ESTERNAZIONI POLITICHE, FALSI OPPOSTI E GATTI ALLO SPECCHIO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

DEDICATA AI FAN DI VALDO CHE NON COMPRENDONO CERTE SUE ESTERNAZIONI IN POLITICA

Mi riferisco in particolare al commento di Francesco in calce alla tesina “Scie chimiche ed ecologismo manicomiale in John Holdren e Barack Obama“, sul consigliere scientifico e tutto il resto.

ALLEGO COME RISPOSTA “IL GIOCO DI SPECCHI DEI FALSI OPPOSTI”

L’articolo che segue fu scritto il 7 marzo 2011.
Energia Alternativa

*****

PERSONAGGI DI SOUTH PARK

Tempo fa vidi una puntata di South Park, cartone animato satirico sulla società americana, e che, nonostante l’orrida puntata sull’ 11 Settembre, dà spesso spunti interessanti su cui riflettere. Tale cartone è stato fatto per adulti ed è assolutamente inadatto e incomprensibile ai bambini. Vi si ironizza sulla importanza di ogni singolo voto, prendendo come spunto una votazione scolastica in cui i piccoli protagonisti dovevano scegliere la mascotte della loro scuola fra un Panino di Merda e una Peretta Gigante.

Riassumendo, uno dei piccoli protagonisti viene punito poichè si rifiuta di votare. Non capisce come un voto solo possa essere importante quando si parla di grandi numeri, e ancor meno capisce quale importanza abbia votare fra un Panino alla Merda e una Peretta Gigante, visto che fanno schifo entrambe come mascotte della scuola. Alla fine della puntata al ragazzino viene fatto capire che ogni grande scelta o votazione della propria vita viene fatta fra un Panino di Merda e una Peretta Gigante, e che quindi è meglio rassegnarsi a ciò fin da piccoli. Il bambino va quindi a votare, ma scopre che il suo voto è stato inutile visto che uno dei due candidati ha avuto una vittoria schiacciante.

IL TEMA DEI FALSI OPPOSTI

Quel cartone mi ha fatto tornare in mente il tema dei Falsi Opposti, presente sia quando andiamo a votare, che in ogni scelta in cui ci costringono a schierarci fra due fazioni apparentemente contrapposte ma in realtà specularmente identiche. È vero. La scelta, ogni nostra scelta, è sempre fra un Panino di Merda e una Peretta Gigante. Quando andiamo a votare scegliamo in pratica fra due schieramenti che paiono contrapposti, ma che seguono (per i temi non marginali) la medesima agenda dettata alla fin fine dai Burattinai e dai loro intermediari.

DIFFERENZE COSMETICHE TRA I DUE OPPOSTI SCHIERAMENTI

L’Euro lo avremmo avuto anche con Berlusconi. La partecipazione alle missioni in Afghanistan e Iraq le avremmo avute anche con Prodi (o con un qualsiasi altro esponente di “sinistra”). Le differenze fra i due schieramenti sono alla fin fine cosmetiche, e la poca differenza sostanziale si ha essenzialmente su temi di rilevanza assai limitata, come tenere o levare i crocifissi dalle aule scolastiche, dare più o meno galera a qualche ragazzino beccato con un paio di spinelli, o esprimersi su temi fumosi-incompresi elaborati da un Parlamento Europeo estraneo, lontano, fatto di gente sconosciuta e non eletta. Quindi votare per uno o l’altro schieramento è come scegliere fra un Panino di Merda e una Peretta Gigante (con l’aggiunta del fatto che nessuna delle due candidature è chi realmente decide le sorti del nostro paese e del Mondo).

L’ILLUSIONE CHE VOTARE PER IL MENO-PEGGIO ABBIA SENSO

Sino a non troppo tempo fa credevo ingenuamente che almeno votare per il meno peggio avesse un senso. Ma ora comprendo quanto anche ciò sia vano. Non esiste alcun vero meno-peggio. Chi ha le redini non è mai il personaggio che votiamo, e che comunque ci sta ingannando e non manterrà nemmeno le promesse fatte in campagna elettorale. Vedi ad esempio le promesse manipolatorie che fecero credere alla sinistra che l’Europeismo fosse una via verso l’Eden della prosperità economica e della stabilità.

