IPERATTIVITÀ, ADHD E STRATEGIE ALIMENTARI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

SI PUÒ DAVVERO CURARE UN BAMBINO IPERATTIVO COL BUON CIBO?

Buongiorno, ho letto con molto interesse alcuni suoi articoli su internet. Vorrei porle una domanda: “È possibile secondo lei curare l’iperattività di un bambino con l’alimentazione?” La ringrazio, fin d’ora per l’attenzione.
Anna

*****

RISPOSTA

UN DISORDINE NEUROLOGICO CHIAMATO ADHD

Ciao Anna. Bambini che non stanno mai fermi. Bambini ingovernabili sia a scuola che in famiglia. Parliamo di un fenomeno in costante e rapido aumento. Fenomeno che viene definito come sindrome ADHD, acronimo che sta per Attention Deficit Hyperactivity Disorder, a indicare un disturbo neuro-biologico caratterizzato da iperattività, incapacità a concentrarsi e mantenere la concentrazione, impulsività.

SINTOMI DI IRREQUIETEZZA

I sintomi caratteristici dell’iperattività nei bambini sono definibili come segue:

  • Il bambino è spesso irrequieto, si muove in maniera eccessiva e non riesce a stare seduto
  • Passa da un’attività all’altra senza sosta e senza mai completare la precedente
  • Non rispetta il proprio turno se è in fila o durante un gioco
  • Parla continuamente e interrompe gli altri mentre parlano
  • Non riesce a prevedere le conseguenze delle proprie azioni, è troppo impulsivo e incorre spesso in piccoli incidenti
  • È frequente che si faccia male
  • Risponde alle domande con impazienza, prima ancora che esse siano formulate e concluse.

IPERATTIVITÀ NORMALE ED IPERATTIVITÀ PATOLOGICA

La vivacità non ha nulla a che fare con la patologia. Correre, essere spesso in movimento, saltare, arrampicarsi, avere difficoltà a mantenere la concentrazione in classe o quando si svolgono i compiti a casa, urtare contro un muro senza prevedere le conseguenze, sono tutte cose comuni nell’età dello sviluppo. Come si fa allora a distinguere la normale iperattività nel bambino da quella patologica?

VIVACITÀ ED IMPULSIVITÀ AL DI LÀ DELLA NORMA

Il bambino con deficit di attenzione e iperattività ha una vivacità e un’impulsività molto accentuate, tali da compromettere le relazioni sociali con i suoi coetanei e quelle con i familiari. Manifesta una disattenzione cronica e costante che impedisce l’apprendimento e sfocia in un rendimento scolastico molto scarso. Questi sono i sintomi che indicano l’esistenza di un disturbo.

IPOTESI CAUSATIVE DI IPERATTIVITÀ INFANTILE

Le cause della sindrome da deficit di attenzione e iperattività non sono certe e dunque è anche complicato applicare una strategia preventiva. Esistono alcuni fattori ambientali che potrebbero causare l’iperattività nel bambino:

  • Fumo di sigarette e consumo di alcol e prodotti nervini della mamma durante la gravidanza
  • Esposizione al piombo, che si può trovare nei materiali con cui venivano costruiti i vecchi edifici
  • Consumo eccessivo di zuccheri raffinati e dolciumi
  • Consumo eccessivo di cibi con additivi artificiali.

Un recente studio inglese, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, ha sottolineato un possibile legame tra iperattività e il consumo di additivi alimentari, conservanti e coloranti artificiali.

CON UNA ALIMENTAZIONE SELETTIVA, VIRTUOSA E VITALE SI  RIPORTANO I BAMBINI ALLA NORMALITÀ

È possibile curare un bambino di questo tipo con l’alimentazione? La risposta non può che essere affermativa. Affermativa in modo sottolineato e a lettere cubitali. Se qualche medico o qualche autorità sanitaria sostenesse il contrario lo farebbe solo per profonda ignoranza o per flagrante malafede. Non credetegli nemmeno se giurasse sul padre e la madre!

LE SCONFITTE DI SCORBUTO, BERI-BERI E PELLAGRA PARLANO CHIARO

È vero o no che grazie alla vitamina C naturale di limone e cavolo crudo si è sconfitto lo scorbuto, piaga del passato che stava decimando l’umanità? È vero o no che grazie alla vitamina naturale Tiamina B1 di sesamo, girasole, castagne, patate e cavolfiori si è demolito il morbo Beri-Beri, piaga che stava decimando l’umanità? È vero o no che grazie alla vitamina naturale Niacina B3 di sesamo, pinoli, mandorle, miglio, datteri, mango, guava, pesche, avocado, castagne, patate, asparagi si è eliminata la Pellagra, piaga che stava decimando l’umanità?

