IL LINFOGRANULOMA, OVVERO IL MORBO DI HODGKIN

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

IL MIO DRAMMA FAMILIARE

Riprendo le righe che ti inviai il 19 maggio scorso, e te le ripropongo, aggiungendo una domanda che mi tormenta tutti i giorni. Sai che mio figlio è stato curato per linfoma di Hodgkin. Ecco, leggendo sempre tra le notizie che la medicina proposta ed imposta ci offre, trovo scritto che mio figlio sarà destinato a morire di tumore, per via delle cure chemio e radio! Sarà vero? È vero? Già mi ritengo responsabile della sua malattia.

UN SINISTRO MEGA-OPEDALE PER GENTE SEMPRE PIÙ MALATA

Nella mia zona, e precisamente fra il comune di Schio e Santorso, sta nascendo un mega-ospedale. Ogni volta che passo davanti a questo enorme centro sanitario mi vengono i brividi. È possibile che venga costruito per noi? Per noi umani? Perché qualcuno non pensa a quanto siamo manovrati in questo mondo? Un mega-palazzetto dello sport, o un centro olimpico, non sarebbe stato meglio?
Ci ammaleremo veramente tutti? Dammi un motivo per non essere depressa da tale scuola di pensiero malatistico.

I TEMPI DI DISINTOSSICAZIONE DAL CAFFÈ

Chi mi vede mangiare vegetariano e vegano mi dà della pazza e dell’irresponsabile, pensa un po’.
A proposito, un amico mi ha fatto, tempo fa, una domanda. Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi da caffè, cadaverina, alcol, passando ad un’alimentazione a base di frutta, verdura, semi e un po’ di cereali?

VITTORIA SULLA RITENZIONE IDRICA

Sai che da quattro mesi non ho più avuto ritenzione idrica e non bevo mai acqua? Le mie colleghe viaggiano con la bottiglia d’acqua sempre piena, e poi via di corsa in bagno! I poveri operai e le tartassate operaie come potrebbero trangugiare acqua e poi, ogni ora, correre in bagno? Che spreco di acque! Che dici? Rispondimi pure quando torni in Italia. Grazie come sempre.
Luisa

*****

RISPOSTA

I MEGA-OSPEDALI SONO IN PERFETTA LINEA LOGICA CON TUTTO IL RESTO

Ciao Luisa, sono rientrato da diversi giorni, anche se poi gli impegni mi hanno un po’ sommerso, per cui sto ancora con la testa in giro per il mondo. Rispondo prima ai vari punti toccati, lasciando alla fine il discorso più importante su tuo figlio. Sono d’accordo con te sul fatto che un palazzetto dello sport ci trasmetta messaggi di energia e di vita, mentre un mega-ospedale ci porta solo pensieri negativi e ansiogeni. Fin quando nelle scuole, in televisione, sui giornali, l’argomento salute non sarà affrontato in modo vero e trasparente, non per vendere altri prodotti ma per venire davvero incontro alla gente, le costruzioni di nuove stalle e di nuovi macelli, e quelle correlate di nuovi centri ospedalieri, sempre più massicci e minacciosi, sempre più luoghi di pianto e di sofferenza, saranno inevitabili.

L’UOMO SANO CHE NON CONSUMA FARMACI È UNA SVENTURA, UNA CALAMITÀ SOCIALE

Ammalarci tutti in ossequio ai progetti di medicalizzazione accelerata in atto nel mondo intero.
L’uomo sano è un parassita. Un cattivo esempio da non seguire. L’uomo sano, che non consuma farmaci e non ricorre alle strutture sanitarie, è una sventura, una calamità sociale. Già nominare la parola salute fa accapponare la pelle ai dirigenti delle strutture sanitarie. Dalle mie parti, i maschi schifati per le sconcezze cui ci è dato giornalmente d’assistere, escono con espressioni rozze e da osteria, ma assai efficaci, tipo il culo è la fica del domani! Prendo quella battuta irriverente per dire che, nel nostro caso, il morbo e la peste sono la salute del domani!

