IL BIDONE DIETA GAPS E LA VERA CURA CONTRO L’AUTISMO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Carissimo Valdo, come stai? Ho bisogno di alcuni consigli per mia figlia. Oltre ai problemi di cui ti avevo scritto in precedenza ora si sono presentati i sintomi dell’autismo. Sono disperata. La bambina si sta isolando sempre di più. Cercando su internet ho trovato la testimonianza di una mamma, la dr Natasha Campbell McBride, che ha visto guarire suo figlio e altri bambini con la dieta Gaps.

ZUPPE VEGETALI, POLLO, HAMBURGER E UOVA STRAPAZZATE NELLA DIETA GAPS

Ho letto che la dieta Gaps elimina granaglie, zucchero ed amidi quindi patate, tapioca, patate dolci, alcune varietà di fagioli ed aggiunge cibi ricchi di probiotici, grassi buoni, ed amminoacidi necessari per curare le pareti intestinali. Pare che all’inizio della dieta Gaps si mangino zuppe vegetali, pollo, hamburger, ed uova strapazzate quasi ogni giorno.

COM’È POSSIBILE GUARIRE CON TANTI GRASSI ANIMALI?

Ora Valdo mi chiedo, Come é possibile guarire mangiando così tanti grassi animali? Sono d’accordo con una dieta priva di glutine e caseina che va abbinata anche ad una cura di disintossicazione da metalli pesanti, ma come la mettiamo con burro, uova, brodo di pesci e carni e simili?

DOMANDE VARIE SULLA DIETA GAPS

Scusami Valdo ti prego di aiutarmi e di rispondere alle mie domande.

  1. Per favore potresti dirmi qual’è la dieta chelante adatta ad una bambina di 3 anni?
  2. La dieta Gaps é l’unica strada per guarire dall’autismo oppure è sufficiente provare con una dieta per celiaci?
  3. È vero che tanti grassi animali servono a guarire intestino e psiche e, se é così, come posso sostituirli con altrettanti grassi vegetali buoni?
  4. La mia bambina, e noi tutti a casa, facciamo una dieta vegana, ma se la dieta Gaps serve per guarire da questa terribile malattia che ci sta portando via nostra figlia, secondo te, devo metterla in pratica così come é o puoi dirmi come rendere vegana la dieta Gaps?

Aiutami Valdo. Dammi per favore una dieta specifica per guarire da questa malattia. Scusami. Grazie per tutto il bene che fai a tutti! Che Dio ti benedica e protegga sempre! Buon Natale caro Valdo!
Benni

*****

RISPOSTA

NON FACCIAMOCI TRASCINARE DALLA MEDIOCRITÀ E DAL MIRACOLISMO

Ciao Benni. Un consiglio innanzitutto. Smettila di gapsizzarti e di credere a questa tambureggiante e diseducativa onda di carnivorismo dietologicoinfantile. A leggere i vari siti internet sulla dieta Gaps, parente e cugina della dieta paleolitica,  si riscontra una unanimità alquanto sospetta. Tutti sembrano convinti e d’accordo sul fatto che tale dieta guarisca l’autismo. Non solo l’autismo ma una sfilza di malattie che fanno di essa la panacea e la salvezza generale dell’umanità. Qui il rischio non è solo di finire nel ridicolo, ma di finire pure in piena schizofrenia. Quando c’è unanimità al 100% su qualsiasi cosa è lecito sospettare che sotto sotto ci sia del marcio e che esista della gente con forte interesse a spingere in quella direzione.

DIETE CHE GUARISCONO NON ESISTONO

La lista delle malattie che si mitigherebbero e si curerebbero con questa miracolosa dieta includono asma, allergie, autismo, malattie auto-immuni, reflusso acido, costipazione, problemi digestivi, la sindrome da deficit di attenzione, iperattività, il Disordine Ossessivo Compulsivo, l’osteoporosi, l’artrite reumatoide, la fibromialgia, la sclerosi multipla, l’eczema, l’anemia, la sindrome da colon irritabile, gli effetti avversi del vaccino, e la lista continua ancora.

