Salute & Alimentazione

ASMA E MUCO NON SI CONTRASTANO COI FARMACI

LETTERA   1


GUARIGIONE A PROSTATA E CISTIFELLEA MA NULLA DA FARE CON L’ASMA

Gentilissimo Valdo, ti ho già scritto altre volte e ti stimo tantissimo in quanto grazie a te ho risolto abbastanza bene il problema alla prostata (adenoma) e la cistifellea (adenoma più calcoli).
Ma com’è che malgrado sia vegano crudista da 5 anni i miei problemi sono peggiorati al punto che ho come unica speranza l’intervento di asportazione dei polipi, riduzione dei turbinati e settoplastica FESS?

RICORSO CONTINUO A RINAZINA E FOSTER

Sono disperato. Ho provato di tutto, incluso l’omeopatia. Ho messo in pratica in questi anni tutti i consigli di Valdo, di Carmelo Scaffidi, di Lazaeta, le fregagioni mattutine e serali, le fustigazioni con ortiche, bagni di sole e aria, tisane depuranti, Rinoplus e digiuni, ma niente risultati. Se non assumo il Foster ho delle crisi asmatiche pesantissime. Se non assumo la Rinazina ho il naso cementato e di notte, se va bene dormo 4 ore. Non riesco a parlare e camminare contemporaneamente. In verità ho risolto il problema alla prostata e alla cistifellea ma, per quanto riguarda il respiro, sono veramente disperato.

MI SVEGLIO ALLE 4 DI MATTINA COL NASO BLOCCATO

Sono sempre in malattia e rischio il posto di lavoro e non me lo posso permettere perchè ho famiglia e affitto da pagare, ma sono così oppresso che desidero a volte morire. Continuo con fede a pregare per questo problema ma nemmeno quello serve. Spero tutte le sere prima di dormire di svegliarmi al mattino con anche solo un leggero miglioramento e invece mi sveglio alle 4 con l’asma e il naso così chiuso che mi sento i timpani scoppiare. Proverò a farmi operare. Se qualcuno sa come aiutarmi lo ringrazierò per il resto dei miei giorni. Grazie.
Michele

*****

LETTERA   2

ASMATICA CON CATARRO STAGNANTE ED INESPULSO AI POLMONI

Buongiorno Valdo, mi chiamo Anastasia e ho 28 anni. Nata nell’86, gemella omozigota e nata prematura suppongo per Cernobyl. Sono asmatica dalla nascita, e da 6 anni presento bronchiestasie ai polmoni nella parte inferiore. La mia vita è diventata un inferno. Prendo cortisonici ogni giorno, ed ogni mese devo ricorrere agli antibiotici perché ho del catarro stagnante nei polmoni che non riesco ad espellere.


RICORSO SISTEMATICO AI FARMACI

I miei farmaci sono Foster spray, Ventolin spray, Montelukast pastiglie, Antibiotici al bisogno, Augmentin e affini. Anche in questo momento sono intasata nuovamente e respiro malissimo. Cerco di mangiare vegan. Almeno ci provo. Non è semplice. Non so mai cosa e quanto mangiare e mi ritrovo affamata più di prima. Inoltre qualche volta mi scappano cose onnivore.


TIMORE DI PEGGIORARE LA SITUAZIONE

Ho letto molte esperienze di guarigione tramite una dieta crudista, ma non ne conosco le linee guida e non so come applicarla correttamente. Ho paura di peggiorare la situazione. Inoltre perché bere acqua e limone? Sono molto spaventata, perché adesso mi trovo in Irlanda per lavoro e ho paura di tornarmene di corsa a casa e non esaudire il mio sogno lavorativo. Ho paura che tutto vada in frantumi, e che la mia salute, nuovamente, mi mandi tutto all’aria. Spero in una tua risposta.
Anastasia

*****

RISPOSTA ALLE LETTERE 1 E 2

ASMA SIGNIFICA RESPIRAZIONE CORTA ED AFFANNOSA

Il termine asma sta per respirazione penosa o forzata. Deriva dal greco asthmaìno=ansimare, respirare corto e con affanno. Parliamo di una condizione cronica caratterizzata da ostruzione bronchiale, da muco, tosse, restrizione del flusso d’aria e mancanza di fiato. Infiammazione alle vie respiratorie, al diaframma ed alle vie respiratorie, provocata primariamente da infiammazione gastrointestinale. Viene spesso provocata dalle vaccinazioni di ogni genere le quali incrementano l’acidità del sistema, addensano il sangue, causano ritenzione idrica, sovvertono il pH digestivo, destabilizzano enzimi e flora intestinale, rendono il soggetto debole, vulnerabile ed immunodepresso.

