ANEURISMI, SUPPLEMENTAZIONI, CARNI BIANCHE E SALUTE CHE FRANA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CINQUE ANNI DI SALUTE IN CONTINUO RIBASSO

Ho 59 anni e mi chiamo Annamaria. Peso 53 chili ed è dal 2010 che la mia salute diventa ogni giorno più cagionevole. Cinque anni fa mi hanno diagnosticato una displasia cronica del midollo ed ho effettuato delle terapie marziali (flebo in ferro). Tre anni fa mi hanno diagnosticato una ipoglicemia reattiva, da tenere sotto controllo con l’alimentazione, soprattutto evitando zuccheri raffinati.

RICORSO ALLA CARDIOASPIRINA E ALLA VITAMINA D

Dopo un ricovero ospedaliero dovuto ad un disturbo che sembrava deporre per un’ischemia, mi hanno invece riscontrato prolasso valvola mitrale, aneurisma con insufficienza mitralica e tricuspidale, tanto che sto prendendo la cardioaspirina. L’anno scorso, dopo aver effettuato la MOC (mineralometria ossea computerizzata), mi hanno riscontrato una osteoporosi conclamata con rischio fratturativo elevato. Per questo prendo il D-base. Infine, dopo la visita per osteoporosi, mi hanno riscontrato sindrome di iperlassità legamentosa.

ESISTE FORSE UN PROBLEMA DI ALIMENTAZIONE?

Ti chiedo cortesemente un consiglio per capire se tutte queste problematiche hanno come fattore comune un problema di alimentazione. Ad oggi ti comunico che mangio solo carne bianca, poca frutta, poche verdure che regolarizzano la mia stipsi, che però tendono a gonfiarmi. I dolci mi piacciono molto. Ti saluto e ti ringrazio anticipatamente per il consiglio che mi vorrai dare.
Annamaria

*****

RISPOSTA

TI SERVE UNA IMMERSIONE URGENTE NELLA CULTURA IGIENISTICA

Ciao Annamaria. Il percorso peggiorativo a discendere, fatto di complicazioni e di nuove insorgenze patologiche, dovrebbe averti insegnato qualcosa in questi 5 anni, dovrebbe averti aperto gli occhi.
Dico dovrebbe perché non mi pare affatto che sia così. Manca evidentemente nella tua cultura un minimo di presenza igienista.

DISPLASIA MIDOLLARE ED INSIDIOSE FLEBO A BASE DI FERRO INORGANICO, AUTENTICO VELENO PER L’ORGANISMO

Gli errori compiuti nei riguardi di te stessa e del tuo organismo formano un continuum senza soste. La displasia midollare è un disturbo del midollo osseo che comporta una diminuzione del rilascio di nuove cellule del sangue, e pertanto ovvie situazioni di anemia. Ma queste sindromi mielodisplasiche sono dei sintomi da capire e non certo da attaccare con invasive flebo di ferro, secondo le peggiori tradizioni della medicina interventista ed integrazionista.

IL PERICOLO DELL’IPOGLICEMIA

Stesso discorso per l’ipoglicemia reattiva o ipoglicemia postprandiale, provocata dall’eccessiva discesa dei livelli di glucosio nel sangue, fino a concentrazioni uguali o inferiori ai 45-50 mg/dl. Quando tale deficit si fa particolarmente severo l’ipoglicemia diviene un’alterazione metabolica ad alto rischio. Il glucosio rappresenta infatti il principale substrato energetico per l’organismo ed in particolare per il cervello. Non a caso, la carenza di zucchero-glucosio nel sangue provoca sintomi come debolezza, tachicardia, fame, craving per i carboidrati, nausea, ansietà, mancanza di coordinazione muscolare, nervosismo, irritabilità, confusione mentale, sudorazione, coma ipoglicemico, morte.

AUTOMATISMI A PROTEZIONE DEL MINIMO GLICO-EQUILIBRIO

In condizioni normali, l’ipoglicemia severa è un evento raro, grazie a 1) Risposte neuroendocrine automatizzate, 2) Riduzione sintesi di insulina ed aumentato rilascio di glucagone, 3) Riduzione rilascio catecolamine, 4) Riduzione rilascio di cortisone, 5) Calo produttivo di ormone della crescita GH o growth hormone, 6) Spinta del soggetto verso la ricerca di cibo dolce, a ripristino dei livelli glicemici.