L’unico mezzo guaritivo sta all’interno del corpo. Una dieta è valida quando è capace di mantenere in condizioni operative ideali i mezzi del riequilibrio interno, ossia l’immunocompetenza innata del corpo umano. Tutto il resto sono chiacchiere e voglia di speculare sulle disgrazie altrui.

CIBI LEGGERI COME IL PIOMBO

L’invenzione di questa dieta è dovuta a una cittadina russa trasferitasi negli USA. Lo si evince non solo dai suoi dati anagrafici, ma anche dal fatto che nella sua dieta c’è un inserimento di cibi considerati sovieticamente parlando leggeri e digeribili come pollo, hamburger, uova strapazzate, annaffiati non con spregevole vino italiano o francese da 11 gradi, ma da ottima vodka da 40 gradi, tipo Moskovskaya, Smirnoff e Stolichnaya.

LASCIAMO STARE IPPOCRATE

Una specie di nuovo igienismo di marca russa, ripulito da ogni connotazione vegetariana ed etico-salutistica. Viene citato persino Ippocrate che si rivolterebbe sulla tomba solo se lo sapesse. La Campbell-McBride scorda o ignora che il grande Maestro di Kos prescriveva ai suoi pazienti diete a base di vegetali crudi e di pane integrale, e non certo orrendi cadaverini spennati, e non certo frattaglie, intestini, liquidi organici, ghiandole, code, occhi, orecchi e nasi debitamente macinati, salati, zuccherati e speziati, trasformati in salatini comodi e teneri da masticare. Ippocrate era la sintesi del pensiero e dei gusti pitagorici e mai avrebbe sponsorizzato una dieta anche lontanamente imparentata con la Gaps.

MIGLIORAMENTI TEMPORANEI, PARZIALI E CON INSIDIE NASCOSTE SI OTTENGONO CON QUALSIASI DIETA

Può avere senso che qualche bimbo rimanga avvantaggiato o migliorato in via temporanea ed incompleta da questa dieta? Perché no. Gli stessi seguaci di questa dieta ammettono che si tratta di una soluzione temporanea con intenzione di tornare alla normalità non appena superata la fase critica. Quale può essere il motivo del miglioramento in qualche bambino e non in molti, come si vorrebbe far credere?

SPESSO SI TRATTA DI BANALI COMPENSAZIONI CALORICHE

La ragione consiste nel fatto che troppe volte i genitori dimenticano l’importanza delle calorie e quindi del cibo concentrato che offre materiale più sintetico e compatto, capace di risolvere il gap calorico di una dieta troppo leggera e voluminosa che applicata male, crea fame arretrata e voglia di compensazioni. Assumere cibi cotti, concentrati ed alto-proteici significa assumere veleno o bevande nervine, significa vivere in accelerazione cardiaca, significa esorcizzare, inibire e rimandare ogni forma di detossificazione corporale, per cui niente febbre, niente eruzioni e niente piccoli fastidi.

BLOCCARE OGNI FORMA DI SCARICO-VELENI NON È AFFATTO UN PASSO AUSPICABILE

Ben lungi però dall’essere una situazione ideale. Un corpo che non si detossifica e non si depura finisce per accumulare detriti, residui putrefattivi ed altri veleni autoprodotte dal corpo o ingeriti con la dieta, per cui la resa dei conti non è cancellata, ma soltanto rimandata e differita di qualche mese o di qualche anno, e con conseguenze imprevedibili non prive di insidie.

NON PER DOGMA MA PER FATTI DIMOSTRABILI A RIPETIZIONE NIENTE AL MONDO SUPERA LE DIETE VEGANCRUDISTE TENDENZIALI

Che le diete vegetariane e vegane tendenziali siano  superiori a tutte le altre, indipendentemente dalle denominazioni che esse abbiano, è un fatto accertato che non ha nemmeno bisogno di riconferme.
Il vegan-crudismo sostenibile, applicato con buonsenso e intelligenza, personalizzato secondo le caratteristiche uniche e particolari di ciascun individuo, piccolo o adolescente o adulto che sia, sano o malato che sia, rappresenta la migliore assicurazione in assoluto contro le arterie intasate, contro le cardiopatie e contro tutte le patologie che la signora Campbell McPride pretenderebbe di risolvere con pollo, hamburger e vodka. La corretta alimentazione dell’infanzia poi non può prescindere dal mettere in evidenza l’azzardo e la dannosità particolare della alimentazione carneo-lattea.

