IL GENOCIDIO LEGALIZZATO DEI CIBI TRANSGENICI OGM

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Una spallata e un vero attentato alla natura. Una minaccia per l’umanità intera.
Il cartello delle industrie Biotech Americane favorito dalla irresponsabile FDA.

Gli organismi geneticamente modificati (OGM) rappresentano una delle tante spallate alla natura da parte di precisi gruppi di interesse americani ed europei privi di scrupoli, e determinati a imporre i loro diktat a livello mondiale, pur di realizzare i propri disegni, il proprio marketing, i propri interessi multimiliardari.
Questi gruppi hanno ovviamente nome e cognome.
Trattasi dell’industria Biotech Americana, collegata alla Monsanto e ai grossi cartelli della chimica mondiale.
Un gruppo biotech sviluppatosi soprattutto durante le due presidenze Clinton, e favorito in modo smaccato e truffaldino dalla solita FDA (Federal Drug Administration), culla e matrice delle peggiori truffe mondiali nel settore dei cibi e delle medicine.

Gli anni cruciali 90-92, quando nascevano tutte le peggiori sconcezze mineral-vitaminiche

Le industrie biotech hanno contrabbandato al pubblico americano e mondiale l’idea balorda e antiscientifica che i cibi bio-ingegnerizzati sono uguali esattamente a quelli elaborati e riprodotti con saggia pazienza e regolarità dalla natura, col solito schema del seme e della spiga.
La FDA, nei cruciali anni 90-92, quando si inventavano pure le altre sconcezze chimiche tipo le vitamine sintetiche e gli integratori minerali, diede il via libera agli OGM contro il parere dei suoi stessi scienziati interni, i quali, scandalizzati e schifati, avevano segnalato ed ammonito che la bio-ingegneria, alterando l’attività cellulare, può condurre alla produzione di tossine inaspettate, di allergeni e di sostanze cancerogene.
Per le vitamine sintetiche e i minerali integrali, si è dovuto aspettare lo storico esperimento di Atlanta del 2008, ovvero quasi vent’anni, per capire ancora di più che quelle vitamine non sono vitamine ma veleni, che quei minerali non sono minerali ma veleni (vedi mio articolo La caduta definitiva degli integratori).
Pare che, sempre grazie alle buffonate della FDA, per gli OMG serviranno altri anni ancora, prima di comprenderne appieno la pericolosità.

La colpa e il dolo della FDA testimoniati dagli stessi ricercatori interni FDA

La dr Linda Kahl, funzionario della FDA, ha rilevato quanto assurdo e improponibile sia voler far credere che un cibo modificato geneticamente sia la stessa cosa di un cibo naturale.
Il dr Jim Maryanski, coordinatore del reparto biotecnologia della FDA, ha riconosciuto che nella comunità scientifica americana non c’è alcun consenso sulla sicurezza dei cibi OGM, e che essi dovrebbero in ogni caso essere sempre sottoposti a speciali test tossicologici.
L’accusa alla FDA da parte dei suoi stessi scienziati sono gravissime.
La FDA avrebbe non solo colposamente ignorato gli ammonimenti dei suoi cervelli sui rischi specifici degli OGM, ma avrebbe pure dolosamente nascosto le prove della pericolosità dei cibi stessi, affermando poi, in una dichiarazione ufficiale (niente affatto condivisa), che
L’agenzia FDA non è a conoscenza di alcun dato che dimostri come i cibi derivanti da questi nuovi metodi differiscano dai soliti cibi in modo significativo.

Una causa legale contro la FDA e una disinvolta approvazione dell’ EPSA di Parma

Se questa criminale omissione FDA del 1992 non ci fosse stata, nessun cibo manipolato sarebbe mai stato esportato in Europa e nel mondo, e la popolazione mondiale non sarebbe stata esposta a questa nuovo rischio epocale che la sta minacciando.
Negli USA, l’avvocato Drucker, a nome della Bio-Integrity, una coalizione di scienziati, leader politici, religiosi e consumatori, ha fatto causa nel 1998 alla FDA per ottenere test obbligatori di sicurezza e per imporre obbligatoriamente l’etichettatura ai cibi OGM.
La Corte Federale ha obbligato l’FDA a consegnare all’avvocato dei querelanti le 44 mila pagine del suo archivio interno.
Eppure, questi prodotti oggi vengono approvati disinvoltamente dalla EPSA di Parma (Ente Europeo Sicurezza Alimenti) basandosi solo su dossier e risposte fornite dai produttori di OGM, e non sulle ricerche indipendenti che attestano esattamente il contrario di quanto dicono le industrie.