I FALSI-OPPOSTI NON È SOLO QUESTIONE ELETTORALE

Da ragazzina ho frequentato per un periodo il cosiddetto Movimento No-Global, rischiando pure l’osso del collo al G8 di Genova del 2001. Mi ricordo che gran parte dei ragazzini che frequentavano il Centro Sociale (Sinistra antagonista) avevano spesso scaramucce con i ragazzini che frequentavano i circoli di Forza Nuova (estrema destra). Si andava dallo strappare i manifesti altrui appesi per la città, al fare graffiti offensivi sulle porte delle sedi del circolo altrui, fino a vere e proprie risse. Peccato che ci fossero in realtà molte somiglianze psicologiche e perfino ideologiche fra i due opposti schieramenti.

MODALITÀ MANIPOLATORIE E PREMEDITATE

Se un qualsiasi esponente dei CSOA o di Forza Nuova leggesse queste parole avrebbe un istantaneo travaso di bile. Entrambi gli schieramenti erano pesantemente manipolati dall’alto, anche se né i “quadri intermedi, né tantomeno i ragazzini, se ne potevano rendere conto. Pure io che non partecipavo a tali baruffe non mi rendevo conto del fatto che il movimento NoGlobal dei Centri Sociali fosse manipolato, e penso non lo sapessero nemmeno quegli adulti che gestivano il Centro Sociale che frequentavo e il coordinamento con gli altri Centri Sociali. Probabilmente solo chi era al vertice o subito sotto al vertice del movimento NoGlobal agiva in modo manipolatorio e premeditato portando avanti azioni e ideologie apparentemente NoGlobal, ma in realtà smaccatamene ProGlobal Governance.

IL SISTEMA DEGLI OPPOSTI COMPLEMENTARI CHE SI INTEGRANO A VICENDA

Crescendo, pian piano mi sono resa conto che praticamente tutte le ideologie sono portate avanti per opposti complementari (o meglio Falsi Opposti ) con un metodo che si riallaccia alla Dialettica Hegeliana.

SINTESI DI TESI E ANTITESI SECONDO LA DIALETTICA HEGELIANA

Da Tesi e Antitesi, usate con la logica del Dividi et Impera di Romana memoria, la quale serve anche a creare una compartimentazione informativa fra gli schieramenti, si arriva ad una sintesi che fa confluire il meglio delle due ideologie contrapposte in un sincretismo tanto caro al NWO, dove il Nuovo Ordine Mondiale si baserà su un accomodamento ideologico, religioso, culturale totale, in cui dalla molteplicità si arriverà ad una pappa indistinta e facilmente plasmabile di tradizioni e credenze diffusa su scala globale.

CREAZIONE FITTIZIA DI DUE CORRENTI CONTRAPPOSTE

Viene usata appunto la logica del Dividi et Impera. Si creano a tavolino due ideologie contrapposte da far scontrare, in cui ogni fazione pensa “O sei con noi o sei contro di noi”. Spesso l’adesione all’una o all’altra ideologia (e per ideologia intendo anche le credenze religiose, il tifo per una o l’altra squadra sportiva, ed in generale ogni argomento in cui ci siano fazioni contrapposte) è sorretta da fattori più emotivi che razionali, per cui si crea incomunicabilità fra gli schieramenti oltre che odio reciproco.

Noi umani abbiamo come memoria ancestrale l’identificare ciò che consideriamo buono e cattivo. Buono è il nostro clan. Cattivo è l’estraneo o chi non condivide le nostre idee e le nostre usanze, per cui si finisce spesso a sanguinosi scontri, come avviene tra branchi di lupi o tra gruppi di scimpanzé. Questa caratteristica biologica è stata abilmente sfruttata dai Burattinai, sia per fomentare guerre, sia per dividerci in un infinità di ideologie contrapposte.

