MAL DI GOLA PROLUNGATO E SCHIZOFRENIA DEL CONTAGIO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN MALE DI GOLA CHE NON ACCETTA A PASSARE

Carissimo Valdo, da qualche mese, con modalità altalenanti, ho fastidi alla gola. L’ultimo, da una settimana, presenta pure difficoltà a deglutire. La mia alimentazione è molto sana, vegan al 98%. A volte, in casi eccezionali, cedo sul pesce. Non fumo, non bevo. Non uso farmaci. Ma questo mal di gola non accenna a passare.

LE SENTENZE DELL’OTORINO

L’otorino mi ha visitata, ha detto che è virale, che sta diventando batterica, che rischio tonsilliti varie ed altre complicazioni. Io sto prendendo prodotti naturali tipo integratori per la stimolazione delle difese immunitarie. Alcuni giorni mi passa, altri, come oggi, mi torna il dolore molto acuto con secrezioni di muco. Lavorando nel poliambulatorio sono costretta a essere in buona salute e anche, in un certo molto, a curarmi con farmaci che non vorrei prendere. L’otorino mi ha prescritto l’antibiotico ma io non lo voglio prendere.

SENZA L’ANTIBIOTICO TEMO DI PEGGIORARE

Non ho modo di fare digiuni a letto. Conduco una vita dove riposo ed inerzia sarebbero impossibili.
Potrei fare un semidigiuno a centrifugati, ma con quali garanzie? L’otorino mi visiterà di nuovo la prossima settimana. Senza prendere l’antibiotico temo di peggiorare. Stavo valutando l’omeopatia. Purtroppo ho la necessità lavorativa di stare bene. Puoi darmi un consiglio? Ho già letto le tue tesine al riguardo. Ma se uno non può fare digiuno, cosa deve fare?

DUBBI AMLETICI SU BATTERI, VIRUS E CONTAGIO

Inoltre ho una domanda. Come mai, se i virus e i batteri non sono responsabili, il contagio esiste? Ad esempio, il mal di gola è venuto anche a mia sorella, che vive con me, e al mio ragazzo. Come mai, se virus e batteri non c’entrano, le persone si ammalano se vivono a stretto contatto? Ti ringrazio per le eventuali spiegazioni che vorrai darmi. Buon proseguimento..
Daniela

*****

RISPOSTA

FIDATI DI CLAUDE BERNARD

Ciao Daniela. Qualsiasi fastidio alla gola evidenzia uno stato di intossicazione del sangue risolvibile soltanto mediante un miglioramento del milieu interieur auspicato da Claude Bernard, un medico che capiva di queste cose 1000 volte di più dei mediocri medicastri prodotti in serie e in fotocopia dalla attuale medicina monatta e post-montata. Se non risolvi il tuo problema significa che stai commettendo alcuni errori fondamentali e dovrai pertanto ritrovare il tuo equilibrio dialogando col tuo corpo e trovando spiegazioni basate sulla logica e sul buonsenso, senza farti traviare da antiche paure e dalle solite sciocchezze virali e batteriche condite di complicazioni, ossia del solito terrorismo  medicale praticato in lungo e in largo.

DIGERIRE BENE È FONDAMENTALE

Non sempre naturale è sinonimo di buono. Occorre usare la testa ed il buon senso della misura. Non esiste distretto corporale, cervello a parte, con tanti neuroni quanto l’intestino. Cervello, stomaco e intestino sono direttamente interconnessi e dialogano in continuazione. Tutto il tratto gastrointestinale, che maltrattiamo in continuazione con cibi offensivi ed inadatti, è collegato al sistema nervoso, al sistema ormonale e al sistema immunitario. Nell’addome abbiamo insomma un secondo cervello, un cervello viscerale. Dobbiamo dare priorità a digestioni semplici ed efficaci, capaci di produrre sangue puro e circolante.