TRATTAMENTI INVASIVI ED ANTIBIOTICI TRASFORMANO L’ASMA IN OTITE

Se trattate con farmaci ed antibiotici, le infiammazioni intestinali e respiratorie si trasformano in miasmi risalenti, e conseguentemente in acufeni ed otiti, oltre che in polipi e sinusiti. La condizione asmatica, altera e blocca il buon funzionamento del sistema sanguigno, linfatico e respiratorio.
Fumo di sigaretta nonché inquinamento domestico e ambientale sono fattori di rischio di BPCO, ossia di broncopneumopatia cronica ostruttiva. Ma tra i fattori causanti primeggiano ancora una volta le carenze alimentari, gli eccessi e gli errori commessi nel mangiare e nel bere.

STRESS E PENSIERO NEGATIVO GIOCANO UN RUOLO CRUCIALE

Non va sottovalutato lo stress di perdere il lavoro, problema comune alle due lettere inviatemi. In ogni caso, non si guarisce da nulla quando si affrontano i problemi con pessimismo, timori e negatività, quando di cercano cure su cure, farmaci su farmaci. Non si guarisce poi a compartimenti stagni, visto che il corpo è un tutt’uno. Non si guarisce nemmeno in tempi brevi o mediante scorciatoie. Men che meno si guarisce quando arrivano delle crisi eliminatorie fatte di incrementi di muco e di blocchi intasanti notturni, che sono spesso sinonimo di scarico e di detossificazione corporale male interpretati. Accogliere queste crisi e non maledirle. Porre massima attenzione ai cicli circadiani e in particolare a quello notturno, dove si va nelle mani dell’ipotalamo. Incrementare la propria preparazione igienista e la conoscenza del proprio corpo risulta basilare.

PIÙ CONOSCENZA DEL PROPRIO CORPO E PIÙ RIGORE NELLE PROPRIE SCELTE

Nulla aiuta quanto una dieta vegancrudista e vitale rigorosa, dove vanno eliminati i cibi muco-formanti ed acidificanti, specie carni e latticini, specie zuccheri e sali concentrati, specie cibi e bevande-spazzatura, specie integratori e farmaci. L’inserimento di bevande al succo di limone risulta benefico in quanto alcalinizza il sistema. Ottimi il rafano e i ravanelli, ciliegie e pesche, mirtilli e ribes, more di gelso e more di rovo. Camminare ogni giorno e tenere impegnato l’apparato respiratorio è indispensabile se lo vogliamo rafforzare. Anche i bagni in mare con acqua salata inspirata dal naso e scaricata dalla bocca aiuta molto, pratica che si può fare anche a casa usando dei sali appositi in vendita nelle farmacie. Il lavaggio delle narici si può anche praticare con acqua e succo di limone. Il peggiore trimestre dell’anno è quello che va da marzo a maggio, in quanto vengono a mancare il supporto della frutta fresca e dei preziosi raggi solari. Prenderne nota e ripartire con maggiore grinta da metà maggio in avanti, con le primizie stagionali e con quanto offre la natura.

IL PACCHETTO SALUTE DELLA HEALTH SCIENCE NON HA EGUALI PER RITROVARE L’EQUILIBRIO

Valgono in questi casi, come per tutte le malattie, i principi del 1) Credere in se stessi e nelle forze guaritive che derivano dal nostro medico interno messo in grado di operare al meglio, 2) Ripristinare la salute del fegato e degli organi base correlati, mantenendoci puliti all’interno, 3) Rafforzare il sistema immunitario, 4) Fluidificare il sangue mediante digestioni semplici e non complicate.

TESINE DA LEGGERE

– Rinite allergica, naso chiuso e ovattato dasl muco, del 29/4/15
– Asma cronica, poliposi nasale, otite ed acufeni, del 15/11/14
– Il falso problema della rinite vasomotoria, del 10/6/14
– Digiuno, respirazione e tosse secca serale, del 16/5/13
– Apnea costruttiva notturna e sonno difficile, del 16/4/13
– Liberarsi dalla rinite, dall’insonnia e dalle allergie, del 30/3/13
– Bronchite, febbre, panico, cortisone e antibiotici, del 17/2/13
– Fibrosi cistica, insufficienza respiratoria e pacchetto alcalinizzante, del 14/9/123
– Rinite, dismenorrea e amore per il latte, del 22/8/12
– Sindrome ASA, rinosinusite, emoviscosità ed aggregazione piastrina, del 26/4/13
– Sinusite, muco e antibiotici, del 18/3/12
– Rinite, cefalea, dfreddo e difficoltà eliminative, del 3/3/12
– Ritenzioni, intolleranze, riniti, sintomi inascoltato e malsoppressi, del 19/2/12
– Rinite iatrogena causata dagli antibiotici, del 5/12/13
– Milza ingrossata, poliposi nasale e rinite cronica, del 30/7/12
– Raffreddore, otite, tonsille ed adenoidi, del 29/12/11
– Dissenteria, allergie e turbinati, del 6/6/11
– Rinite cronica e ipertrofia dei turbinati, del 24/5/11

Valdo Vaccaro