Salute & AlimentazioneVirus, Batteri, Contagio, Vaccinazioni

RIVELAZIONI DI FUOCO SULLA VERGOGNOSA E CRIMINALE MONTATURA AIDS

LETTERA
HO UNA STORIA ESTREMAMENTE IMPORTANTE DA RACCONTARE

Egregio dr Vaccaro. È da molto tempo che volevo scriverle ma ho atteso un po’ per motivi che spiegherò a breve. Mi scuso in anticipo con Lei e i Suoi lettori se la mia storia risulterà lunga. E a tratti, ne sono conscia, incredibile.

SONO FIGLIA DI MAGISTRATO BELGA E DI DOTTORESSA ONCOLOGA ITALIANA

Ma alla luce del dramma da me vissuto e di quello che so sta capitando in Italia, mio paese di origine anche se non ci vivo più, è necessario che spieghi alcune cose, perché le ho vissute sulla mia pelle e perché sono figlia un magistrato belga e di una madre medico italiana. È inutile negare che il loro lavoro e le loro conoscenze sono state decisive per il lieto fine della mia terribile storia.

VISITA DI ROUTINE E DIAGNOSI DI SIEROPOSITIVITÀ HIV

7 anni fa da un controllo di routine durante una donazione di sangue (sono donatrice da sempre) mi viene chiesto di ripresentarmi immediatamente per “problemi con gli esami” che necessitavano di verifiche. Spaventata mi reco subito sul posto col mio compagno (e per fortuna attuale marito). Senza mezzi termini mi dicono “hiv positiva, deve andare immediatamente in tale ospedale infettivologico per controlli approfonditi”. Non sono ancora in grado di descrivere come mi sono sentita in quel momento, le parole non rendono l’idea.

MAI ASSUNTO DROGHE E MAI TRADITO IL MIO UOMO

Sanissima, sportiva, fidanzata da 8 anni con un uomo stupendo (ovviamente gli hanno fatto i test hiv molte volte: sempre negativo, che virus strano). Mai toccata una droga, mai tradito il mio uomo. E nemmeno lui, ne sono certa. Sconvolta ma dentro di me certa di un errore, arrivo quindi nell’ospedale specializzato.

UN OSPEDALE DA INCUBO

Un incubo, un film dell’orrore surreale. Non viene fatta nessuna domanda sulla mia storia, non viene raccolta un’anamnesi (obbligatoria per legge nella cartella clinica), non vengo visitata, non vengo ascoltata. Altri prelievi, altri esami e ci rivediamo tra qualche giorno. Torno, nel mentre comincio a non mangiare, non dormire, temo che la mia famiglia, i miei amici e soprattutto mia madre medico e il mio fidanzato mi abbandonino.

TERRORISMO A TUTTO SPIANO E NESSUNA FORMA DI DIALOGO

Mi viene confermata la positività. Mi dicono “ha la carica virale a 7 milioni”. Gli dico decine di volte che non è possibile. Niente da fare: continuavano ad insistere. Più volte gli dissi che il mio partner era negativo, che io non avevo avuto comportamenti a rischio di alcun tipo. La loro risposta era come una preghiera ripetuta ad oltranza: “Non si chieda come l’ha preso signorina, ce l’ha e basta”. Pensavo di morire.

HO LA FORTUNA DI AVERE DUE GENITORI DI PRESTIGIO

Nel mentre mio padre, grazie alla sua posizione inizia a informarsi. Lo stesso fa mia madre come medico, sebbene lavori in un settore non molto vicino alle malattie infettive perché è oncologa. Lei mi credeva, e faceva ricerca giorno e notte, chiamando e contattando colleghi per consulenze in giro per il mondo.

MI DOCUMENTO SUL WEB E SCOPRO LE FRODI DI ROBERT GALLO E I MILIONI DI GENTE ASSASSINATA DAI CRIMINALI AIDS

Inizio a documentarmi sul web e scopro che prestigiosi scienziati contestano la teoria ufficiale sull’Hiv. Ne avevo sentito parlare da adolescente ma non avevo mai approfondito. Grande cosa internet. Mi imbatto in alcuni sconvolgenti documenti scientifici (gli articoli originali di Robert Gallo contraffatti, le denunce da lui subite per frode scientifica e molto altro) che dimostrano questa aberrante menzogna che penso abbia ucciso centinaia di migliaia di persone nel mondo.

PROVE STORICHE E CLINICHE E SCIENTIFICHE SU UNA FRODE INTOLLERABILE

Una menzogna di cui ci sono tutte le prove, storiche e cliniche e soprattutto logiche. Una notte con mia madre vedo che tra i vari motivi che possono rendere “positivi” i test Hiv ci sono i vaccini. E lì mi scatta un’intuizione: ero stata in un paese esotico in vacanza mesi prima e avevo proceduto alle vaccinazioni del caso (me ne sono ovviamente molto pentita, ma a sapere prima le cose).

VERDETTO DI MIA MADRE? TU RAGAZZA SEI SANA E NON HAI NULLA!