LE MALATTIE CRONICHE PIÙ INSIDIOSE SONO DI CASA TRA LE COMUNITÀ ONNIVORE E NON TRA QUELLE VEGETARIANE

Il fatto che l’umanità abbia tentato o tenti tuttora di diventare onnivora, sotto la spinta di grossi interessi macellari, farmaceutici e monsantiani, che si celano sotto ogni campagna palese o mascherata a favore della bistecca, del pollo, del prosciutto e del wurstel, non significa che questo abbia portato a qualche successo reale e degno di nota.

Al contrario, cancro, infarti, ictus, malattie degenerative, artrite, dialisi renale, sclerosi multiple, tiroidei e simili stanno devastando le comunità più esposte, ovvero le comunità che più consumano proteine animali, mentre risparmiano le comunità vegetariane e vegani tendenziali, con tanto di significative conferme scientifiche e statistiche.

CON LA CARNE NON SI GUARISCE DA NIENTE, SIA BEN CHIARO

Mangiare carne vuol dire:

  • Piazzare un pesante carico sui sistemi digestivi, escretori, metabolici ed immunitari.
  • Sottoporre a duro lavoro fegato, pancreas, milza, intestino e sistema renale.
  • Sovvertire il delicato equilibrio intestinale tra batteri aerobi-simbiotici-saprofiti di origine vegetale e amici della nostra salute, e batteri anaerobi-disbiotici amanti dell’ambiente putrefattivo ed ammoniacale.

TESTIMONIANZE SCARSE, PRIVE DI CORENZA E DI CREDIBILITÀ

La dieta Gaps “si basa sul consumo di alimenti leggeri, facilmente digeribili e ricchi di nutrienti” sparano gli aderenti a questa dieta”. Per loro carne, pesce, grassi animali in genere, uova, formaggi, frutta, olio di oliva, burro chiarificato, yogurt, vino secco, vodka, the e caffè, sarebbero leggeri, nutrienti e facilmente digeribili.

Qui siamo al massimo dell’idiozia alimentare. “Sebbene Hannah abbia ancora delle difficoltà di apprendimento  stiamo tentando altre terapie per continuare ad aiutarla”, è stato stabilito che lo stato della mia bambina non soddisfa più i criteri necessari per diagnosticare l’autismo, scrive la mamma di Hannah in una delle assai poco credibili lettere di sostegno alla dieta in questione.

SPROLOQUI DIETETICI E COMMENTI PRESI A PRESTITO DALL’IGIENISMO VERO

Una flora intestinale danneggiata crea una cascata di malassorbimento e di malnutrizione. I batteri amici sono essenziali per la vita, ma a volte i batteri patogeni prendono il sopravvento su quelli benefici, portando ad una soppressione del sistema immunitario, all’accumulo delle tossine ed a qualcosa che viene denominata sindrome dell’intestino permeabile. Le pareti indebolite del tratto digestivo permettono al cibo parzialmente digerito ed a microbi dannosi di finire nel circolo sanguigno e quindi nel corpo, causando molte condizioni patologiche ed allergiche con problemi psicologici e comportamentali quando i patogeni attraversano la barriera cerebrale.

Le cattive condizioni della flora intestinale possono essere esacerbate dal mercurio presente nel corpo, dall’uso di antibiotici, vaccini, cibo processato specialmente zucchero e farine raffinate. Questo trafiletto esplicativo si trova paradossalmente in calce agli sproloqui dietetici della Gasp, ed è stato preso di sana pianta da qualche scritto igienistico.