GLI STRAFALCIONI E GLI IMBROGLI DELLA MEDICINA LEGALIZZATA ED ISTITUZIONALIZZATA

È vero o no che per secoli la medicina aveva creato intorno a queste tre malattie tossiche da carenza alimentare un velo di pestilenzialismo e di furore anti-contagio demenziali ed insensati, accusando batteri e virus e diavoli con le corna? È vero o no che il ricorso alle rispettive vitamine C, B1 e B3 in versione sintetica e non cibaria risulta a tutt’oggi del tutto inefficace nella cura dei 3 citati morbi, oltre che causa di pesanti effetti collaterali? È vero o no che la medicina corrotta e collusa fino all’osso continua tuttora a prescrivere vitamine sintetiche e integratori minerali?

LO SCANDALO PLANETARIO DELLE INTEGRAZIONI SINTETICHE E DEI CIBI ARRICCHITI

È vero o no che i minerali inorganici sono sostanze non assimilate nella costruzione dei tessuti, e quindi veleni che il corpo deve per forza espellere o depositare nelle cavità corporali pur di metterli fuori-circuito? È vero o no che il ferro, lo iodio, il calcio e il fosforo, il sodio e il potassio, lo zinco e il magnesio comportano tutti insidiosi avvelenamenti di lungo periodo nelle versioni pastigliate? È vero o no che il carattere tossico di tutte le vitamine sintetiche non ha bisogno di essere dimostrato tante ne sono le prove? È vero o no, che ancora nel 1941, la dr Agnes Fay Morgan, veterana nutrizionista della California University condusse un grosso esperimento su diversi animali trattati a vitamine sintetiche e a integratori minerali, col risultato di finire in breve tutti sedati e senili, e che la dieta arricchita li trasformò in creature disabili e li portò alla morte?

I BAMBINI IPERATTIVI TENDENTI ALL’AUTISMO NON SONO PRODOTTI NÉ DAL CASO NÉ DALLA SFORTUNA

Gli effetti disastranti delle odierne diete basate su pani e farine bianche, su frutti zuccherati e solforati, su cereali degerminati e demineralizzati, su vegetali in scatola, su cibi preservati, su dolciumi e torte, su latte pastorizzato e fuori-specie, su cibi carnei omogeneizzati, su sciroppi e conserve, su cibi stracotti, non può certamente produrre bambini con vista, udito e mente ai massimi livelli, né può aiutare le madri a produrre adeguate risorse di latte per i loro bambini.

DISOBBEDIRE AL CODEX, ALLA BAYER E ALLA MONSANTO

C’è urgente bisogno di tornare ai cibi naturali e di disobbedire alle direttive internazionali del Codex Alimentarius, della Monsanto e della Coca-Cola che spingono il mondo intero nella direzione opposta. C’è bisogno urgente di adottare una dieta vegan-crudista tendenziale con crudismo 70% sostenibile ed accettabile, basso-proteica e basso-grassa, rispettosa dell’apporto calorico indispensabile. C’è bisogno assoluto di una dieta stile Pitagorico-Ippocratico, vera e valida da 2500 anni se non da milioni di anni.

LE ALTERNATIVE ALLE PORCHERIE ALIMENTARI ESISTONO

Le alternative al veleno drogante chiamato zucchero esistono. Stevia, acero, agave, sciroppi di riso, succhi di mele e di uva, datteri, uvette, fichi secchi, miele grezzo. Stiamo invece attenti a non cadere dalla padella nella brace con gli edulcoranti sintetici, vere e proprie eccito-tossine, come l’aspartame E951, contenente acido asportino o metanolo, veleno a bassissimo tasso di eliminazione, con dimostrati danni al cervello. Stesso discorso per Acesultame K, Saccarina E954, Ciclamato E951, Sucralosio (600 volte più dolcificante del saccarosio!). Evitare pure sorbitolo, mannitolo, patatine, chewing-gum, gelati commerciali, bibite gassate, cole, e tutte le cose lontane da Madre Natura.

NIENTE SIGLE MA CIBI VERI COLORATI, TOCCABILI E MASTICABILI

Eliminiamo gli additivi a rischio, tipo E102, E104, E110, E122, E124, E129. Eliminiamo i depositi di piombo. Eliminiamo i residui dei veleni imposti con le vaccinazioni, ovvero svacciniamo i nostri bambini, facciamo rifar loro il percorso opposto a quello vaccinatorio. Più frutta e verdura, più patate non irradiate, più legumi, più cereali tipo miglio e saraceno, più semini, radici e germogli, più mandorle-noci-pinoli-pistacchi per gli Omega-3.

COMINCIAMO CON L’ELIMINARE LE SOSTANZE INSIDIOSE

Eliminiamo dal loro menu ogni cibo spazzatura, ogni cibo Ogm, ogni cibo spazzatura ed ogni bevanda-spazzatura, ogni cibo carico di pesticidi, ogni patata irradiata, ogni cibo cotto al micro-onde, ogni cibo stracotto oltre il tetto dei 120°C che porta alla formazione di acrilamide, ogni cibo stile Fast-food, ogni farmaco ed ogni integratore causativi di carenze minerali.  E allora vedremo come i bambini torneranno ad essere sorridenti, rispondenti e privi di strane sindromi e di caratteri nevrotici ed intrattabili.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.