PIÙ O MENO UN MESE PER DISINTOSSICARSI

Al tuo amico che chiede i tempi di disintossicazione, non è facile rispondere su due piedi. Mancano statistiche precise. E ogni situazione è peculiare, e fa caso a sé. Dipende da quanto uno è intossicato, da quanti anni è rimasto in tali condizioni, da quanto reattivo è rimasto il suo sistema immunitario, da quanto genuina è la sua voglia di cambiare, da quanta determinazione egli porrà nell’intraprendere un programma serio ed impegnativo di disintossicazione. Diciamo che due sedute successive di digiuno, seguite da una settimana di dieta fruttariana, e poi da uno stabilizzarsi sulla normale dieta vegana e tendenzialmente crudista, un mese dovrebbe dare già ottimi risultati.

VIVIAMO NELLA CIVILTÀ DELLA RITENZIONE

Complimenti per aver risolto i problemi che avevi con la ritenzione idrica. Il fatto di non soffrire la sete testimonia a favore del tuo presente stato di salute. Le tue osservazioni sull’andare al bagno, mi fanno un po’ riflettere. La ritenzione volontaria è un fenomeno assolutamente deprecabile ed insalubre.
E noi viviamo nella civiltà della ritenzione involontaria (difficoltà organica a urinare) e della ritenzione volontaria (difficoltà sociale-lavorativa a urinare). Trattenere le urine e tutto il resto fa malissimo a tutti, ed è un insulto alla salute.

UNA CIVILTÀ TARATA NEL CERVELLO E NELL’ANIMA

I Romani insegnarono al mondo la civiltà, portando non solo strade, acquedotti e terme, ma anche i famosi Vespasiani in ogni città d’Italia e d’Europa, offrendo al cittadino un servizio indispensabile e gratuito, com’è giusto che sia. I governi in carica e quelli di opposizione, sia in Italia che in Europa, stanno percorrendo la strada opposta. Assistono passivi alla scomparsa dei gabinetti nelle stazioni ferroviarie. C’è il boom di nuovi ristoranti e di nuovi fast-food, e c’è il contro-boom dei gabinetti che scompaiono. Ti pare questa una civiltà intelligente ed equilibrata, o non invece una civiltà tarata nel cervello?

LE TOILETTES A PAGAMENTO, ENNESIMA SPINTA A NON CONSUMARE FRUTTA DIURETICA

Nelle stazioni ferroviarie maggiori, salvo che in quelle civilissime di Mestre e di Udine, non esistono più servizi igienici gratuiti, mentre in molti treni vengono spesso sigillate le poche toilettes a disposizione, esibendo sulla porta il cartello fuori-servizio. Sia a Roma che a Milano, a Verona e a Bologna, tanto per fare qualche esempio, se uno non ha 80 centesimi pronti in monete, se la tiene o se la fa addosso. Un modo come un altro per spingere la gente a mangiar male, a evitare la frutta che ti ripulisce e ti spinge con frequenza ai servizi.

VIVIAMO NELLA CIVILTÀ DELLA COSTIPAZIONE E DELLA STITICHEZZA

Questa è dunque la civiltà della costipazione coatta, la civiltà della premiata stitichezza. La civiltà nella quale gli esseri umani sono trattati peggio dei cani, e peggio dei piccioni. Impedire a un essere vivente di liberarsi dei suoi bisogni primari non è una imperfezione sociale, ma un crimine. Il discorso riguarda anche chi lavora in fabbrica, come giustamente osservi. Vietato andare di corpo. Chi ha la sventura di farlo in modo regolare, cioè frequente, viene penalizzato e tassato. Se poi qualcuno si porta pure la bottiglia dell’acqua per incrementare o assecondare la diuresi, peggio per lui, peste lo colga.

