Seleziona una pagina

LE SORPRENDENTI PROPRIETÀ DEI RAVANELLI

da 25 Feb 2019Ortaggi

Il ravanello comune (Raphanus sativus) è una pianta appartenente alle Brassicaceae, conosciuta da millenni per il suo gusto deciso e pungente.

Di origine asiatica, dove veniva coltivato più di 3000 anni fa, era conosciuto anche dagli antichi egizi nel 2700 a.C. Anche i romani lo consumavano, e lo conservavano in un impasto di miele, sale e aceto. In Grecia era talmente apprezzato da meritarsi riproduzioni in oro.

Il nome dal greco raphanus significa rapida apparizione, dovuto alla velocità di germinazione di questo ortaggio.

È un ortaggio di cui si consuma principalmente la radice, che nella varietà radicula, la più diffusa in Italia, ha le dimensioni di una pallina da ping pong e può essere di colore rosso o rosa-bianco esternamente e bianco internamente. Oltre al tubero anche foglie e i semi sono commestibili.

I ravanelli sono disponibili tutto l’anno ma il periodo di raccolta migliore si ha generalmente tra aprile e luglio.

VALORI NUTRIZIONALI

I ravanelli sono un alimento ipocalorico e ricco di vitamine e minerali come tiamina, niacina, riboflavina, vitamina B6, vitamina A, vitamina C, folati, potassio, calcio, sodio, magnesio, fosforo e zinco.

In 100 grammi di ravanelli freschi sono contenuti: (1)

  • Acqua: 95,27g
  • Energia: 16 kcal
  • Proteine: 0,68g
  • Carboidrati: 3,4g
  • Grassi: 0,10g
  • Fibre: 1,6g
  • Calcio: 25mg
  • Ferro: 0,34mg
  • Magnesio: 10mg
  • Fosforo: 20mg
  • Potassio: 233mg
  • Sodio: 39mg
  • Zinco: 0,28mg
  • Vitamina C: 14,8mg
  • Tiamina: 0,012mg
  • Riboflavina: 0,039mg
  • Niacina: 0,254mg
  • Vitamina B6: 0,071mg
  • Vitamina K: 1,3µg
  • Folati: 25µg

PROPRIETÀ DEI RAVANELLI

I ravanelli hanno proprietà antispasmodiche, antibatteriche, antisettiche, antiparassitarie, lassative, diuretiche e depurative, calmanti, aperitive.

PROPRIETÀ EPATOPROTETTIVE

I ravanelli hanno proprietà epatoprotettive, cioè sono benefici per il fegato. Influenzano infatti la produzione di bile, bilirubina, acidi ed enzimi, ed aiutano a eliminare le tossine e le scorie dal sangue.

L’ittero è una condizione nella quale la pelle, la sclera degli occhi e le mucose assumono una colorazione giallastra dovuta ad un aumento della bilirubina nel sangue, causato da una velocità di distruzione dei globuli rossi troppo elevata. I ravanelli sono in particolare un ottimo rimedio nei casi di ittero in quanto riducono e stabilizzano i livelli di bilirubina nel sangue. (2)

[Per approfondire: Birilubina alta, patologie associate e rimedi naturali]

Il consumo regolare di ravanelli aiuta a disgregare i calcoli alla cistifellea e protegge fegato e colecisti da infezioni ed ulcere. (3)

CONTENUTO DI ANTIOSSIDANTI

I ravanelli contengono una buona quantità di vitamina C, essenziale al nostro benessere. Le sue proprietà antiossidanti, insieme agli altri nutrienti presenti, aiutano il corpo a prevenire diverse forme di malattie.

Grazie al loro contenuto di vitamina C, acido folico e antocianine, i ravanelli, come numerosi altri vegetali appartenenti alla famiglia delle crocifere, sono infatti associati a miglioramenti in casi di tumore, in particolare quelli del colon, dei reni, intestino, stomaco e nei tumori orali.

Inoltre anche gli isotiocianati presenti nel ravanello come il sulfurafano sembra che abbiano proprietà antitumorali, antinfiammatorie, causando l’apoptosi delle cellule tumorali.

