IMPIGRIMENTO DELLA FUNZIONE TIROIDEA E DIFESA PRIORITARIA DELLA FORZA VITALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ESAMI NON IN LINEA COI SINTOMI DEL CORPO

Dottore buongiorno, mi scusi se la disturbo, volevo avere informazioni circa l’uso di alghe per reintegrare iodio nella dieta. A seguito di esami eseguiti circa 2 mesi fa si è riscontrato un impigrimento della funzione tiroidea. Sono vegana da circa un anno e mezzo e non avverto i sintomi correlati a tale patologia, tanto che il mio medico mi ha consigliato di rifare gli esami e l’ecografia per avere la certezza del problema.

RIPETIZIONE TEST SULLA TIROIDE A GENNAIO

Nel frattempo ho fatto 50 giorni di cura con alga bruna spirulina e clorella. Ho anche ridotto tantissimo il consumo di soia e derivati. Consumo pochissimo glutine. Mangio però molti legumi e molti cereali quali quinoa ed amaranto. Come farine uso ceci mandorla cocco e chufa. Verdura a volontà e frutta fresca e secca, più semi oleaginosi di zucca, lino, girasole, sesamo e chia. Mi appresto a ripetere esami in gennaio. Ha qualche consiglio o suggerimento da darmi???? La ringrazio per l’attenzione e buona domenica.
Maria

*****

RISPOSTA

RISPETTIAMOCI DI PIÙ E CONCEDIAMOCI DEL PREZIOSO RELAX

Ciao Maria. Nel dubbio i medici ti spingono facilmente a rifare il test. Un test in più è meglio di uno in meno. Nessuna importanza viene data al fattore ansia e al fattore inquietudine. I controlli sono giustificati solo quando uno ha dei sintomi o comunque solo quando alberga in sé dubbi tali che gli tolgono il sonno. Ma se poi uno si comporta bene come stai facendo, e se uno si sente inoltre a suo agio e in buone condizioni di forma, il discorso vale a maggior ragione: superfluo fare nuovi test.

NON C’È MOTIVO PER ALLARMI INUTILI

Una nuova analisi risponde solo alla curiosità medica ed è comunque mirata a spingere i pazienti verso delle cure. Paure e insicurezze non hanno ragione d’essere in campo igienistico. Col vegan-crudismo tendenziale e col rispetto del nostro formidabile codice comportamentale, del nostro protocollo-salute, non esistono rischi di carenze e di impigrimenti. Uno che semina bene non ha bisogno di sottoporsi a esami e controlli.

CARICARSI DI PRANA E DI VIBRAZIONI SOTTILI

Consuma più verdure crude, frutta fresca, datteri e noci di vario tipo, alghe, avena e quinoa, limoni, cipolle e lupini. Più di ogni cosa mangia bene, pensa bene, medita bene e vivi nella armonia divina giorno e notte. Fai del sole e della respirazione una componente significativa della tua alimentazione quotidiana. Ricorri alla tua forza interiore. Caricati di forza vitale, di prana, di energia vibratoria super-sottile e nulla al mondo ti sarà di ostacolo. Questo è anche l’insegnamento del grande maestro Paramahansa Yogananda. Nulla di più e nulla di meglio ti posso suggerire.

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

Il sito è stato penalizzato e completamente demonetizzato da Google.Per supportare il mio lavoro puoi effettuare una donazione libera.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. Secondo me troppi legumi,semi e frutta secca. Bene con la diminuzione della soia, nemica della tiroide.