IL RICATTO BIDODICISTA E LA PROVA-SOMARO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

STRESSATA DALLA DISEDUCAZIONE IMPERANTE

Caro Valdo, la questione se i vegani e soprattutto i crudisti vegani assumano o meno la vitamina B12 mi sta letteralmente stressando!
I miei clienti, nonostante i benefici riscontrati dopo il cambiamento di alimentazione da onnivori a vegani, ancora mi chiedono se è il caso di assumere integratori di vitamina B12, visto che leggono qua e là su internet, anche su siti di associazioni vegan, che purtroppo solo dalla carne è possibile assumerne.

LA B12 USATA COME SPAURACCHIO PER GONZI E PER ALLODOLE

Il problema della vitamina B12 sembra sia usata da medici e nutrizionisti appositamente per spaventare la gente. È come dicessero tra le righe: Tu non assumi carne per prevenire certe patologie, ma sappi che comunque hai bisogno di integratori, altrimenti mangia di tutto un po’ senza esagerare, perché questa è la cosa migliore.
Ciò che sconcerta poi è leggere in siti (che promuovono l’alimentazione vegana come eccellente) che, comunque sia, bisogna per forza assumere la B12 e il calcio con cibi fortificati.
Nei siti di igienismo naturale, questa presunta carenza non viene mai menzionata.

LA MIA ESPERIENZA PERSONALE È ILLUMINANTE

Mi sembra un po’ la fotocopia della storia sulle carenze di ferro.
Le racconto quanto mi è accaduto di recente. Poiché sono in gravidanza, il mio ginecologo ha voluto sottopormi a degli esami perché, sapendo che sono vegana, aveva dato per scontato che fossi anemica. Ho avuto una grandissima soddisfazione quando gli ho sbattuto in faccia i risultati: nessun valore sballato, tutto perfetto. Chiaro che porto quegli esami sempre con me nella mia valigetta. Quando una cliente è dubbiosa sul fatto che nelle mie condizioni non mangio nemmeno un uovo, le mostro la mia cartella. Alla faccia di chi fa circolare su internet eresie tipo un uovo al giorno per le donne incinte, indispensabile per la salute del nascituro!

I SITI DEI MAGAZINE FEMMINILI, PRONTI A CORROMPERE IN MODO MIRATO PRINCIPI, CONCETTI E STORIA DELL’IGIENISMO NATURALE E DEL CRUDISMO

Ci sono poi i siti dei vari magazine femminili che trattano il crudismo come la nuova moda venuta dagli USA, con domande assurde e sibilline che spuntano nei vari forum, tipo Ma i crudisti mangiano pure carne e pesce crudi? Con la complicità di qualche libro dal titolo ingannatore, dove le ricette crudiste sono a base di carpacci di carne e di pesce adagiati su timide foglie di lattuga, con qualche striscia di peperone e di carota crudi, e magari l’uva ribes e il mirtillo, giusto per dare un tocco di colore.
Alla prossima. Un saluto.
Giusy, naturopata in Milano

*****

RISPOSTA

UN’ORCHESTRA FARABUTTA, CHE SUONA RITORNELLI SBILENCHI E RIPETITIVI, AD USO DEL GREGGE

Ciao Giusy, non vorrei mai dire frasi a cui non credo troppo, tipo Vox poluli vox dei, o altre di valenza opposta, a cui non credo nemmeno, tipo il popolo è un gregge di pecore manovrate.
Riconosciamo però che la gente in generale, presa come massa e nel suo assieme, fa da cassa di ripercussione di un’orchestra farabutta che suona una musica sbilenca e ripetitiva, e che lo fa da decine di anni.

LA MASSA ASSORBE SEMPRE E COMUNQUE I MARTELLAMENTI CHE ARRIVANO DALL’ALTO

La massa è quell’assieme indistinto ed anonimo di persone che tende ad assorbire meglio di ogni altra spugna sociale i martellamenti e i condizionamenti che il sistema propone.
La massa dei vegetariani e dei vegani, per quanto in genere vaccinata e abituata agli imbrogli del potere, non è purtroppo immune da questo virus psicologico.

I PUBBLICITARI SONO TUTTI LAUREATI IN PSICOLOGIA DI MASSA

Lo sanno troppo bene le imprese pubblicitarie.
Lo sa troppo bene la NDC americana (National Dairy Council), quella del buon latte che ti dà il buon calcio.
Lo sa bene la corporation mondiale delle bevande in lattina e in bottiglia, quella del Bevete Coca-Cola! Lo sa meglio di tutte la CDC, quella del carrozzone Aids e del Nobel a Montagnier.