La vitamina C ha effetti anche sul metabolismo ed è fondamentale per la produzione di collagene, una proteina essenziale per l’elasticità della pelle e dei vasi sanguigni. Il collagene mantiene la pelle tonica e riduce il rischio di ateriosclerosi e di cardiopatie.

SALUTE GASTROINTESTINALE

La ricchezza di fibre rende il ravanello un ottimo alleato contro i sintomi di costipazione. Anche le foglie di ravanello sono commestibili, e da uno studio del 2008 si è scoperto che contribuiscono alla formazione di feci solide, contrastando quindi episodi di diarrea e feci non formate. (4)

I ravanelli sono quindi un ottimo alleato anche contro le emorroidi, spesso conseguenza di costipazione, aiutando il corpo a liberarsi dalle tossine e calmando l’apparato gastrointestinale e escretorio.

[Leggi anche: Rimedi igienisti alle emorroidi]

I ravanelli stimolano inoltre la produzione di bile, sostanza fondamentale per una corretta digestione e per la salute di fegato e cistifellea.

I semi infine, mescolati all’acqua, stimolano il transito intestinale con un leggero effetto lassativo.

DISTURBI URINARI

I ravanelli hanno proprietà diuretiche, antinfiammatorie e antibatteriche. Sono quindi ottimi in caso di sensazione di bruciore durante la minzione, o in caso di infezioni batteriche ai reni e al tratto urinario.

I ravanelli hanno anche proprietà antimicotiche. Si è scoperto che delle proteine contenute nei ravanelli (defensine RsAFP1 e RsAFP2) causano il blocco della crescita delle cellule di Candida albicans, coinvolta in infezioni orali e genitali note generalmente con il nome di candidosi. (5)

[Ti potrebbe interessare: Rimedi naturali alle candidosi]

DISTURBI RESPIRATORI

I ravanelli hanno proprietà anti-congestionali, essendo un valido aiuto in caso di irritazione al naso, gola, polmoni causate da freddo, infezioni, allergie.

Sotto forma di infusi e decotti, sono un ottimo sedativo della tosse e sono utili contro le infezioni delle vie respiratorie.

Sono utili anche per eliminare il muco in eccesso nella gola.

SALUTE DELLA PELLE

I nutrienti contenuti nei ravanelli come vitamina C, fosforo, zinco e vitamine del gruppo B aiutano a mantenere la pelle in salute. I ravanelli possono essere anche applicati come maschera facciale con proprietà depurative e disinfettanti in caso di pelle secca, rash cutanei e altri disturbi della pelle.

I semi di ravanello sono consigliati nei casi di leucoderma. Vengono ridotti in polvere e poi immersi in aceto o succo di zenzero, per essere poi applicati topicamente sulle aree interessate dal leucoderma.

I ravanelli possono essere applicati in modo topico anche su punture e morsi di insetti. Con le loro proprietà anti-pruriginose possono ridurre il dolore e il gonfiore e dare sollievo all’area infiammata.

ALTRI BENEFICI

  • Sistema circolatorio: I ravanelli sono una ottima fonte di potassio, che aiuta a contrastare l’ipertensione rilassando le pareti dei vasi sanguigni e promuovendo il flusso sanguigno.Anche le antocianine contenute in esso sono anche associate a un minor rischio di disturbi circolatori.
  • Aiutano il dimagrimento: Essendo un alimento ipocalorico, ma ricco di vitamine, minerali e fibre, contribuiscono al senso di sazietà, nutrono e grazie alle poche calorie assunte, aiutano a perdere peso e ottenere un fisico più asciutto. Grazie alla ricchezza di fibre e a un basso indice glicemico aiutano anche a migliorare l’efficienza del metabolismo.

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. I colloqui hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

UNA SPECIALE LODE AGLI ASPARAGI

UNA SPECIALE LODE AGLI ASPARAGI

L’asparago (Asparagus officinalis) rimane uno degli ortaggi più pregiati ed appetitosi, ed anche il più atteso in questo momento dell’anno, in quanto il primo...

LE STREPITOSE QUALITÀ DEL TARASSACO

LE STREPITOSE QUALITÀ DEL TARASSACO

Il tarassaco comune (Taraxacum officinale), pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Asteracee, è una pianta erbacea perenne nota fin dall'antichità...

Commenti

0 Commenti

0 commenti

Commenti