LA PERMEABILITÀ DELLE MEMBRANE E DELLE PARETI INTESTINALI

C’è da chiedersi dove stia la coerenza e la buona fede, soprattutto quando si fa cenno ripetutamente  alle condizioni della flora batterica intestinale ed alla alterata permeabilità alle tossine da parte della parete intestinale. È risaputo che sono proprio i germi della putrefazione i primi colpevoli di aprire la strada ai funghi, alle candide e ai parassiti intestinali, provocando caduta verticale delle difese immunitarie, alterata impermeabilità delle membrane e delle pareti, a causa della carenza cronica di vitamine e di micronutrienti vitali.

IL TRAVOLGIMENTO DELLE DIFESE IMMUNITARIE

Quando le difese vengono travolte e quando l’equilibrio immunitario si è spezzato, occorre ricorrere urgentemente all’acido cis-cis linoleico o vitamina F, ovvero agli oli buoni di origine vegetale ed estratti a freddo. Vitamina E ed F, nonché molta vitamina C per  emulsionare ed assimilare le vitamine grasse in assistenza al fegato. I pessimi grassi saturi presenti in tutte le carni rosse o bianche che siano, indipendentemente dal fatto che gli animali pascolino o siano legati alla catena, vanno rigorosamente evitati in quando scacciano la vitamina F e ne prendono il posto, determinando gravissime alterazioni alle pareti cellulari disperdendo sostanze preziose come:

  • Glucosio, con comparsa di diabete.
  • Vitamine apoptotiche, con comparsa di cisti, tumori e cancri.
  • Vitamina C, con rischio di infarto ed ictus.

GIUSEPPE NACCI NON HA UGUALI IN FATTO DI COMPETENZA INTESTINALE

Spiega magnificamente e in dettaglio queste cose l’ottimo medico triestino Giuseppe Nacci, studioso serio e preparato che il mondo intero ci invidia, nel suo “Diventa medico di te stesso”. Nacci ribadisce come la perdita di germi buoni e simbiotici sia dovuta alla alimentazione iperproteica (quella Gaps lo è) e al conseguente sviluppo dei batteri putrefattivi. L’intestino umano ha un volume di 6 litri e una superficie enorme di 400-600 mq.

UN BAGAGLIO CULTURALE-DIETOLOGICO COLMO DI LACUNE

Dalla gola all’ano ci sono 150 stazioni linfonodi, importantissimi presidi di linfociti che mantengono le difese immunitarie a ridosso di quella che può essere considerata l’area più pericolosa e critica del corpo umano, ossia il lume intestinale, ricchissimo di germi buoni e cattivi in commistione. Essenziale prender nota che la massa fecale di un soggetto vegetariano è costituita al 20-40% da germi buoni, simbiotici e saprofiti, come deve giustamente essere.

Queste cose non fanno certamente parte del lacunoso, manchevole e frammentario bagaglio culturale evidenziato dalla Campbell-Mc Bride e dagli adepti della Gaps. Forse non è un caso che la dieta ultimo grido si chiami Gaps. Gap in inglese significa frattura e lacuna, ossia divario, divario dalla scienza e dalla conoscenza.

TESINE DA LEGGERE

Per concludere ti invito ad andare a leggere la mia tesina “Autismo, disbiosi, candide e vaccini“, dove parlo del dr Tinus Smits e della sua esperienza nel campo dell’autismo con la sua CEASE Therapy. Altre tesine per approfondire l’argomento autismo:

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Ciao Benni,
    consiglio di sfogliare il blog di Corrado Penna e magari di contattarlo. Ha abbastanza esperienza in merito, ha saputo prendere da varie parti ciò che di buono c'è. Anche dalla dieta GAPS, veganizzandola.
    Purtroppo coi metalli non si scherza, è una lotta impari e bisogna essere molto determinati.

    Il blog di Penna: http://scienzamarcia.blogspot.it/

    Ciao.

  2. manuel vencato on

    Anche perché come tutte le diete anche Valdo da le cure miracolose ignorando che candida e sibo ci vanno a braccetto con frutta e cereali.