CAPELLI BIANCHI PREMATURI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Ti seguo ormai da anni e i benefici che ho ottenuto con il cambio di dieta sono immensi. Ho dimenticato cosa significhi assumere un farmaco, andare in farmacia o fare visite mediche.

Scrivo soltanto per un piccolo problema che ormai da mesi mi fa stare davvero male. Non ho neanche 30 anni e mi ritrovo già tanti capelli bianchi. La mia chioma è folta, non ho problemi di caduta o altro. Soltanto capelli bianchi. Con un incremento a vista d’occhio negli ultimi 14 mesi.

Poco mi importa delle conseguenze sull’aspetto esteriore, tanto più che in generale, dimostro, a detta di tutti, 4-5 anni in meno rispetto a quelli che ho realmente. Mi chiedo invece se una comparsa talmente precoce di capelli bianchi possa essere riconducibile ad uno stato di salute alterato o comunque deficitario.

In sostanza, la paura che mi sta letteralmente divorando è quella di invecchiare prima, morire prima e magari ammalarmi. Come se fosse quasi un segnale, un elemento che mi comunica che sono destinato ad un percorso più breve.

Tu cosa ne pensi? Dovrei effettivamente continuare a preoccuparmi o in qualche modo la comparsa, anche molto precoce, dei capelli bianchi nulla ha a che vedere con la salute e la longevità?

Ti ringrazio infinitamente per la risposta che vorrai fornirmi. Ti stimo tantissimo e sono infinitamente grato di aver incontrato, seppur virtualmente, la tua persona. Mi ha cambiato la vita in meglio.
Un abbraccio.
Francesco

*****

RISPOSTA

CAUSE DI CAPELLI BIANCHI

Le motivazioni causanti i capelli bianchi includono fattori ormonali, climatici, genetici, inquinamento, esposizione a sostanze tossiche, nervosismo, stipsi, cefalea cronica, vitiligine, tiroiditi, obblighi, pressioni, stress, caffè e the, cole, fumo, alcol, scarsezza di movimento, scarsa esposizione solare, insonnia, presenza di arsenico e di metalli pesanti nei capelli.

Tutte le tue paure e i tuoi timori sono inconsistenti e privi di base logica. I motivi dell’imbiancamento possono essere tanti. Si parla in genere di accumulo di perossido di idrogeno con qualche logoramento dei follicoli e con blocco della sintesi della melanina. Anche i depositi di cheratina hanno un ruolo. Oppure si parla di carenza dell’enzima Tirosinasi che catalizza la trasformazione dell’amminoacido tiroxina in melanina, il pigmento che dona colore ai capelli.

Da rilevare poi che i capelli bianchi, secchi e sfibrati, crescono 4 volte più velocemente dei capelli normali. C’è qualcuno che per una paura o un trauma improvviso si ritrova coi capelli bianchi nel giro delle 24 ore. E ci sono casi, documentati con tanto di fotografie, di persone alle quali rispunta una chioma scura nella tarda età. Non mancano poi esempi di persone che, nonostante chioma bellissima e priva di capelli bianchi, passano all’altro mondo per diversi motivi.

RISORSE E RIMEDI NATURALI

Le preoccupazioni e le paure sono la prima cosa da neutralizzare e da estirpare dalla mente, se non si vuole farsi del male con le proprie mani. Sia per la forza dell’etere, sia per la conducibilità dell’acqua tramite la sottilissima energia chiamata Hado nel linguaggio del giapponese Masaru Emoto, il pensiero negativo è la peggiore di tutte delle disgrazie.

Siamo infatti avvolti nell’etere e nell’umidità per cui ogni vibrazione negativa viene amplificata e diffusa. È la famigerata tendenza all’ipocondria e ai mali immaginari. Primo non nuocere, principio eterno della medicina ippocratica, significa infatti primo non fare del male col bisturi o col farmaco, e soprattutto non fare del male creando timori e ansie nel paziente.

SMONTO IMMEDIATAMENTE LE TUE IPOTESI ANSIOGENE

Conosco un amico superman che ha 80 anni e ne dimostra tanti di meno. Bravissimo idraulico, impegnato persino in Africa per progetti di urbanizzazione e di scolarizzazione gratuita a fini umanitari. Lo ritrovo spesso lungo la pista ciclabile e la ippovia del torrente Cormor a nord di Udine, sempre sudato, sbuffante e in corsa. Una macchina perfetta. Siamo molto amici e mi segue in fotocopia.

