JOHN E ROBERT KENNEDY SUI VALORI CHE RENDONO LA VITA MERITEVOLE DI ESSERE VISSUTA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LA DENUNCIA DI JOHN KENNEDY CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE IN DATA 27/4/1961

ECCO IL PERCHÉ DELL’ASSASSINIO

Per le idee di democrazia e di libertà senza compromessi che aveva da sempre, e per il discorso chiaro e trasparente dell’aprile 1961, John Fitzgerald Kennedy, ultimo grande presidente degli Stati Uniti d’America, è stato assassinato a Dallas il 22 novembre del 1963. Anche il fratello Robert, che coltivava le stesse opinioni, ha fatto la stessa fine. I Kennedy sono stati eliminati perché davano fastidio a coloro che, al di sopra della presidenza tiravano le fila di un sistema corrotto e marcio fino alle fondamenta.

TANTI NEMICI POTENZIALI, MA IL NOM IN PRIMA LINEA

Ci sono decine di migliaia di libri su chi ha eliminato questo grande presidente. Dalla Federal Reserve, a Lindon Johnson, alla mafia, ai castristi, ai fabbricanti di armi. Ai tanti nemici che Kennedy si stava facendo con la sua incredibile sincerità, franchezza e trasparenza

INFILTRAZIONE AL POSTO DELL’INVASIONE, EVERSIONE AL POSTO DELL’ELEZIONE, INTIMIDAZIONE AL POSTO DELLA LIBERTÀ DI SCELTA

Qui di seguito le parole di Kennedy dal vivo, come ognuno le può ascoltare sugli audiovisivi internet. “Signore e Signori. La parola segretezza è ripugnante in una società libera e aperta. E noi siamo un popolo storicamente ed intrinsecamente contrario a procedure segrete e ad associazioni segrete. Non a caso veniamo contrastati in tutti i punti caldi del pianeta da una cospirazione spietata, assillante e monolitica che si sostiene principalmente su strumenti segreti per espandere la sua sfera di influenza, basandosi sull’infiltrazione al posto dell’invasione, sull’eversione al posto dell’elezione, sull’intimidazione al posto della libera scelta”.

UNA MACCHINA MOSTRUOSA E CORROMPENTE

“Trattasi di un sistema che ha i suoi coscritti e i suoi servitori. Un sistema dotato di grandi risorse umane, finanziarie e materiali per la costruzione di una macchina tanto efficiente quanto mostruosa, capace di combinare e mettere assieme operazioni militari, operazioni diplomatiche, servizi segreti, economia, scienza e politica”.

TRAME SUPER-NERE RICAMATE NELL’OMBRA

“L’organizzazione è segreta e non rende noti i suoi errori nascosti, non pubblica le sue risorse e i suoi bilanci, non elenca spese da approvare, non fa trapelare alla luce del sole i suoi piani e le sue azioni.
Ecco perché il legislatore ateniese Solone dichiarò criminoso per un cittadino lavarsi le mani e astenersi dal dibattito politico”.

VOGLIO ALLERTARE IL CITTADINO, PER RENDERLO LIBERO E INDIPENDENTE

“Sono qui a chiedere il vostro aiuto nel tremendo compito di informare ed allertare gli americani. Sono fiducioso che con il vostro supporto l’uomo sarà ciò per cui è nato, ossia libero e indipendente”.

John F. Kennedy

****

LA DENUNCIA DI ROBERT KENNEDY CONTRO IL PIL DELLE NAZIONI SVILUPPATE

ALTRO STUPRO STORICO CONTRO LE BOCCHE DELLA VERITÀ

Il 18 Marzo del 1968 Robert Kennedy pronunciava, presso l’università del Kansas, un discorso nel quale evidenziava l’inadeguatezza del PIL come indicatore del benessere delle nazioni economicamente sviluppate. Tre mesi dopo veniva ucciso durante la sua campagna elettorale che lo avrebbe probabilmente portato a divenire Presidente degli Stati Uniti d’America.

LO SPIRITO NAZIONALE NON PUÒ BASARSI SULL’INDICE DOW-JONES

Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del Prodotto Interno Lordo.

NEL PIL C’È DI TUTTO, ANCHE LA PEGGIORE DELLE SPAZZATURE

Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana. Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini.

NEL PIL CI SONO LE ARMI E IL NAPALM

Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, comprende anche la ricerca per migliorare la disseminazione della peste bubbonica, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari.

IL PIL NON INCLUDE LA SALUTE E LA FELICITÀ DELLA GENTE

Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia o la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere o l’onestà dei nostri pubblici dipendenti. Non tiene conto né della giustizia nei nostri tribunali, né dell’equità nei rapporti fra di noi.

IL PIL NON TESTIMONIA IL CORAGGIO, LA SAGGEZZA, LA CONOSCENZA, I VALORI CHE RENDONO LA VITA MERITEVOLE DI ESSERE VISSUTA

Il PIL non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta. Può dirci tutto sull’America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani.

Robert Kennedy

*****

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Enzo Spataro on

    La chiesa è la dimora di satana, in ogni caso è la personificazione del male.