IL MONDO ODIERNO, TERRA DI CONQUISTA DEI NUOVI MANIPOLATORI SOVRANAZIONALI

Una verità sacrosanta e divina detta una volta al mese finisce per essere scordata, sdentata e scolorita.
Una indecente falsità, ripetuta invece 100 volte al giorno, a ritmo di nenia e di ritornello, finisce per essere metabolizzata diventando dogma incontestabile e parola di Dio.
Il mondo odierno, dominato com’è da gruppi, da lobbies, da servizi segreti, da speculatori, da manovratori e manipolatori operanti a livello sovranazionale, è diventato terra di conquista non più di Alessandro Magno e di Giulio Cesare, di Attila e Tamerlano, di Napoleone e Francesco Giuseppe, di Mao Tse-Tung, Stalin ed Hitler, ma dei fabbricanti di dogmi, di farse virali, di pandemie pianificate, di eventi atmosferici, di maremoti, terremoti ed eventi bellici.

UN POTERE ENORME, MA PRIVO DI STORIA E DI VALORI CULTURALI

Il potere odierno è caratterizzato da un intensiva e preponderante presenza della componente agroalimentare, di quella medica, di quella petrolchimica, di quella farmaceutica, tutte coalizzate in enti, in cartelli, in supercorporations, in Trattati Internazionali modificativi delle regole e delle costituzioni nazionali, in faccende strane e insidiose come il Codex Alimentarius.
Tutte iniziative contraddistinte da poteri anomimi ed enormi, ma anche da una disperante miseria ideologica e scientifica, da un paradossale vuoto culturale.
Tanto potere e niente cervello.
Tanta arroganza e niente cuore.

UN POTERE INCAPACE DI GIUSTIFICARE SE STESSO

Un potere dotato di importantissime affiliazioni , di clubs e logge, di strumenti politici, mediatici e militari, ma ugualmente banalizzato da un incredibile coda di paglia.
Un potere che non ha una base popolare o tanto meno morale o religiosa, come succedeva coi re dei secoli passati, sovrani indiscussi per volontà di Dio Onnipotente e per approvazione della Sacra Chiesa Cattolica ed Apostolica Romana.
Un potere che non è nemmeno in grado di giustificare se stesso.

IL CONCETTO DI B12 NASCONDE TUTTO UN PROGRAMMA

Ecco allora che, a soccorso di un potere privo di una base morale, diventa importante ricorrere a concetti-chiave, a slogan di comodo, a principi astrusi da non discutere, tutti funzionali alla cementazione del sistema, al mantenimento dei privilegi acquisiti e alla moltiplicazione dei medesimi.
La faccenda B12, assieme a quella degli Omega-3 e al tentativo miseramente fallito di spostare il mondo sulle diete pseudo-mediterranee, sulle low-carb e su quelle a zona, entra di pieno diritto in questo tipo di concetti.

UN MONDO DI IGNORANTI RICHIAMA ANCHE UN MONDO DI LADRI E DI APPROFITTATORI

Come ho detto altre volte, viviamo in un mondo di gente che è stata strategicamente mantenuta per anni nella ignoranza più nera, poco importa che tipo di laurea abbia conseguito.
Un mondo di ignoranti non poteva ospitare anche, nel contempo, un mondo di ladri, di approfittatori, di trafficanti e di briganti di tutte le risme.

C’È MATERIALE DA ANALIZZARE, PER CHI HA VOGLIA E TEMPO

Il tuo fastidio, cara Giusy, è anche il mio, e l’ho manifestato scrivendo diverse tesine, tra le quali:

La religione tarocca della B12, del 28/12/08
Il fantasma della B12, del 26/9/09
Perché la B12 è un colossale imbroglio, del 27/9/09
L’oro puzzolente del Terzo Millennio, 27/2/10

CI SONO AFFERMAZIONI PRECISE. SI FACCIANO AVANTI I PARTIGIANI DELLA B12!

Ed è proprio dall’ultima tesina riprendo il brano relativo alla cobalamina, dal sottotitolo: La B12, ovvero la sgualcita bandiera del carnelattismo mondiale.
Se gli scalcinati, obsoleti e mummificati partigiani della B12, fossero in grado di rispondere in modo convincente e chiaro a uno o più punti di quei 12 argomenti-chiave che ho elencato in tale scritto, si facciano pure avanti (Messaggio sprecato, non lo faranno mai, per carenza di materia cerebrale su questo argomento e su alcuni altri, troppo scomodi da affrontare).