Un po’ di anni fa gli ho ceduto il mio camper seminuovo, che lui utilizza tuttora nel suo lavoro. Grande mangiatore di cachi, di fichi, di ciliegie, di radicchio e di tarassaco. Sano e robusto come un pesce dell’oceano. Sicuramente qualche ovetto da galline ruspanti lo mangia, ma per il resto è un elemento incredibilmente positivo e virtuoso. Ebbene la sua chioma è folta e bianca da quando aveva vent’anni.

MINERALI ORGANICATI

Per favorire la tirosinasi serve rame organico, importante nella produzione di melanina (cacao, girasole, anacardi, lenticchie, funghi, mandorle, cime rapa, patate dolci, spinaci).

Serve selenio organico (germe di grano, uvetta secca, noci, girasole), zinco organico, semi rocca, sesamo, papavero, germe grano).

Serve ferro organico (castagne, farina di castagne, tarassaco, broccoli, germe grano, sesamo, girasole, miglio, pistacchio, noci, lupini, fagiolini).

VITAMINE NATURALI

Servono vitamine naturali come:

  • Vitamina A (spinaci, broccoli, cime rapa, carote, albicocche, pesche, uova).
  • Vitamina E (semi soia, broccoli, spinaci, cavolini, asparagi, olive, uova).
  • Vitamina B3 o niaciona (germe grano, sesamo, girasole, pinoli, peperoncini, funghi, mandorle, semi di zucca, miglio, datteri).
  • Vitamina B5 o acido pantotenico (soia, germe grano, legumi, uova).
  • Vitamina B6 o piridossina (germe grano, cavolo, bietole, agrumi).
  • Vitamina B8 o biotina (avocado, spinaci, pomodori, fagioli, saraceno, avena, lattuga romana,, carote, cavolfiori, mandorle, frutta secca, agrumi, germe grano, funghi, uova).
  • Vitamina B9 o acido folico (funghi, foglie verdi di ogni tipo, germe grano, asparagi, carciofi, fagiolini, cavolfiori, agrumi, rucola, pomodori).
  • Vitamina B12 (semini, cereali, gruppo B in genere, dieta leggera e digeribile con mantenimento in ordine dell’intestino produttore di fattore intrinseco).
  • Vitamina C o acido ascorbico (agrumi, fragole, ciliegie, ananas, pomodori, radicchi, patate, kiwi, melograno). L’avitaminosi C si contrasta con flavonoli e polifenoli, con ortaggi, pomodori, cipolle, semini vari.

Altre sostanze utili sono il Paba (acido para-aminobenzoico, da lieviti e cereali integrali) e la Arbutina, glucoside naturale dell’idrochinone, contenuta in uva ursina, mirtilli rossi e blu, more, lamponi, uva ribes, uva spina, pere.

TRATTAMENTI TOPICI NATURALI

Quanto ai trattamenti esterni sul cuoio capelluto, ottimo lo sfregamento di un bulbo di cipolla o di radici di zenzero, o una poltiglia di cipolle o di zenzero spalmata sulla testa per mezz’ora.

Pure l’applicazione di polpa di avocado idratante, antiossidante, ristrutturante e ringiovanente, può rendersi utile. Anche l’assunzione di cipolla, zenzero ed avocado come cibi non va affatto trascurata.

Ti consiglio infine di fare più movimento e di aggiungere alla tua dieta un estratto fresco giornaliero di carote al 50-60%, più 3-4 componenti a scelta tra sedano, sedano-rapa, asparago, prezzemolo, crescione, mele, ananas, patata, zenzero, topinambur, rapa, bietola, finocchio e cavolo.

Qui puoi leggere la concisa testimonianza di Emma, che dopo due anni di vegan crudismo è tornata ad avere i capelli neri.

Valdo Vaccaro

Il sito è stato penalizzato e completamente demonetizzato da Google.

Supporta il mio lavoro con una donazione, oppure effettuando acquisti attraverso i seguenti link su ilGiardinodeiLibri o su Amazon.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.