando invece l’intervento medico specialistico di emergenza e di urgenza, oltre che l’applicazione costante del buon-senso.

NESSUNA CONCORRENZA E PRECISE LIMITAZIONI CONFINARIE

Che poi sia sommerso da messaggi drammatici, che lo spingono spesso a dire e a commentare questioni di pertinenza e competenza medica, non cambia la questione. Non gioca a fare il medico e ancor meno lo speziale. Non gioca a fare il guru o il guaritore. Non lo può fare legalmente e non lo vuole fare ideologicamente. Si limita a spingervi verso l’auto-didattica e l’auto-guarigione nei casi in cui questo è possibile, ossia nella maggioranza dei casi, sconfiggendo la dipendenza e la schiavitù dalla medicina curativa del sintomo.

È UNA QUESTIONE DI ASSIMILARE AL MEGLIO I PRINCIPI FONDAMENTALI

Tutte le malattie hanno in sé un’alta percentuale di sintomo eliminativo e di segnale d’allarme. Il corpo non va mai contro se stesso, a condizione che non gli mettiamo i bastoni fra le ruote. Occorre credere di più in se stessi e di meno a chi propone percorsi curativi insidiosi e fallimentari. Il tumore stesso, citandolo come ultima barriera positiva, rimane essenzialmente una malattia metabolica e nutrizionale oltre che emozionale in determinati casi. Stessa cosa dunque per le malattie intermedie.

VIVERE SECONDO NATURA E SCONFIGGERE LA PAURA

Impariamo a non andare in panico e a non delegare la propria salute sistematicamente agli altri. Impariamo a pensare positivo e non negativo. Impariamo a mettere il malato a riposo e a digiuno, dandogli sostegno morale e tempo per riprendersi, senza andare in panico. Impariamo soprattutto a vivere più secondo natura e meno secondo medicina.

LA POLMONITE SI RISOLVE IN UN MESE E NON OLTRE

La polmonite può uccidere? Certo che può, soprattutto se la contrastiamo e la curiamo nei modi sbagliati. Blocchi il naso e la bocca per un paio di minuti e cadi al mondo stecchito. I confini tra la vita e la morte cono tutto sommato assai labili. Nel caso di tua moglie, alle cliniche Pritikin ci mettono un mese e non oltre a guarire del tutto ogni forma di polmonite, ovviamente senza farmaci.

TESINE DA LEGGERE

SOLE, RESPIRO E DIETA VITALISTICA, SEGRETI DI PULCINELLA

Sole, riposo, respirazione addominale-diaframmatica, succhi di frutta e succhi di verdure in alternanza per diversi giorni (semi-digiuno) seguita da dieta vitalistica non dissimile da quella del mio Schema Nutrizionale, questi i segreti praticati con successo a Miami e a Santa Monica. Cose tutto sommato semplici e praticabili anche tra le mura di casa.

L’UNANIMITÀ NASCONDE SPESSO PREGIUDIZI, FARSE E BUGIE

Qualcuno tira fuori microbi e batteri? Non siete tenuti ad ascoltarlo. “Se tutti credono fermamente in una cosa, è assai probabile che essa sia falsa”, disse il dr William Arbuthnot Lane, grande e spiritoso chirurgo vegano inglese.

STIAMO OPERANDO ATTIVAMENTE IN DIVERSI PUNTI DEL PAESE, SENZA SPILLARE UN SINGOLO EURO ALLO STATO

Per il resto, ho amici in tutta Italia e qualcuno ci sarà anche dalle parti di Alessandria. Spero che si faccia vivo nei commenti. Stiamo comunque lavorando per creare dal niente qualcosa di più solido, nella direzione da te auspicata. Il primo ecovillaggio igienistico sta per venire alla luce in zona Lozio-Brescia, Valle del Sole (a ridosso delle terme di Boario e della Val Camonica), e diverse iniziative salutistiche stanno prendendo piede, visto che la gente comincia a capire l’importanza della salute, più che della cura medica.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Anita Fiorentino on

    ho letto i commenti e ringrazio per questo Valdo, che ho personalmente conosciuto. Ho solo due concrete domande.
    1. al signore che aveva la moglie con la polmonite. Com'è andata a finire? sua moglie è guarita?
    2. x Valdo. Ho cercato su internet informazioni sulle cliniche Pritikin. Sono dei centri benessere, dove al più curano l'obiesità https://www.pritikin.com/#. mi giri un link o qualche altra informazione più dettagliata?

    grazie a entrambi