INFIAMMAZIONE PAPILLE GUSTATIVE O GLOSSITE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PAPILLA GUSTATIVA INFIAMMATA E CURE FAMACOLOGICHE IN ATTO

Ciao Valdo, vado diretta al problema: una papilla gustativa infiammata che l’otorinolaringoiatra mi sta curando con corti-fluoral e nimesulide. Si è già ridotta del 90% ma lui dice che si deve insistere per eliminarla del tutto, onde evitare un intervento. Tu cosa ne pensi ? Grazie infinite.
Federica

*****

RISPOSTA

LINGUA, MUSCOLO SUPER-UTILIZZATO E DI STRAORDINARIA IMPORTANZA

La lingua fa parte integrante del sistema gastrointestinale, ovvero di quell’apparato che elabora e convoglia sapientemente il cibo dalla bocca fino all’orifizio anale. Ma non solo quello. Essa funge pure da spia della situazione biochimica interna.

Avere una lingua a posto è sinonimo di salute e di benessere. La lingua viene anche definita come il muscolo più forte del corpo, possedendo essa un gruppo di micro-muscoli che ci consentono di gustare i cibi, di deglutire e persino di parlare. Diciamo pure che si tratta di un organo corporale super-utilizzato e super-sfruttato. Una lingua sana è rosa e ricoperta di piccoli noduli chiamati papille, o papille gustative.

CHE COS’È LA GLOSSITE

La glossite è un’infiammazione che provoca la lingua gonfia, un aumento delle dimensioni, una tonalità di rosso più scuro e una superficie liscia. Questa malattia può causare la perdita delle papille gustative, cioè alcune piccole protuberanze sulla superficie della lingua. Le papille sono importanti quando si mangia. Queste strutture contengono infatti migliaia di minuscoli sensori chiamati papille gustative. Una grave infiammazione provoca gonfiore, arrossamento, dolore e può cambiare il modo di mangiare o di esprimersi.

NONOSTANTE TUTTO IL LAVORO SVOLTO, LA LINGUA IN GENERE NON È CAUSA DI GROSSI PROBLEMI

Chiaro che avere dei dolori o degli scolorimenti o della patina biancastra può arrecare disturbo e preoccupazione. Per nostra fortuna, la maggior parte dei problemi della lingua non sono gravi e possono essere risolti in breve tempo. Quali i disturbi più frequenti?

ANOMALIE SUPERFICIALI DELLA LINGUA

  • Leucoplachia orale, una patina biancastra e macchie bianche, con presenza eccessiva di cellule sulla lingua e sul cavo orale. Problema il più delle volte banale ed irritativo, tipico dei fumatori. Tuttavia, in casi rari, la leucopatia può essere un precursore tumorale.
  • Candidosi o mughetto orale. Infezione da lievito che si sviluppa nei portatori di protesi dentarie, negli individui immunodepressi, negli affetti da diabete, asma, malattie polmonari, nei consumatori di steroidi spray e di antibiotici.
  • Lingua rossa con papille ingrossate e punteggiate per uso di alimenti irritanti, o per carenze vitaminiche di folati B9 (foglie verdi, germe grano, foglie verdi) e di gruppo B.
  • Lichen planus orale con ramificazione di linee bianche in rilievo sulla lingua. Scompare in breve non appena si praticare una corretta igiene dentale, si evita di fumare e si evitare di assumere cibi irritanti.
  • Lingua a carta geografica, con formazione di punti rossastri simili a una mappa. Condizione solitamente innocua.
  • Scarlattina, con presenza intensiva di streptococco, lingua rossa a fragola e febbre alta.
  • Lingua scura e villosa, ma niente di grave nonostante le apparenze.