DIFENDERE A SPADA TRATTA LA NOSTRA FLORA BATTERICA

Le cellule del nostro corpo fanno parte di un unico ecosistema dove sangue e linfa portano nutrimento ad ogni singola cellula e ne portano via  i rifiuti, cioè quello che resta dopo i processi di respirazione, digestione e assimilazione. Ci ammaliamo non a caso e non per colpa del medico ma per le nostre scelte sbagliate che portano alla intossicazione del sistema. La colpa della medicina chiaramente sta poi nei suoi interventi vaccinatori, nelle sue disinformazione alimentari e nelle sue invasività curative che impediscono letteralmente al corpo di autoguarire. Il microbiota, ossia la massa dei microbi residenti nell’intestino, composta da oltre 1000 diverse specie di batteri, va difesa e mantenuta a spada tratta, visto che riveste un ruolo cruciale per una funzione digestiva corretta.

LA MALATTIA ARRIVA SOLO QUANDO SERVE E DURA SOLO FIN QUANDO CE N’È BISOGNO

Per quanto concerne la tua incapacità di guarire e di comprendere la malattia, tutto questo deriva da errata impostazione ideologica e da mancato rispetto delle leggi naturali. La malattia sorge solo quando necessario e dura solo finché ce n’è bisogno, e non fino a quando lo desideriamo noi. La Health Science non cade nei tranelli dell’antibiotico e crede fermamente nelle cure naturali che corrispondono del tutto ai principi delle vere scienze e delle vere arti mediche trasmesse da quel grande iniziato che si chiamava Ippocrate, e continuate con Galeno, con la Scuola Medica Salernitana, con Paracelso, con la Scuola naturopatica tedesca di Louis Kuhne, di Padre Taddeo di Wiesent, di Max Pettenkofer e di Arnold Ehret, e soprattutto con la Scuola Igienistica Americana dei vari Trall, Tilden ed Herbert Shelton.

LA MEDICINA DI OGGI HA DIVORZIATO DALLE LEGGI NATURALI

Ippocrate, ispirato dai nostri Parmenide e Pitagora, affermava che la Natura dell’uomo è costituita ad immagine della Natura del mondo, e che essa è la Guaritrice per eccellenza, a condizione che i suoi effetti siano sostenuti, assecondati e diretti come conviene. L’arte del vero medico consiste nel seguire la Natura, non nel farne una nuova o ancor peggio nel volersi sostituire ad essa. La Natura e non la medicina scassata e traballante di oggi è Sovrana Mediatrice di tutti i mali. La Medicina odierna non ha alcun diritto di chiamarsi scienza. Essa ha voluto allontanarsi dalla Natura e creare una medicina nuova del tutto artificiale, incapace di guarire in modo vero, radicale e naturale.

TREMENDI ERRORI DI UN MEDICALISMO IN VIA DI AFFONDAMENTO

Essendo scuola di azione e di esperienza, la medicina delle essere scuola di sintesi, mentre oggi essa è basata erroneamente sulla analisi, sulla specialità, sui compartimenti stagni, sul materialismo. Che importa puntare poi al prolungamento della vita umana se l’uomo non sa nemmeno farne uso? In ogni caso la curomania medica accorcia la vita anziché prolungarla, la peggiora anziché migliorarla. La medicina ha il compito istituzionale di portare salute, equilibrio e serenità, sviluppando valori estetici, etici e morali. La medicina deve comprendere la necessità di evolversi e di progredire e deve riconoscere una buona volta i suoi tremendi errori di base. Essa si ritrova su una falsa strada che sta degradando fisicamente e spiritualmente l’Umanità. Senza una rivoluzione alle sue basi, essa affonderà del tutto.

PARLARE DI VIRUS E BATTERI SIGNIFA COPRIRSI DI RIDICOLO

Scagliarsi poi contro microbi e batteri significa cadere nel banale e nel ridicolo. Agendo in questo modo si perde di vista la vera causa del male e si lotta contro le ingannevoli apparenze, guardando fino alla punta del naso e niente oltre. L’umanità ossessionata dal microbo. L’umanità preda dei virologi, delle mascherine, dell’amuchina e della smania di sterilizzare tutto. L’uomo che dovrebbe essere il re della creazione è stato vinto dalla paura davanti all’essere minuscolo e invisibile.