ECCESSI DI INSULINA, SENSIBILITÀ ALL’ADRENALINA, DIGIUNI MALE IMPOSTATI, CARENZE DI GLUCAGONE

L’ipoglicemia è tipica del diabete trattato con dosi eccessive di insulina, ma può sopraggiungere in forma lieve anche nel paziente sano. Ad esempio a causa di un digiuno troppo prolungato, o di un intenso e prolungato sforzo fisico. A volte gli individui colpiti da ipoglicemia reattiva sono ipersensibili all’adrenalina, ormone dello stress, capace di produrre sintomi analoghi a quelli provocati dalle crisi ipoglicemiche. Altra ipotesi motivante è che i soggetti ipoglicemia non producano quantità sufficienti di glucagone, ormone che si oppone ai cali glicemici e che contrasta l’ipersecrezione di insulina da parte del pancreas.

ERRORI COMPENSATIVI A BASE DI DOLCIUMI

Anche in questo caso appaiono evidenti i tuoi errori. Dovevi infatti tenere sotto controllo gli zuccheri raffinati. Ma poi confidi candidamente che i dolci ti piacciono molto, e si tratta evidentemente di dolci nascosti di tipo raffinato e concentrato. Non certo dei dolci giusti che la natura confeziona per tutti ed anche per te. Non certo dei dolci della frutta, accompagnati da acqua biologica, da ormoni naturali, da adeguato contenuto minerale-vitaminico, da spettacolosa presenza di vibrazioni solari ed elettromagnetiche, tutte sostanze preziosissime e gravemente assenti nel tuo organismo.

INSUFFICIENZA MITRALICA, ANEURISMA E PARETI DILATATE

Dopo l’ipotesi dell’ischemia, o del precario flusso di sangue, si è deciso per l’insufficienza mitralica e l’aneurisma. Gli aneurismi sono spesso causati da patologie come le vasculiti, come ad esempio la sindrome di Marfan che rende i tessuti connettivi più deboli. È bene ricordare poi che, con l’avanzare degli anni, le pareti dei vasi perdono di elasticità e sono più soggette a dilatazione. Le cause più frequenti che promuovono la formazione di un aneurisma sono l’aterosclerosi e l’ipertensione.

MIGLIORIAMO DUNQUE LA NOSTRA FORMULA DEL SANGUE

Sappiamo da lunga data come la pressione sanguigna sia in stretta relazione con la funzionalità cardiaca, la massa sanguinea, la viscosità del sangue, l’ampiezza e la restrizione dei vasi. Se caricato di sostanze estranee, il sangue si altera nei suoi componenti e, dallo stato fluido ideale e normale, passa al disastrante stato viscoso.

EVITIAMO L’IPERTENSIONE

L’alta pressione rivela infatti lo stato di impurità acuta del fluido vitale. Nervosismo, stress, costipazione, eccessi alimentari, eccessi di lavoro, portano all’ipertensione. L’alcol, il tabacco, il caffè, il sale, lo zucchero, portano tutti nella sbagliata direzione. Ristabilendo la digestione con una dieta a base di frutta ed insalate crude senza sale, con 2-3 bagni freddi ai genitali e una stimolazione cutanea di tipo idrico-freddo-ripetitivo sul corpo, chiamata lavaggio del sangue, da farsi ogni giorno per un’ora circa, Manuel Lezaeta (1881-1959) garantiva una guarigione entro una settimana. E non erano promesse di marinaio.

FIDIAMOCI DI PADRE TADDEO E DI MANUEL LEZAETA

Non a caso, Lezaeta aveva imparato tutto da un certo Padre Taddeo di Wiesent (1858-1926), magnifico fraticello bavarese, autore tra l’altro di una massima diventata precetto e principio immortale ed universale per chi ha a cuore la parola salute. “Nessuno al mondo muore di cardiopatie o di altre malattie killer, tutti muoiono di sangue guasto”.

VIA LIBERA ALLA CUROMANIA MEDICA SUL SINTOMO

Ma tu, anziché allinearti coi principi or ora abbozzati, che costituiscono sia ben chiaro l’ossatura della scuola naturopatica tedesca, cos’hai fatto in pessima alternativa? Hai seguito chiaramente le indicazioni dei tuoi medici curanti. Via libera dunque alla curomania sul sintomo, a base di cardioaspirina. Come diceva l’immenso ed impareggiabile John Tilden, è da sciocchi prendere delle medicine senza badare invece alle cause reali dei nostri problemi. Tutte le nostre abitudini malsane devono essere sostituite con abitudini salutari. Non esiste alternativa valida a questo.