L’ESEMPIO DAI LICEI AMERICANI

Nei licei americani ad esempio i ragazzini si dividono in gruppetti identificati dalla moda che seguono, dalla musica che ascoltano, dal fatto di praticare certi sport o avere buoni voti. Tali divisioni creano una struttura simile a piccoli clan di persone omogenee in cui ogni clan ha un preciso posto nella scala gerarchica sociale della scuola, ed è praticamente impossibile per un ragazzino farsi accettato dagli EMO anche solo per parlare con uno sportivo o fidanzarsi con una cheerleader, visto che fra i gruppi vige una quasi totale segregazione ed un odio reciproco. L’EMO è la nuova tendenza a fare gruppo esclusivo, stile guelfi-ghibellini o milanisti-interisti.

SCHIERAMENTI SCLEROTIZZATI, BANALI ED INVARIABILI

Avere mai provato a spiegare ad un convinto sostenitore di Berlusconi che egli potrebbe realmente aver commesso reati riprovevoli? Non mi riferisco tanto allo sbattersi ragazzine consenzienti, ma a reati di mafia, o a coinvolgimenti diretti-indiretti su Stragi di Stato negli anni di Piombo? E avete mai provato a spiegare ad un convinto sostenitore di Sinistra (di quelli che non perdono un intervento di Travaglio o di Santoro, o un monologo di Saviano, tanto per intenderci) che, nonostante la quasi totale certezza delle colpe di Berlusconi, egli non è la causa di tutti i mali del paese e che comunque la tempistica con la quale escono i vari processi è decisamente sospetta?

LE CORNA MASSONICHE DEI PAPI

Avete mai provato a far vedere ad un Cristiano le inequivocabili foto in cui il Papa fa il gesto Massonico delle Corna? Fino a che gli spieghi che quello è un gesto massonico e che lo fanno gran parte dei politici occidentali, tutto ok, ma se si arriva al Papa allora la risposta sarà che si tratta di un caso, che non voleva fare le corna, che è colpa della foto, anche quando magari gli fai vedere altre foto con più di un papa nello stesso tipo di gesto.

MAI DIRE A UN COMUNISTA CHE MARX ERA MASSONE

Avete mai provato a dare ad un militante Comunista un volantino sul Signoraggio Bancario? Ti dirà, senza manco leggerlo oltre il titolo, che è una bufala nazifascista o capitalista o comunque non comunista, quindi errata. Poi, se aggiungete che Karl Marx, creatore del Comunismo, era Massone, rischiate pure di farvi prendere a botte.

SUDDIVISIONI FASULLE ED INCOERENTI

Se io parlo di New Age Luciferina mi si accusa di essere una Fondamentalista Cristiana, quando non sono nemmeno battezzata, mentre quando parlo del lato oscuro della Chiesa Cattolica di ieri e di oggi mi si accusa di essere New Age. Perché mai tutto questo? Se spiego ad un Ambientalista che la storia del Riscaldamento Globale da CO2 è una cazzata, lui mi accusa di voler distruggere l’ambiente o perfino di essere al soldo delle compagnie petrolifere. Perché mai tutto questo?

SCETTICI AD OLTRANZA E FACILONI DEL COMPLOTTO

Nel settore complotti c’è spesso da una parte lo scettico ad oltranza che non crede all’esistenza, nemmeno ipotetica, di alcun complotto né di alcuna realtà al di fuori delle Teorie Ufficiali, mentre sull’altra sponda molti sembrano perdersi nel mare di teorie, dimenticando che ogni teoria deve avere un minimo di prove convincenti prima di essere dichiarata qualcosa di più che un ipotesi?

STRADE CITTADINE MESSE A FERRO E FUOCO PER BANALI QUESTIONI DI TIFO CALCISTICO ESASPERATO

Lo stesso vale pure per il tifo sportivo. La gente arriva a pestarsi, a distruggere intere città per sostenere la propria squadra del cuore. Sovente, l’odio per gli avversari è così viscerale da portare ad atti di inaudita violenza e stupidità. Ottimo modo dei Burattinai per incanalare la rabbia, la frustrazione sociale e gli istinti primitivi. Panem et Circenses abbinato a Dividi et Impera, quando sarebbe molto più logico che anche tifosi di squadre avversarie facessero amicizia per la comune passione verso un determinato sport.