PIÙ CONCETTO CHE MATERIA, IDEALE PER GLI SCOPI TRUFFALDINI

La B12 è la sola vitamina sulla faccia della Terra ad essere presente in dosi impercettibili, imponderabili ed irrilevabili strumentalmente ai livelli minimi. Più concetto che materia, più idea che sostanza.
Il fatto che sia stata prontamente adottata dal Codex Alimentarius per i suoi scopi ideologici dovrebbe già far raddrizzare orecchie e antenne alla gente.

B12 ADATTISSIMA A DIVENTARE BANDIERA DEL CARNELATTISMO MONDIALE

Su diverse decine di vitamine importantissime, come mai concentrarsi ed accanirsi su questa sostanza evanescente, rappresentante la fogna, la nausea, il sangue marcio e la merdosità?
Per tre motivi precisi. Perché si trova abbondante negli escrementi animali ed umani, e pertanto nei liquidi interstiziali delle carni in costante putrefazione, e perché è misteriosa e sfuggente, adatta a crearne un mito e un Belzebù, al pari dei batteri e dei virus, adatta a diventare una bandiera del carnelattismo contro il movimento vegan. Ed anche perché è facile e remunerativo fabbricarla, partendo ad esempio dagli scarti dello streptomyces che serviva a produrre in passato la streptomicina, oppure partendo dagli scarti dei macelli, che lavorano a pieno ritmo, abbattendo per ora 7000 anime innocenti chiamate animali, al minuto secondo.

PIÙ CHE UNA VITAMINA, LA B12 È UN’OSTIA SACRA

La B12 è diventata esattamente, nelle mani dei medici, dei farmacisti e dei tifosi di McDonald’s e Cremonini, quello che è l’ostia sacra distribuita come sangue di Cristo nelle messe cristiane.
Avessero eletto qualsiasi altra vitamina a questo livello di simbolo sacro e dogmatico, sarebbero stati sbugiardati all’istante, anche strumentalmente.
Ma la B12 latita e sfugge nella gente dal sangue puro, e abbonda invece in chi è intossicato ed ha sangue viscoso. La gente va spaventata coi fantasmi e non con le cose visibili e concrete. La sanno molto lunga al Codex!

L’ERRORE CLAMOROSO DELL’ESSERE VEGANI

Chi invoca la B12 vuole solo intimorire la gente. Grazie alla B12 il Codex può permettersi di dichiarare ufficialmente al mondo intero l’errore clamoroso dell’essere vegani.
Vitamina B12 come simbolo e fallimento, della carenza e dell’imperfezione di un’idea e di un movimento che quelli del Codex combattono più di ogni altra cosa.
Nessuno che citi un paio di cose fondamentali, che dovrebbero svegliare la gente e renderla meno tonta, vulnerabile ed influenzabile.

LE COSE IMPORTANTISSIME CHE NESSUNO DICE, A CONFERMA DELLA PRECARIETÀ CULTURALE E DELL’INCOMPETENZA SCIENTIFICA CHE CARATTERIZZA LA NOSTRA ATTUALE SGANGHERATA CIVILTÀ

Nessuno a sottolineare che il mondo è malato di gravi carenze di vitamina C naturale (che è vitamina incompatibile e contrastante con la B12).
Nessuno a sottolineare che la B12 è in ogni caso vicariabile con la B9 (folati), abbondantissimi in ogni vegetale, per cui il vegano ha regolarmente bassa la B12 (bassa per i criteri FDA) e alti i folati.
Nessuno a sottolineare che la B12 è comunque presente nelle giuste quantità impercettibili dovunque c’è il gruppo B in generale, dove essa sta intrufolata a livelli atomici.
Nessuno a sottolineare che la B12, pur irrilevabile strumentalmente, si trova dappertutto, anche nella foglia e nell’anguria, nei giusti e saggi livelli-minimi impercettibili della assimilabilità armonizzata e della legge del minimo di Liebig.
Nessuno a sottolineare che della B12 teniamo un quantitativo minimo che ci garantisce 3-5 anni di autosufficienza.