MADRE NATURA NON VA PRESA SOTTOGAMBA

Giorno e notte, in tutto il mondo, avviene a ripetizione la medesima farsa teatrale. Da una parte le masse sofferenti e piagnucolose con in testa il pensiero fisso di essere curate, e dall’altra i medici prontissimi a rifilar loro le porcherie chimiche che le faranno stare sempre peggio. Le abitudini indebolenti vanno corrette oggi e non domani. La guarigione è un processo vitale e normale, per cui il corpo tende ad autoguarire non appena vengono rimosse le cause di malattia. Basta che noi apportiamo le giuste correzioni e Madre Natura farà il resto. È quello che noi della Health Science Igienistica, oserei dire Italiana ed anche un po’ valdiana se mi è concesso dirlo, parafrasando gli amici che hanno coniato tale termine, proponiamo nel nostro pacchetto-salute.

ESAME MINERALOMETRICO ED ENNESIMA GROSSOLANITÀ MEDICA

La storia non finisce qui. Dall’esame mineralometrico sono apparse alcune carenze di calcio ed alcuni segni di osteoporosi? Ecco pronta l’ennesima curomania sul sintomo, a base delle solite integrazioni di vitamina D, contraddittorie e pericolose quanto mai.

SCONSIGLIATE LE SUPPLEMENTAZIONI DI VITAMINA D

La vitamina D è essenziale per il bilancio calcio-fosforo nelle ossa e nel sangue. I supplementi di vitamina D vanno usati con grande cautela. Primo perché tutte le vitamine sintetiche causano effetti collaterali, secondo perché i danni della vitamina D sintetica sono notevoli nei riguardi del sistema renale e del cuore, tanto che la supplementazione è vietata per i bambini, per le future mamme e per le mamme che allattano. Le ultimissime ricerche in USA bocciano con enfasi le supplementazioni di vitamina D.

SI PENSI PIUTTOSTO A MANTENERE FEGATO E CISTIFELLEA IN CONDIZIONI OTTIMALI

La vitamina D si suddivide in D2 o calciferolo e D3 o colecalciferolo. Non è vitamina reale né sostanza nutrizionale, ma è piuttosto una sostanza ormonale simil-steroidea ed un precursore degli ormoni tiroidei. Non è presente normalmente negli alimenti. Trattasi di sostanza liposolubile prodotta dal corpo quando è sottoposto all’azione elettromagnetica dei raggi ultravioletti del sole. Fegato e reni convertono la vitamina D nella sua forma ormonale attiva. Essa viene poi depositata nel fegato. Basilare dunque mantenere fegato e cistifellea in condizioni ottimali, evitando carni, grassi animali, zuccheri raffinati e alcol. La funzione principale della vitamina D è quella di mantenere normali, stabili e proporzionati i livelli di calcio e di forzoso nel sangue.

LA VITAMINA D SINTETICA È CAUSA DI PESANTI EFFETTI COLLATERALI

La cautela nella supplementazione è dovuta anche al fatto che la D sintetica contiene saccarosio e altri ingredienti che comportano pesanti e gravi controindicazioni tipo nausea, tachicardia, insufficienza renale, calcoli renali, problemi alla vescica, ipertensione, perdita appetito, vertigini, affaticamento, effetti teratogeni, sovradosaggi di colecalciferolo.

INEVITABILE A QUESTO PUNTO CHE LA SALUTE FRANI VERSO IL BASSO

Alla fine, cara Annamaria, mi comunichi le tue attuali usanze alimentari. Usanze che la dicono lunga sul tuo tipo di preparazione ed anche sui motivi reali del franamento disastroso della tua salute negli ultimi 5 anni. “Mangio solo carne bianca, poca frutta, poche verdure che regolarizzano la mia stipsi, che però tendono a gonfiarmi. I dolci mi piacciono molto”. Non ho ben capito se  pretendi da me una frase di consenso, tipo “Ma che brava sei!

CARNE BIANCA, DOLCIUMI E INTEGRATORI NON SONO LA RISPOSTA ADATTA

La carne bianca, tanto per cominciare, è peggio della carne rossa, proprio per la sua apparente innocenza che porta la gente ad assumerla in allegra ed irresponsabile disinvoltura. Poca frutta è un altro punto-chiave del tuo disastro alimentare. A questa carenza tu contrapponi poi le compensazioni zuccherine tramite i vari dolci che sicuramente assumi. Poche verdure chiuse e completa il quadro negativo. “Tutto sbagliato e tutto da rifare”, sentenziava un simpatico, straordinario e indimenticabile campione del ciclismo come Gino Bartali.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x