DOMINA IL PREGIUDIZIO E RESTIAMO INGABBIATI NEI FALSI OPPOSTI

Perché chi parla delle magagne delle energie alternative viene sempre associato alle compagnie petrolifere? E perché se si parla dei problemi del nucleare si deve per forza parteggiare per le energie alternative? Insomma, siamo ingabbiati in una miriade di Falsi Opposti, che servono sia a farci sprecare energie scontrandoci fra di noi e facendoci sfogare la rabbia repressa in inutili schermaglie, sia a compartimentare le informazioni in modo che le persone non si accorgano di chi realmente tira le fila. Se solo invece unissimo le nostre forze per scontrarci contro chi realmente tira le fila, diverremmo forza inarrestabile e se ne vedrebbero delle belle.

LA POLITICA RIMANE UNA FREGATURA GENERALIZZATA

Sul versante politico gli elettori non si rendono contro che la Politica è un gioco di specchi in cui né Emilio Fede né Travaglio ci diranno mai tutta la verità, e in cui il Premier è solo un pupazzo che serve a canalizzare l’attenzione, le speranze e la rabbia della gente, allontanandola da chi realmente decide per il Paese, per l’Europa e per il Mondo. Più in generale la creazione di ideologie opposte impedisce di farsi un idea veritiera della storia, del presente, delle tematiche ambientali. In parole povere crea una classificazione disorientante delle informazioni, utilissima ai Burattinai per portare avanti i loro piani.
Per questo motivo i movimenti anti-NWO o anti-NOM sono fra i più colpiti dalla creazione di Falsi Opposti. Si crea una miriade di teorie in contrasto (spesso parziali e contraddittorie) sostenute da vari guru, e si mescolano in un calderone fumante.

CRISTIANI SPECIALIZZATI IN LUCIFERISMO E NEW-AGERS SPECIALIZZATI IN CRISTIANISMO

Si fa in modo che solo i siti Cristiani Fondamentalisti parlino della New Age Luciferina, e che solo i siti New Age parlino degli inganni e degli abomini del Cristianesimo. I New Agers poi preferiscono perdersi su questioni secondarie come la diatriba insolubile sulla Storicità del Cristo, o sui dogmi non più applicabili al nostro tempo, piuttosto che analizzare e portare dati sulle malefatte Vaticane, evitando di citare i Gesuiti, per ovvi motivi di imbarazzo.

MIRIADI DI DISINFORMATORI E DI SITI-CIVETTA ATTI A CREARE FUMOSITÀ

Si fa in modo che quasi solo chi è di destra estrema parli di Signoraggio o del problema immigrazione. E si fa in mondo di tenere separati i siti di chi fa attivismo politico da chi combatte il NWO. E si condisce il tutto dislocando miriadi di disinformatori e siti (per siti intendo anche blog, ML, Forum) che continuino a tenere separati gli argomenti e le idee, attaccando aggressivamente chiunque tenti di spiegare che non solo i Cristiani possono parlare di New Age Luciferina e non solo chi è di Destra può parlare di Signoraggio.

PREGIUDIZI E SCHEMATISMI

Un altro metodo è l’associare nella mente delle persone certi temi a personaggi o concetti abietti.
La maggior parte di persone pensa che solo i Neonazisti parlino di Revisionismo e Negazionismo sull’Olocausto, quando invece esistono studiosi Revisionisti che hanno origini ebraiche e che sono persino stati imprigionati in campi di concentramento nazisti! E anche per questo motivo sembra che solo un fanatico Cristiano pronto a creare roghi parli di New Age Luciferina o di Luciferismo ed ONU.
Per lo stesso motivo il Signoraggio è associato a gruppi francamente neofascisti come Forza Nuova, mentre di Complotti ne possono solo parlare pazzi paranoici.