SPAVENTARE LA GENTE SIGNIFICA AMMALARLA E SOGGIOGARLA

La microfobia infatti atterrisce e spaventa, e sappiamo come la paura apra le porte ad ogni malattia.  Il grande igienista germanico professor Max Pettenkofer si procurò delle culture di colera e di altri bacilli e le ingerì più volte davanti ai suoi allievi per dimostrare la falsità delle teorie pasteuriane.
Diversi altri medici ancora fecero la stessa cosa. Nel mio piccolo io stesso  ho assunto nel corso di un paio di conferenze della sporcizia del pavimento carica evidentemente di batteri e virus esterni, senza mai essere colpito. Ma chi vive nel terrore perde ogni cognizione ed ogni capacità di ragionare. Ed è proprio per questo che la gente cade nella aberrante trappola delle vaccinazioni. Paura dei microbi e del contagio sono il rifugio delle menti deboli e fragili della medicina, usava dire la grande Florence Nightingale!

L’ENORME BUFALA DEL CONTAGIO

Prendiamo la tubercolosi, una malattia estremamente contagiosa che si diffonde, dicono, con la semplice inspirazione dell’aria contaminata. Se essa fosse davvero contagiosa tutte le persone che vengono a contatto con essa la dovrebbero contrarre. Eppure migliaia di medici e infermiere vivono giorno e notte in mezzo ai tubercolosi per decenni senza mai diventare tubercolotici. Sappiamo di tanti missionari che vivono tra malati colpiti dal colera, dalla lebbra o dalla peste, senza essere sfiorati da tali malattie. Nelle famiglie numerose colpite dalla difterite succede che due membri la contraggono e cinque altri no. Questo significa che non esiste contagio da parte della malattia, ma semplice induzione simultanea nelle persone caratterizzate dalla stessa situazione morbosa interna, dallo stesso terreno patologico, dalle stesse abitudini perverse, dagli stessi punti deboli interni, visto che il microbo è niente e il terreno è tutto.

UNA BORSA DI ERBE CAMPESTRI PER IL DOTTOR PAGNUCCO

Ricordo che da ragazzino, nella mia famiglia di 4 persone a Tavagnacco ero l’unico a differenziarsi per la mia dieta rigorosamente vegetariana. Ad ogni scoppio di epidemia asiatica o simile, arrivava trafelato il dr Aldo Pagnucco dal suo ambulatorio di Feletto Umberto, con il suo rifornimento di tachipirina e di antibiotici. Ed ogni volta rimaneva di sasso vedendo che tutti erano a letto fuorché io. Risolse il tutto dicendo che dovevo essere un tipo davvero speciale. Il giorno dopo raccolsi nell’orto una borsa di tarassaco e di ardielut o valeriana e gliela portai, dicendogli che quella era la magica medicina che mi teneva alla larga dai microbi!

ESISTONO PURE DEI RIMEDI NATURALI AL MAL DI GOLA

Quando sarete ridiventati sani, ogni paura di contagio sarà bandita dal vostro spirito. Laddove c’è la salute non esiste posto per la malattia, come in una stanza dove penetra la luce del sole non c’è posto per l’ombra. Cure risolventi per il mal di gola? Ce ne sono. Mai alimentarsi finché abbiamo la gola dolente ed infiammata. Un digiuno parziale a base di succo di limone e miele, masticando zenzero e aglio crudo, applicando un cataplasma di cipolla grattugiata sulla gola e portando di notte una collana di aglio, apporta sicuri miglioramenti. Una tisana di coda cavallina e di menta può darci una mano.