Un incomprensibile appoggio pubblicitario dello stimato prof Umberto Veronesi.
Diversi messaggi di meraviglia e sconcerto per l’appoggio dato da Veronesi agli OGM.

Succede purtroppo, e dispiace dirlo, che persone autorevoli come il prof Umberto Veronesi, il venerato vecchio-giovane della medicina italiana, anziché promuovere la frutta e la verdura biologica, in linea con le sue corrette posizioni vegetariane e salutiste, va in televisione ad annunciare un pomodoro OGM che preverrebbe il cancro solo perché più ricco di vitamine di quelli normali.
Non pensiamo che si tratti di corruzione, conoscendo la persona.
Fino a prova contrario riteniamo che egli sia convinto che gli OGM non facciamo male a nessuno.
Una persona del suo calibro non va a rovinarsi la reputazione di una vita per quattro denari.
Invitiamo dunque Veronesi a ripensare bene la sua posizione alla luce degli studi allarmistici che esistono su questo argomento.
Se ha sbagliato, se è stato indotto verso l’errore, fa sempre in tempo a fare marcia indietro e a redimersi.
In seguito al mio articolo Il grande Veronesi e la foglia di fico, ho ricevuto in queste ultime ore messaggi e-mail e telefonate da diverse città italiane, da gente che ammira Veronesi ma che è scandalizzata da questo suo promuovere gli OGM, mettendo a disposizione la sua grande immagine a vantaggio di questi mascalzoni delle Biotech.

Le ricerche italiane della dr Manuela Malatesta provano danni al fegato, ai reni e ai testicoli.
Le ricerche del dr Junten Zentek provano che le cavie alimentate a mais OGM diventano sterili.

Cinque anni di ricerche della dr Manuela Malatesta hanno dimostrato, nei ratti alimentati con cibi OGM,
anomalie al fegato, ai reni, ai testicoli, confermando i gravi pericoli per la salute già evidenziati da altri ricercatori.
Ma questi pericoli, questi ripetuti allarmi, sono stati regolarmente ignorati e boicottati, sia negli ambienti scientifici che in quelli della politica.
Il prof Junten Zentek ha dimostrato che, alimentando cavie con mais OGM per successive generazioni, queste perdono la capacità di riprodursi, diventando sterili.
Se questa non è genocidio potenziale, chiediamo alla FDA e ai governi di ogni stato che cosa altro esso sia.

La ricerca italiana dell’INRAN dimostra alterazioni immunitarie nei linfociti e nelle citochine.
L’analisi proteo mica ha dimostrato nel mais MON810 una modifica di 43 proteine, e il sorgere della proteina gamma-zeina, nota per essere allergenica ed ammalante.

Una ricerca italiana dell’INRAN (Istituto Nazionale Ricerca Alimenti e Nutrienti) ha riguardato specificamente il mais MON810, il quale è stato modificato introducendo un gene derivante dal Bacillus Thuringiensis, che comporta la produzione di una tossina insetticida da parte della pianta stessa.
I risultati, dopo 30 e 90 giorni di alimentazione, provano, al contrario di quanto accade col mais naturale, che si verificano delle alterazioni immunitarie, tipo variazione percentuale dei linfociti intraepiteliali dell’intestino, della milza e della circolazione, e aumento contemporaneo delle citochine nel liquido intercellulare del sangue, ovvero nel siero.
Le citochine, che un tempo si chiamavano interleuchine, si classificano in anti-infiammatorie e pro-infiammatorie, e rivestono notevole importanza nei nostri equilibri immunitari.
All’analisi proteomica, è risultato che nel mais MON810 ben 43 proteine hanno subito modifiche rispetto al mais naturale, e che tra queste 43 risulta presente una nuova versione della proteina gamma-zeina, già nota per essere allergenica ed ammalante.
Alla faccia della sostanziale equivalenza tra OGM e naturale sostenuta dalla FDA.

La colpevole assenza della politica

Di questi problemi non se ne parla nemmeno.
Quasi che non ci riguardassero tutti da vicino.
Si dedicano fiumi di riprese e di spazi televisivi a una ragazza in coma e morente che meritava solo essere lasciata in pace, e di questi problemi che richiederebbero dibattiti appassionati e cortei da Milano a Roma, nemmeno l’ombra.
Il Parlamento ribolle per cose insignificanti e superflue, e resta poi indifferente a questi problemi fondamentali.
È un mondo davvero sbilenco.

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.