Mia madre continua a fare ricerche e trova due ricercatori (di cui preferisco non fare il nome per tutelarli visto che so che sono stati oggetto di minacce molte gravi) che le mandano moltissimo materiale sul tema e la rassicurano che io non ho nulla di mortale. Mia madre è sconvolta, come donna e come medico. Una sera tornò a casa molto tardi da lavoro e mi disse: “Non hai nulla, è chiaro che qui c’è qualcosa di molto strano sotto” (si riferiva alla teoria Hiv-Aids). Mi portò i fogli illustrativi dei test, li leggemmo insieme e passavamo dal riso al pianto.

UN IMBROGLIO NERO SU BIANCO, MENTRE LE MAGISTRATURE SONO AL CORRENTE SUL VIRUS INVENTATO!

Incredibile. Non solo tengono nascosta la verità alla gente, ma poi te la mettono pure per iscritto: “Non sono test diagnostici per confermare l’infezione da Hiv”. Sì, non so se lo sa, viene scritto nei fogli illustrativi dei test. Una frode, messa nera su bianco da chi li produce. Oltre il danno anche la beffa. Nello stesso periodo mio padre viene a sapere da colleghi Magistrati suoi amici intimi che le magistrature di tutto il mondo sono informate sul “virus inventato”.

Abbott RealTime test HIV

PRESSIONE DEGLI INFETTOLOGI PER LA TERAPIA ANTIRETROVIRALE E PROMESSA CHE MORIRÒ ENTRO UN ANNO IN CASO DI RIFIUTO

Stanca e stravolta ma piena di entusiasmo, cerco di riprendere la mia vita in mano. Dovevo sposarmi l’anno dopo, ma non osavo nemmeno più parlarne per timore che il mio uomo mi abbandonasse. Passati pochi mesi dalla mia “diagnosi” gli infettivologi iniziano a farmi pressione per iniziare la terapia antiretrovirale. Io rifiuto. Iniziano a dirmi che “morirò entro un anno massimo due se non prima”. Inizio allora a documentarmi sui farmaci anti-Hiv, giorno e notte per settimane fino allo sfinimento, sempre insieme a mia madre, e scopro anche qui (la fiera dell’assurdo) che nei fogli illustrativi dei farmaci contro HIV viene scritto “Non curano e non prevengono l’infezione da Hiv e da Aids. Effetti collaterali comuni: bassa conta dei globuli bianchi, e questo rende la gente vulnerabile alle infezioni”. E mia madre mi fa notare che tutte le patologie indicate negli effetti collaterali fanno parte della definizione di Aids! Le giuro che non ci credevo e mia madre ancora meno.

L’ESITO FINALE È CHE IN 5 ESAMI DI FILA PRESSO ALTRI LABORATORI NON SONO SIEROPOSITIVA

Per cercare di non dilungarmi ancora ecco l’esito della mia storia. Dopo qualche mese ho ripetuto (sebbene per niente convinta vista la totale falsità fraudolenta dei test, chi mai li farebbe se sapesse cosa c’è scritto nei bugiardini?) tutti i test Hiv. Ebbene: TUTTI NEGATIVI, non una volta ma 5 volte di fila in e in tre laboratori differenti. E ho scoperto che non sono una miracolata. Di casi come i miei ce ne sono chissà quanti, è tutto documentato in letteratura da decenni. Ma nessuno ne parla. E lì ho capito cosa intendeva dire il Nobel Montagnier con la sua famosa intervista in cui dice che “possiamo essere esposti all’Hiv molte volte senza essere infettati, il sistema immunitario eradicherà il virus in poche settimane.

luc montagnier aids

NON ESISTE ALCUN VIRUS DA ERADICARE ED IO SONO LA PROVA VIVENTE DI QUESTO

Bene, io sono la prova vivente di questo. E non ho eradicato proprio nulla visto che non c’è alcun virus da eradicare. Nel mio caso erano state le vaccinazioni a farmi risultare “positiva”. E basta anche la gravidanza (per quello consigliano il test a tutte le donne incinte?) e decine di altre cause banali e meno. Sono tornata alla mia vita, mi sono sposata e tra 3 mesi darò alla luce una bambina.

L’AMBIENTE DEI MONATTI MI HA INSULTATA DICENDO CHE SONO LIBERA DI MORIRE

Ovviamente mi sono subito recata dai “cari” infettivologi, senza dirgli che avevo ripetuto gli esami volevo sfidarli e fargli le domande giuste e continuare a contestare la diagnosi. Mi hanno praticamente insultata dicendomi che se volevo morire ero libera di farlo. Gli ho risposto ridendo che se quella era scienza era meglio sentire gli oroscopi e che non mi avrebbero mai più vista. Mio padre chiese la consulenza ad un famoso professore di medicina legale che mi disse che anche denunciandoli non avremmo ottenuto nulla e soprattutto che dovevo pensare a tornare alla normalità e mettere da parte questo orrore di esperienza.

