ENORME MIOMA RIASSORBITO, ARTRITE RIENTRATA, ANEMIA SCONFITTA E DIVERTICOLITE SCOMPARSA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UNA SPONTANEA TESTIMONIANZA DI STIMA

Posso solo affermare che la mia vita è cambiata incontrando Valdo Vaccaro e che, seppure questi scorsi anni fossero gli ultimi della mia vita, conoscere il suo blog mi ha regalato giorni liberi da farmaci e da chirurgie inutili. Non mi riconosco più. A più di quarant’anni anni sono rinata.

La verità è che, applicando alcune semplici norme igieniste, con pazienza e determinazione, sono guarita da una serie di patologie invalidanti insorte da molti anni. Per guarita dico guarita: un enorme mioma riassorbito da solo in tre mesi, sparita l’alterazione in numero, volume e forma dei globuli rossi; artrite e artrosi rientrate (si ripresentano solo quando mi capita di sgarrare per lungo tempo dalla dieta vegan fruttariana crudista), diverticolite scomparsa e non solo. La faccio breve: ero ridotta maluccio.

Non dico che Valdo sia un terapeuta che con le sue pozioni mi ha guarita. Valdo è un informatore-divulgatore di quella scienza medica che non trova accoglimento da parte delle multinazionali del farmaco, perché è scienza della natura: semplice, non costosa ed alla portata di tutti. Se fossimo in una fiction potreste immaginare cosa potrebbe accadere a chi derubasse tali organismi di potere dai suoi afferenti su scala globale? Si cercherebbe dapprima di screditarlo, l’arma sempre a portata di queste lobbies.

Chi è Valdo? Un giornalista serio e preparato, che illustra in modo intelligente e sagace le alternative alle cure tradizionali. Un uomo onesto che ha pena della gente sventurata. Non obbliga, né terrorizza alcuno. Personalmente ero messa così male che non volle illudermi circa quel che mi aspettava. In seguito, vedendo la mia ostinazione ad applicare le tesine iniziò a seguirmi su questo blog, rispondendo alle mie lettere. Un percorso di cui gli sono grata e una generosità di aiuto di cui essere increduli, visto che la classe deputata ad assistere (foss’anche con le parole), si fa pagare sempre e profumatamente. Esistono ancora uomini idealisti? Non lo credevo prima di conoscere Valdo Vaccaro.

Sulla mia strada di malata (prima), di donna liberata (ora) non ho avuto altro aiuto valido paragonabile a questo sin dall’età di dieci anni, quando iniziarono i miei guai di salute. E considerate che sono cresciuta in una famiglia di medici. Poi, per casi avversi della vita, ho affrontato periodi in cui non avrei neanche potuto permettermi di pagare il ticket per le complesse ed inutili analisi cui ero invitata, senza alcuna speranza se non quella di divenire un essere medicalizzato a vita, storpiato dalle operazioni chirurgiche e depresso.

Un aiuto e un sostegno, ecco cosa rappresenta l’opera di Valdo, una resistenza al panorama agghiacciante delle medicalizzazioni di massa. Nel leggere queste tesine si può attingere ad un conforto, scoprire il rispetto di noi stessi e l’occasione di mostrarci auto-responsabili. Tesine da rileggere, praticare e tutelare da maldicenze e dagli attacchi ingiustificati, fin quando l’establishment non dovesse rimuovere il blog. Non si può mai sapere.
Jo

*****

RISPOSTA

Ciao Jo, Quesa tua rappresenta una testimonianza stupefacente, per non dire sensazionale! Quanti soldi ti ho dato? si chiederanno i soliti detrattori. Esiste pure un’aggravante, e cioè che sei cresciuta in una famiglia di medici, per cui si corre il rischio che tu venga persino creduta.

Succederà forse la stessa cosa capitata con le due lettere “Dermatite atopica e straordinaria cura della non cura” e “Un messaggio trascinante dalla dr Natascha da Bellinzona”, medico lei stessa e figlia di medico importante. Idem per diverse altre simili testimonianze di peso. Più genuine e reali le confessioni, più feroci e nevrotici i tentativi di sottovalutazione. Sono ormai abituato anche a questo.

Il mio blog è comunque strapieno di testimonianze di notevole importanza raccoltesi nei miei 10 anni di pubblicazioni su basi quotidiane. Ma molte tra le migliori testimonianze sono quelle che mi vengono raccontate di persona o anche al telefono.

Come quel medico di La Spezia che pochi mesi fa mi ha chiamato dalla Liguria.

“Ciao Valdo, ti volevo solo esprimere la mia gratitudine per avermi aiutato a superare i problemi che avevo col mio bambino di 4 anni, e che diversi miei colleghi non erano riusciti a risolvere. Aggiungo però che due giorni fa sono stato convocato dai Carabinieri del distretto per un interrogatorio durato un’ora, nel quale tentavano di indagare o anche di farmi dire cose inesistenti. Pretendevano che tu mi avessi fornito diagnosi o prodotti o cure o altre cose del genere. Ho ribadito che essendo io un medico con 20 anni di esperienza sulle spalle, conosco molto bene la differenza tra una libera informazione salutistica e una fornitura di cure mediche improprie o abusive”.

Questo per confermare che nulla si può escludere a priori in questo paese, nemmeno un eventuale silenziamento coatto del blog. Pare che alla fine le stesse Forze dell’Ordine si siano rese conto che stavano sciupando tempo e risorse per niente. Tutto questo accadeva a inizio 2018, poco prima della restituzione del computer e delle mie 21 agende sequestratemi nell’Agosto 2016.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.