LINGUA CON DOLORI E PROTUBERANZE

  • Trauma, da morso accidentale, o da scottatura da pietanza bollente.
  • Irritazione lingua da fumo eccessivo.
  • Afte, ovvero ulcerette orali sulla lingua, dovute spesso a stress.
  • Papille ingrossate a carico di una o più papille gustative, con rigonfiamento e formazione di protuberanza dolorosa sulla lingua.
  • Lingua urente che brucia, sindrome che si sviluppa in fase post-menopausale.
  • Lingua dolente, per anemia e diabete.
  • Cancro orale. Sebbene nella maggior parte dei casi un dolore a carico della lingua non costituisca motivo di preoccupazione, qualora una protuberanza o una ferita sulla lingua non scompaiono entro 1 o 2 settimane meglio dare una controllata e rassicurarsi che non si tratti di carcinoma orale.

VISIONE IGIENISTA

Ovvio che sono decisamente contrario alle cure attualmente in corso. Nulla di sorprendente e di scandaloso. L’otorino è un medico e come tale punta sistematicamente alla eliminazione del sintomo, il peggior metodo che si possa prescegliere per risolvere un qualsiasi disturbo chiamato malattia. L’infiammazione non va certo curata poi con prodotti al cortisone e al fluoro, estremamente incompatibili coi nostri delicati organi interni.

NON ASPETTIAMOCI SOLUZIONI REALI DALLA METODOLOGIA MEDICA

Nella lingua si specchia, come dicevo all’inizio, tutto l’apparato digerente, per cui la punta corrisponde allo stomaco, la parte mediana all’intestino tenue e la base all’intestino crasso.

In uno stato di salute essa si presenta ben pulita e di colore rosa. La lingua sporca, con patina sulla superficie, indica fermentazioni putride nell’apparato digerente. Se la patina è troppo carica e di color caffè può significare pericolo di ulcere.

Ma queste cose interessano poco e niente al medico convenzionale. Lui punta a togliere l’infiammazione del 100% e a niente altro. Leggasi anche la mia tesina “Lingua a chiazze, glossite migrante e candidosi“.

CAUSE DI GLOSSITE

Le cause di glossite esistono. Carenze vitaminiche e minerali. Carenza di ferro innanzitutto. Ferro che sta soprattutto nei semini di sesamo, di zucca, di girasole, nel miglio e nel germe di grano, nei germogli e nel crescione, nei pistacchi e nelle mandorle.

Importante però evitare i fattori inibitori della assimilazione del minerale, come tè e caffè e cole (abbassano l’assorbimento del 75%), alcol, fumo, aspirina, tranquillanti, analgesici, zuccheri raffinati, aspartame, sale, carni, prosciutti, grana. Importante puntare in ogni caso al riequilibrio minerale, inserendo alimenti contenenti manganese e rame, ricordando la legge del minimo di Justus von Liebig.

CONSIDERAZIONI FINALI

Il segreto della salute vale per il corpo in generale e a maggior ragione per la lingua. Tale segreto è di una semplicità sconcertante. Basta ricorrere a infusi di malva, di ortica, di salvia, di menta. Basta consumare più succhi di carote-sedano-ananas-zenzero ottenuti con estrattore.

Ma soprattutto basta cambiare i cibi da innaturali in naturali e assisteremo come per incanto al miracolo. Le parole d’ordine sono:

  • Sangue fluido e sgrassato,
  • Depurazione del sistema,
  • Funzionalità epatica e renale,
  • Rafforzamento del sistema immunitario, visto che il crollo immunitario significa cancro.

LA SALUTE NON VA DI MODA E NON APPORTA VANTAGGI ECONOMICI

Tutte cose che nulla hanno a che vedere con Nimesulide, Corti-Fluoral e altre meraviglie della farmacologia e delle integrazioni. Tutte cose che sono del tutto estranee alla mentalità, ai metodi adottati dalla medicina convenzionale, e agli stessi interessi della professione medica.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

2 commenti

  1. Francesca Roffinott on

    Buonasera , da circa un anno ho una piccola ma dolorosa bollicina , dura e bianca , che compare sotto la lingua.In principio in 12 ore andava via , adesso dura anche 24 ore o più’ . Compare sempre nello stesso punto cioè’ verso la punta della lingua nella parte inferiore , vicino al nervetto . A volte passa qualche settimana prima della sua ricomparsa , altre volte compare 1 volta ogni due giorni circa.Cosa può’ essere? Sono una donna e ho 40 anni.
    Grazie .