LA STRATEGIA DEL NAME CALLING

Far associare alle persone un concetto con personaggi fanatici, malevoli o pazzi è un ottimo modo per evitare che le persone approfondiscano le argomentazioni su tali temi. Nessuno vuole essere considerato pazzo, fanatico o malvagio dagli altri. Questa strategia si chiama Name Calling (chiamata del nome) ed è usatissima dai debunker in rete o in televisione in quanto è una tipica strategia blocca-pensiero.

I BURATTINAI MANIPOLANO IL NOSTRO PENSIERO E CI TENGONO SUDDIVISI IN GABBIE MENTALI

Il Name Calling, insieme ad altre strategie blocca-pensiero, la divisione in Falsi Opposti, la fabbricazione del consenso e del falso dissenso, sono i principali mezzi di manipolazione del pensiero usati dai Burattinai per tenerci dentro gabbie mentali la cui efficacia sembra molto alta se osserviamo la realtà in cui viviamo.

ANZICHÉ IDENTIFICARCI E FARCI UN SORRISO FINIAMO PER GRAFFIARE LA NOSTRA IMMAGINE ALLO SPECCHIO

Il nostro mondo viene così diviso in una miriade di Falsi Opposti, come in un Gioco degli Specchi. Avete mai provato a mettere un gatto davanti allo specchio? Egli non si riconoscerà e attaccherà la propria immagine con furia. Allo stesso modo noi tendiamo a non riconoscere la nostra identità fra i Falsi Opposti, e finiamo per comportarci esattamente come il gatto!
by @lice (Oltre lo Specchio)

Fonte

*****

RISPOSTA

NON SONO MAI STATO DI DESTRA O DI CENTRO O DI SINISTRA

Vi ringrazio, amici di Energia Alternativa, per questo documento di alta qualità culturale oltre che politica. Mi avete costretto a fare quello che faccio assai raramente, ossia a leggere i commenti in fondo alle mie tesine. E due righe di risposta le voglio dare pure io a Francesco. Ha parlato di mie tendenze destrorse, cosa per me inaccettabile. Non credo alle etichette. Tanto meno alle etichette politiche. Ma cos’è la destra, e cosa è la sinistra? Questo cantava in televisione Giorgio Gaber, dandoci una grande lezione di civiltà.

JOHN HOLDREN È A TUTT’OGGI UN TEORICO DELLA SUPERIORITÀ RAZZIALE AMERICO-NAZISTA

Lui spezza una lancia in favore di John Holdren, da me troppo demonizzato per un vecchio libro scritto 30 anni fa. Forse Francesco ha letto di corsa la tesina, scordandosi di notare come Holdren abbia avuto 32 anni per smentirsi e fare autocritica pubblica. Cosa che non ha mai fatto e non farà, perché continua oggi stesso a pensarla in quel modo.

VALUTO OBAMA PER QUELLO CHE FA E PER GLI UOMINI CHE SCEGLIE

Obama non è di sinistra, anche se è il gran simpatico di Veltroni. Non so se sinistra significhi ancora difesa del popolo che lavora, della gente semplice che fa fatica ad arrivare a fine mese, della gente che da proprietaria di una prima e una seconda casa viene trasformata in affittuaria dai balzelli statali e comunali, della gente che ha una pensione inferiore ai 1000 euro al mese e non 90 mila come alcuni voraci pescecani rovina-paese. Uno che spruzza i cieli d’Italia con mescole velenose di minerali, al fine di favorire tecnologie Haarp per il controllo del clima e dei terremoti locali, non penso possa essere giudicato di sinistra.

VALUTO PRODI PER QUELLO CHE HA FATTO IN PASSATO E CHE CONTINUA A FARE OGGI

Parlo malissimo di Prodi? Non mi si dirà che Prodi è di sinistra. Uno che porta sul palmo George Soros, maggiore speculatore mondiale nonché rovina storica dell’export italiano in Asia, e che gli fa persino ottenere una laurea ad honorem presso l’Università degli Studi di Bologna, non può andare d’accordo con Antonio Gramsci, tanto per capirci.