NESSUNO A SOTTOLINEARE I DETTAGLI BASILARI DELLA QUESTIONE

Nessuno a sottolineare che un corpo funzionante autoproduce in proprio la quantità di B12 necessaria a reitegrare ogni eventuale carenza.
Nessuno a sottolineare che una B12 intorno al livello 100, cioè attestata sui livelli minimi, rappresenta la situazione ideale e perfetta di sangue puro e scorrevole (non necessitante iniezioni di eparina di maiale, cui ricorre sempre più spesso la gente dal sangue tipo tossico, viscoso e intossicato dalla B12 stessa).
Nessuno a sottolineare che la B12 abbondante ed appariscente, compresa entro i valori ufficiali, come rilevabile nella maggioranza della gente, non è un capitale di cui vantarsi ma un’autentica disgrazia.
Nessuno a sottolineare che il creatore divino non può aver creato un mondo completo e perfetto, facendo una scimunita eccezione per la B12.

DIO È DIO E NON SI DISCUTE, GUAI TOCCARE LA SUA CHIESA FDA, TEMPIO DEI MACELLAI AMERICANI

Nessuno a sottolineare che l’intera faccenda della B12 è roba da ubriaconi alla fiera della barzelletta e della farsa, argomento da cesso e non certo da aula universitaria.
Nessuno a sottolineare i giochi ultrasporchi di una FDA, ostaggio dei grandi allevatori-casari-macellai d’America, che detta a USL, ambulatori pediatrici, scuole materne, università, ospedali e ministeri, le sue demenziali piramidi alimentari basate su tabelle clamorosamente taroccate e contraffatte, smentite da ripetuti esperimenti scientifici, dove si sottovalutano folati e vitamina C (45 mg/giorno contro i 300-500 invocati dalla scienza), e si sopravalutano le proteine.

I RITOCCHI DEI VALORI CON LA CHIARA INTENZIONE DI SOPRAVALUTARE CARNI E LATTICINI A SCAPITO DI FRUTTA E VERDURA

Nessuno a sottolineare il fatto che la FDA ritoccò pesantemente negli anni ‘70 i livelli minimi stabiliti internazionalmente dalla WHO per la B12 a 80 pg/mL, portandoli in modo beffardo agli attuali 157, in concomitanza con la colossale truffa dei minimi proteici, stabiliti a quel tempo sui 300 grammi/giorno, e ridotti via via, su pressione delle associazione mediche, sino agli attuali 75 grammi/giorno (contro l’igienismo della ANHS che ne raccomanda da sempre 11-25 grammi/giorno, visto che ai 30-35 grammi/giorno scatta l’evento più disastrante per il corpo umano, che è l’acidificazione del sangue).

NESSUNA MERAVIGLIA CHE LA GENTE SIA SCHIAVA E INQUADRATA

O Sole Mio la sanno a Napoli, ma anche a Miami e Katmandu.
Ma quella è una canzone bellissima, rilanciata persino da Elvis Presley.
La farsa della B12 la sanno pure in ogni dove, anche se stona da matti e non ha alcun significato se non quello di una puttanata pazzesca e indecorosa.
È per questo che non serve stupirsi se la gente comune, bombardata in continuazione, ne è schiava.

CHI SOPRENDE INVECE È LA CLASSE INTELLETTUALE, DA DECENNI PRIVA DI MORDENTE, IN UN EX-PAESE DI ARTE, DI CULTURA E DI SCIENZA, DIVENTATO PAESE DI BUSINESS, DI MALANDRINI E DI SCIACALLI

Chi arreca sorpresa e delusione è invece la classe dirigente, gli intellettuali, i docenti, ovvero quelli che non dovrebbero finire ignobilmente nei trabocchetti dell’ignoranza e nei meandri del mercantilismo.
Giunti a questo punto, cara Giusy, trovandoci di fronte a un uomo di potere, o a uno di scienza, non gli chiederemo come referenza i suoi titoli accademici, le sue stellette militari, o la sua posizione ministeriale.

TUTTI ALLA PROVA-SOMARO

Non gli chiederemo Normale o Bocconi, Harvard o Cambridge, MIT o Princeton.
Lo sottoporremo più semplicemente alla prova-somaro, alla prova tornasole.
Gli chiederemo B12 o non B12?
Se dirà B12, sapremo che quello è un eccellente somaro, poco importa se docente a Bologna o a Pavia, se rettore a Padova, se membro del Parlamento, se Ministro o Sottosegretario, o se Capo di Stato o di Governo.
Somaro e forse pure volpastro, che è ancora peggio.

SENZA OFFESA PER GLI INNOCENTI ANIMALI COINVOLTI

Con tutto il rispetto per i somari, regolarmente più intelligenti di certi bipedi, e con tutto il rispetto per le volpi, sveglie ed imbroglione sì, ma non corrotte al livello di certi bipedi, e con tutto il rispetto per gli sciacalli, attratti sì dalle carogne altrui, ma non cinici e opportunisti al pari di certi bipedi.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x