TEST ILLEGALI E MEDICI CORROTTI FINO ALL’OSSO

Provo una rabbia indicibile per tutto questo, per i test che sono una frode illegale, per l’atteggiamento di pseudo medici corrotti (si stupirebbe se sapesse quanti primari infettivologi hanno l’indirizzo personale di casa che stranamente coincide con sedi delle “benevole associazioni di lotta all’AIDS”) che non si fanno problemi ad uccidere la gente avvelenandola per tenere in piedi una farsa che, se non fossi stata figlia di due genitori intelligenti e bene inseriti negli ambiti giusti, avrebbe rovinato e quasi certamente ucciso anche me. E i miei sogni e il mio desiderio di maternità (diciamo alle donne incinte di non fumare e poi diamo loro l’AZT, sostanza cancerogena bandita anche in USA, se “positive” ad un test fraudolento?

NADIA TOFFA INGAGGIATA DA POTERI FORTI E FALSI PIÙ DI GIUDA, IN UN PAESE INCIVILE , IGNORANTE E MAFIOSO

Un’ultima parola sulla Sua situazione dr.Vaccaro: sappia che i poteri in azione su questo tema (e molti altri) sono molto forti e queste persone non si fermano davanti a nulla. La mia personale opinione (e grazie a mio padre e mia madre ho fonti alquanto attendibili. Mi creda anche se non posso svelarle) è che Nadia Toffa sia stata ingaggiata da qualcuno per fare quei servizi sull’Hiv che sono meno credibili di Babbo Natale e più falsi di Giuda. Non è la prima volta che capita e non sarà l’ultima. Una vergogna per un paese che si dice civile come l’Italia. Ignoranza mafiosa.

LA VERITÀ STA PER ESPLODERE DI MOMENTO IN MOMENTO

Ma se fanno questo c’è un solo motivo: queste persone (se così si possono chiamare) hanno molta paura. Paura di una verità che ormai non si può contenere, di bocche che non possono più essere cucite e di evidenze che sono ormai documentare e sono state rese pubbliche grazie a pochi scienziati coraggiosi che le hanno divulgate. Per questo scendono così in basso.

HO LA FORTUNA DI ESSERE FIGLIA DI QUALCUNO

Ma non possono e non devono averla vinta. E questa mia testimonianza vuole essere uno stimolo e una speranza per tutte le persone che dovessero trovarsi nell’inferno in cui mi sono trovata io. E che magari non sono state così fortunate da avere due genitori ben collocati. Perché questi grandi “specialisti” dicono cose diametralmente opposte se sei un “paziente X” o se sei “la figlia di qualcuno”.

NON SI FACCIA INTIMIDIRE

Non si faccia intimidire dr Vaccaro. Grazie per il tempo dedicatomi e spero pubblicherà la mia storia.
Con stima.
J.

*****

RISPOSTA
TESTIMONIANZA DAVVERO STRAORDINARIA

Ciao J. Straordinaria e sensazionale questa tua testimonianza verace, diretta, completa ed aperta. Per me nulla di nuovo e nulla di sorprendente. So da decine di anni in ogni dettaglio ed ogni risvolto che siamo di fronte al più stomachevole e allucinante imbroglio mai ordito nella storia ai danni della scienza, e dell’umanità intera. Ma è bene che la gente sappia, e che si dia una svegliata una buona volta.

L’INFAME STORIA AIDS TRASCINERÀ NEL BARATRO SIA I COLONIZZATORI CHE I COLONIZZATI

L’invenzione Aids-Hiv è un regalo iniquo ed infame che l’America ha scaricato sul pianeta rovinando per sempre quel po’ di reputazione e di credibilità residue che poteva in qualche modo vantare. Nessuno al mondo è mai morto né di Aids, malattia inventata di sana pianta, né di Hiv, virus inesistente inventato di sana pianta. Milioni sono invece i morti suicidati perché ignoranti e spaventati e discriminati, o perché soggetti alle criminali cure imposte dalla Comunità dei Monatti e degli Untori, strapagati e stradifesi, che stanno, nota bene, all’interno delle strutture sanitarie nazionali, teste di ponte della malvagità e della voracità illimitata ed immorale dei giganti farmaceutici.
Qualcuno dovrà pur rispondere e pagare per questi delitti contro la popolazione mondiale.

VIVIAMO IN UN PAESE PRIVO DI NERBO E PRIVO DI ETICA

Ho ben presente la corruzione e la sporcizia morale che avvelena e degrada l’Italia rendendolo paese privo di dignità e di indipendenza, privo di sovranità e di decenza nel cuore delle sue stesse istituzioni. L’America dirige a bacchetta, tira le fila e impone disinvoltamente le sue peggiori brutture e i suoi diktat. Ho ben presente le sporchissime trame che stanno dietro la mia intera vicenda.

TESINE DA LEGGERE

Aids Non Malattia Ma Programma Di Governo
Facce Di Bronzo E Avvoltoi Targati Aids Intorno Al Business Più Infame Del Secolo
Storie Di Ordinario Servilismo Lobbistico, Pagate Profumatamente
Virus e Viresse
La Giornata Mondiale Del NienteValdo Vaccaro