NON OFFENDETEMI ATTRIBUENDOMI INESISTENTI APPARTENENZE POLITICHE

Dire poi che io ce l’abbia con Obama, idolo delle sinistre, non ha alcun senso. Mi piacciono tuttora John e Robert Kennedy, ed erano democratici. Ricordo che in Filippine, alla vigilia delle votazioni tra i Marcos e la Corazon Aquino, incontrai entrambi i leader nel corso della stessa serata, indossando ovviamente diverse magliette a seconda dei casi, grazie a un Vip locale introdotto con entrambe le fazioni. Ne ho viste e sentite di tutti i colori per essere di destra o di sinistra, per stare con Grillo o con Letta. Non la metto sul piano personale ma sul piano del Cosa c’è sotto. Ho conosciuto da vicino le brutture della guerra e delle foibe. Sono per una società umana più tollerante, più libera, più giusta e più sana. Non ho altro da aggiungere.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

6 commenti

  1. Ad Alice, che crede di aver capito tutto su come girano le cose a questo mondo, mi permetto di ricordare che esiste ancora la categoria della responsabilità individuale: non è la stessa cosa se a guidare un treno ad alta velocità è una persona a posto oppure uno scriteriato, come si è visto di recente in Spagna. Così come non è la stessa cosa se a governare il Paese è una persona seria e moralmente impeccabile oppure un “utilizzatore” di fragili minorenni o una macchietta che diserta i vertici internazionali stremato da notti orgiastiche, come non è la stessa cosa se è una persona che paga le tasse fino all’ultimo centesimo (persino su una donazione di denaro a suo figlio) oppure se evade le tasse per costituire 270 milioni di fondi neri all’estero con cui finanziare con soldi sonanti le innumerevoli attività corruttive (dal bordello personale alla compravendita di parlamentari alla corruzione di finanzieri e giudici ecc). Poi mi spiegherai che, alla fine, il risultato è lo stesso, Prodi o Berlusconi tutti uguali, ma io sono un po’ lento, e vorrei prima capire come potremo essere risarciti dal discredito di essere stati governati da persone tanto irresponsabili.
    Quanto a Valdo, forse sono io che mi sono inventato la sua benevola indulgenza sulla mano destra e il suo implacabile anatema sul versante sinistro. Forse è solo frutto della mia suscettibilità, che fa capolino dietro il mio costante tentativo di discernere fra meritevole e riprovevole, un’impresa, ammetto, tutt’altro che semplice, per via della intrinseca complessità delle cose, come ci spiegava Alice.

  2. Enzo Spataro on

    Una cosa giusta l'hai detta: sono un po' lento…ma un po' tanto eh! Nonostante sono abbracciati e abbarbicati al potere spaventati a morte dal nuovo nemiico coalizzati come iene e sciacalli all'arrivo dei leoni, continui a disperderti nelle tue sinistroidi elucubrazioni, a non renderti conto che sono le due facce della stessa medaglia e che quella parte che ritieni migliore (chissà in base a quale astruso ragionamento) è costretta a coesistere con quel personaggio lì perchè ha scheletri nell'armadio da far impallidire anche quel personaggio lì.
    Dice bene quel reperto archeologico di presidente che all'epoca plaudì la repressione sovietica in cecoslovacchia ed ungheria:" se dovesse accadere una crisi adesso è la fine"
    Sì ma per loro…

  3. Mi rendo conto che è fatica sprecata, mi andrà bene se eviterò una sequela di insulti, di cui già avverto l’aria.
    Mi chiedevo una cosa: ma se destra e sinistra non conta davvero nulla visto che son tutti uguali, perché non decidiamo di lasciare la politica fuori dalla porta, smettendola di avvelenarci il sangue scagliando i nostri strali avvelenati a destra e a manca? Tanto più che ciò non produce il minimo risultato utile.