STIAMO ALLA LARGA DA ANTIBIOTICI E ANTIVIRALI

Mai farsi tentare dagli antibiotici. Siamo composti da 100 trilioni di cellule, ma soprattutto da 1000 trilioni di batteri vivi che esistono in simbiosi e stretta alleanza con noi medesimi. Lo vogliamo capire o no che assumere antibiotici significa alterare l’equilibrio batterico e la flora intestinale per mesi e per anni, oltre che martellare ed indebolire il sistema immunitario e oltre che aprire la strada a muffe, a micosi, a candide, a vermi ed ascaridi? Mai farsi tentare poi dagli antivirali. Lo vogliamo capire una buona volta che i virus endogeni sono innocente polvere cellulare morta che va soltanto espulsa prontamente grazie alla nostra forza immunitaria?

CERCHIAMO DI MANTENERE LA MENTE APERTA E DI NON FARCI INQUADRARE ED ANNIENTARE

Lo vogliamo capire una buona volta che ho personalmente dimostrato e fornito decine di volte prova del nove irrefutabile che il contagio batterico-virale è una bufala gigantesca, una presa per i fondelli della classe medica attuale contro l’umanità intera? Lo vogliamo capire una buona volta che Ebola, Legionario, Aviarie, e Aids in particolare sono malefiche invenzioni di una medicina truffaldina, fallimentare e marcia fin dalle sue fondamenta? Lo vogliamo capire o no che per dire la verità e per essere credibili oggi come oggi è indispensabili stare alla larga dalle scuole di medicina? Lo vogliamo capire che le informazioni false e tensione sulla salute arrivano paradossalmente proprio dagli enti preposti per legge dello stato alla difesa della salute pubblica? Lo vogliamo capire che un buon filosofo della salute vale 10 volte più di qualsiasi medico costruito artificiosamente da università degeneri che diffondono troppe volte scienza fasulla e diseducativa?

TROPPE MAIL PIENE DI DUBBI E DI PENSIERI NEGATIVI

La lettera della Daniela è valida, utile ed educativa, nel senso che riflette una situazione generalizzata. Approfitto comunque per chiedere cortesemente al pubblico di limitarsi nelle mail ai veri casi di emergenza. Non sono un guru e non sono un guaritore. Prima si studia e si apprende la materia igienista e poi si fanno le domande, e non viceversa. Sono tempestato più che mai da messaggi disperati e disperanti a cui non posso né voglio rispondere. Sono tempestato da messaggi che vorrebbero forse trasformarlo in un bollettino parrocchiale. Sono tempestato da messaggi di persone che dicono di aver letto questo e quello ma che mi costringono a ripetere troppo spesso le stesse cose.

VORREI DIFENDERE LE CARATTERISTICHE QUALITATIVE DEL BLOG E CHIEDO COLLABORAZIONE

Il mio blog intende essere portatore di rinnovamento e di aria nuova, di istruzione e di stimolo a liberarsi dalla dipendenza da ogni sorta di curomania medica, omeopatica e terapeutica in generale. Non accerto di essere trasformato in una specie di bersaglio che si deve difendere da chi parte da assurdi preconcetti di superiorità basati su una medicina tanto super-protetta dai codici e dalle istituzioni quanto superficiale, ambigua, sbiadita e contraffatta.

GUARDO DALL’ALTO IN BASSO LA MEDICINA DEI GIORNI NOSTRI

La spocchia non mi appartiene. Come diceva Socrate, sono meglio degli altro perché so di non sapere. Pratico umiltà e non arroganza, rispetto i medici uno per uno come persone, ma nulla o poco più di nulla ho da imparare da una medicina a malapena centenaria, figliastra del chimico Pasteur, che pretenderebbe di fare le pulci non tanto a me medesimo, ma a una scienza medica plurimillenaria basata su leggi naturali dimostrate ed eterne, nonché supportata da una sfilza di Veri Maestri e di Veri Geni. So per certo che tra le frecce del mio arco dispongo di un pacchetto salute di formidabile valore culturale ed operativo, e so per certo che chi lo segue in modo corretto e coerente può davvero uscire dal suo tunnel patologico e spirituale. La gente deve imparare ad essere autonoma e indipendente, usando discernimento e buon senso, attivando cuore, cervello, spiritualità e tutte le potenti risorse inesplorate che possiede in termini di meccanismi autoguaritivi interni.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
88 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
88
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x