UN BUON MOTIVO PER NON ESSERE DEPRESSA

Tu mi chiedi giustamente un motivo per non essere depressa. Occorre assolutamente fare fronte a tutte le disgrazie con grande serenità d’animo. Nel caso tuo, cancellati dalla mente i sensi di colpa. Anche se fosse vero che hai sbagliato in qualcosa, non lo hai fatto sicuramente di proposito. Hai sempre dato il meglio di te stessa per lui, ed eventuali colpe vanno cercate altrove.

CHI ERA THOMAS HODGKIN

Il medico britannico Thomas Hodgkin (1798-1866) descrisse per primo, nel 1832, una forma di linfadenia leucemica, che ai suoi tempi aveva spesso esito mortale, e che si usava definire col nome di linfogranuloma maligno. Questa patologia, che viene chiamata morbo di Hodgkin, o malattia di Hodgkin, comporta un ingrossamento dei nodi e delle ghiandole linfatiche in ogni parte del corpo, e viene accompagnata da perdita di peso, sudore, anemia, e febbre di Pel-Ebstein.

ESTENDERE I PRINCIPI SALUTISTICI ANCHE A TUO FIGLIO

Oggi è una delle condizioni neoplastiche con le più alte percentuali di guarigione, anche se i trattamenti radioterapici e polichemioterapici comportano spesso delle complicazioni a distanza (leucemie, neoplasie e patologie cardiovascolari). Non è detto però che tuo figlio, cara Luisa, non possa fare niente, per migliorare la sua situazione. Fai in modo che anche lui venga beneficato dalle tue scelte vegane e tendenzialmente crudiste. Mai darsi per spacciati. La salute, o almeno un brandello di essa, si conquista giorno per giorno, centimetro quadro per centimetro quadro.

LEGAME COL MORBO DI EPSTEIN-BARR E LA MONONUCLEOSI

Le diverse forme istologiche e i sintomi sistemici del morbo di Hodgkin sono la conseguenza di complesse e non ancora del tutto chiarite interazioni cellulari, con produzione di numerose citochine (molecole proteiche tipo l’interferone, prodotte da cellule circostanti che agiscono tra i leucociti).
L’eziologia non è nota e la medicina si dichiara impotente a spiegare le cause di questa malattia, anche se numerose evidenze suggeriscono un legame con l’herpes e con il virus di Epstein-Barr.
Ovvero con la febbre ghiandolare definita mononucleosi. Impotente a capire le cause e i perché, ma pronta a intervenire sui sintomi, come suo solito.

L’INTOSSICAZIONE CRONICA DEL SANGUE ALLA BASE DI TUTTO

Vale anche qui dunque lo stesso concetto espresso nella tesina La mononucleosi e la traballante scienza del dr Rife, del 24/5/10, dove dietro queste malattie ci sono sempre degli accumuli di materiale inquinante, probabilmente di tipo anche iatrogenico. Trattasi essenzialmente di malattie da intossicazione cronica del sangue, da sviluppo continuo di tempeste immunitarie che provocano ingrossamenti delle ghiandole linfatiche. Scomodare i virus è una pratica comoda e conveniente, un alibi buono per tutte le stagioni.

L’UNICO MEZZO A DISPOSIZIONE È QUELLO SOLITO DEL RIEQUILIBRIO

Per l’igienismo naturale non ci sono dubbi. Si tratta di patologie che non derivano ovviamente da motivazioni batterico-virali. Non si prevengono affatto con le vaccinazioni, che spesso causano al contrario una serie di contraccolpi patologici a distanza. E non si sconfiggono affatto con interventi sui sintomi, ma solo mediante un riequilibrio biochimico del corpo.

IL POTERE AUTOGUARENTE DEL CORPO DEVE POTER ESPLICARE LA SUA AZIONE SENZA OSTACOLI

Malattie da cui si salta fuori col metodo della purificazione coerente e sistematica del sangue, e dunque mediante una serie virtuosa e continua di digestioni corrette e prive di leucocitosi. Vale il principio naturale e la legge ferrea che il corpo non va mai contro se stesso ma opera per la propria autoguarigione, per il ripristino della normalità globale, sempre a condizione di essere lasciato libero di lavorare al meglio e non al peggio.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x