  4. Per me destra e sinistra sono diverse -e persino profondamente diverse- su cose secondarie e trascurabili. Sull'essenziale sono la stessa cosa, cioè specchietti per le allodole. Nessuno, nè il leader dell'uno o dell'altro schieramento, si dicosta dal dovere di essere servo del NWO. Possiamo parlare di TAV o di Euro, di istallazioni radar in Sicilia o di Ior, di guerre umanitarie o di Caccia militari; di eurocrati senza volto, non eletti da nessuno ma che possono tutto e ricattano gli stati. Di sovranità monetaria,di fondi d'investimento e relati mercati(i nuovi dei dell'Olimpo!) di informazione, manipolazione coi mass media o di chemioterapia e…..udite udite DI ALIMENTAZIONE!!!! Ecco possiamo parlare di tutto questo e (fatte salve le sacrosante differenze di valutazioni che si possono avere) chiederci :ma dovè la differenza tra quei manigoldi tangentari che ci comandano? E infatti si sono dapprima alternati al governo del paese, poi hanno entrambi sostenuto gli ultimi due governi: il Goldman-cocacola-Monti ed ora il Bilderberg-Letta. Dove sono le differenze? Ah, si sull'Imu. Se non paghi quella ti mettono un'altra tassa…..che ridere…

  5. Hai ragione, Arvo, destra o sinistra non cambiano il “Sistema” (o’sistema, come dicono a Napoli), che è governato da forze molto più grandi e complesse di una semplice competizione partitica. Forze che non possono certo ridursi al salotto buono del NWO, e neppure al solo Big Pharma o a chissà quale casta massonica: l’idea che qualche furbacchione, con qualche riunione ogni tanto con qualche suo amico fidato, possa reggere le sorti del mondo, è francamente un po’ puerile, questa è fantapolitica, lasciamelo dire. Il Sistema è frutto di relazioni infinitamente più profonde e complesse, stratificatesi e consolidatesi nel corso dei secoli, che godono del consenso di fondo delle masse, senza il quale nessuna società può reggere stabilmente. Prova a pensare al malato che si rivolge al medico per un forte mal di pancia o di testa: ebbene costui pretenderà che il medico gli faccia passare il dolore punto e basta, e non vorrà sentir parlare né di detox né di digiuno né di riposo, e il medico si dovrà adeguare. Questa è la verità. Non credi che queste convinzioni, così radicate nella mentalità dei popoli, non abbiano il loro peso nel determinare i comportamenti di big Pharma?

  6. Per la verità non ho del tutto compreso qual'è il punto dove vuoi arrivare. Le masse si manipolano da sempre. Tuttavia negli ultimi secoli il "fabbricare" idee e consenso è divenuto una necessità, diciamo così,strutturale; nel senso che siamo teoricamente in democrazia. Dato però che il "demos" non comanda affatto….ecco che nasce il bisogno di far credere al popolo che comandi e sorge la necessità assoluta di imbrogliare le carte. E quelle che chiami convinzioni radicate, si cambiano con facilità. Mai come oggi quello che chiamiamo popolo viene tanto incensato, osannato, celebrato, adulato e portato agli altari…almeno con le chiacchiere. E mai come oggi viene gabbato e preso per i fondelli in tutte le salse possibili. E tanti non se ne accorgono o lo presentono oscuramente, restando nella confusione e nella disinformazione. Non esistono più destra e sinistra non tanto perché certe differenze non ci siano, quanto perché la politica è stata da tempo cacciata dalla cabina di regia o se si vuole, dalla stanza dei bottoni. Non detiene più alcun potere reale e le decisioni importanti e cruciali vengono prese altrove. I politici sono attori obbedienti ed in cambio hanno i privilegi di casta. Ladri di polli nel confronto coi grandi poteri dei grossi capitali, della finanza, delle borse, dei trust e delle multinazionali, delle banche di affari e dei mega fondi di investimento. Ma la gente si fa sempre ingannare….e si gira sempre dalla parte sbagliata…e il gioco continua…