SCIENZA DELL’ALIMENTO E DELLA RIVALUTAZIONE UMANA CONTRO LA DITTATURA PLUTOCRATICO-SANITARIA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

(Imola, domenica 7 febbraio 2021)

  • Oltre che lezione di scienza igienistica-comportamentale, questo è un appello universale alle persone informate e dotate di buon senso
  • Pianeta distorto e ostaggio di un manipolo di plutocrati, di massoni e di pedofili
  • Più soldi hanno sottratto e accumulato e più porcherie stanno facendo
  • Il marcio sta sia ad Occidente che ad Oriente: sia alla Casa Bianca rubata e vilipesa che al Politburo Pekinese punto-chiave della dittatura più sconvolgente
  • L’ambizione numero uno è quella di vaccinare 10 milioni di persone al mese
  • Non si è ancora capito che con la paura e con le illusioni di immunità inesistenti non si guarisce da niente, nemmeno dalle influenze e dai comuni raffreddori

SHELTON MERITATAMENTE AI VERTICI

Superfluo dirvi che questa lezione HSU, pur tra le mille difficoltà e contrarietà che ci troviamo tutti a dover affrontare, è una delle più importanti e cariche di significato, questo almeno nelle nostre intenzioni. In fatto di nutrizione e salute si sono misurati fior di insegnanti e di personaggi, dotati di vasta cultura, lunga esperienza e straordinario talento. Ma pochi di essi sono riusciti a superare la grandezza e la coerenza di un Educatore in particolare. Ne è prova il fatto che non esiste al mondo qualcuno che sia entrato e uscito dalle carceri americane una trentina di volte a causa delle sue idee piccanti, precise e controcorrente, oltre che straordinariamente attuali. Mi riferisco beninteso a Herbert Shelton, fondatore storico della Scuola Igienistica Americana e Mondiale. Molti dei temi alimentari che affronterò in questa mia relazione odierna traggono spunto da Superior Nutrition, un’opera fondamentale del fondatore della storica Scuola di San Antonio in Texas, divenuta monumento nazionale e punto di riferimento del Movimento Igienistico.

IMPORTANZA E RELATIVITÀ DEL CIBO

Il cibo non è tutto. Non è vero che il cibo faccia l’uomo. Nemmeno che il pesce faccia cervello. Se uno è stupido di natura, può ingoiare tutti i pesci dell’oceano ma resterà ugualmente tale. Sostenere l’uso di questo o quel cibo pensando che ti darà forza, che svilupperà particolari caratteristiche è un pregiudizio privo di logica e anche privo di conferma pratica. Usare il cibo con questa mentalità o con questo stand-point è non-igienistico oltre che non-scientifico. I muscoli te li fai con l’esercizio e non con i cibi iper-proteici o con gli integratori da palestra. In ogni caso, non è quello che mangi a rinvigorirti ma bensì quello che digerisci e assimili. Pertanto occorre conoscere bene come migliorare digestione e assimilazione, prima ancora che come selezionare quale alimento assumere. Oltre a questo, non è quello che mangi a rinvigorirti, ma primariamente quello che pensi e come ti comporti, quanta stima e rispetto porti verso te stesso, verso gli altri e verso chi ti ha creato e plasmato dotandoti di eccezionali caratteristiche che sei chiamato a utilizzare e dimostrare.

MACROELEMENTI E MICROELEMENTI

Partiamo pure dalla sostanza materiale chiamata cibo o carburante per l’uomo. Per avere valore, la sostanza cibaria non deve contenere ingredienti dannosi. Le classificazioni si distinguono in macro-elementi, come proteine, carboidrati, amidi e zuccheri, e in micro-elementi, come vitamine, minerali, enzimi, ormoni, fattori di crescita. Si parla anche troppo spesso di proteine, sopravvalutandone l’importanza. Si parla tuttora incredibilmente di proteine animali, che non sono affatto né le migliori né quelle più adatte all’uomo, e tantomeno sono innocenti, dettaglio di non poca rilevanza. Le proteine comunque devono essere prima trasformate in amminoacidi per poter dare qualcosa al corpo.

TETTO MASSIMO PROTEICO 24 GRAMMI AL GIORNO

Come ben sappiamo dalle ultime ricerche scientifiche, in particolare da quelle della USDA-US Department of Agriculture, quelle della ormai celebre dr Marion Nestle della New York University, e confermate ormai da tutti gli enti internazionali, bastano e avanzano 24 grammi di proteine al giorno per evitare delle carenze, e tale quota si raggiunge facilmente con qualsiasi piano alimentare saziante di frutta e verdura. Non a caso, sforando e superando i 24 grammi, salvo che non ci sia un forte consumo energetico in corso, si va pure in acidificazione, che è una delle condizioni meno auspicabili per la salute. Tali ricerche smentiscono clamorosamente i range a suo tempo fissati da decenni per il mondo intero dalla FDA-Food and Drug Administration.

PARTICOLARE IMPORTANZA DEI MINERALI NELLA FORMA ORGANICA

Si parla di carboidrati includenti anche amidi e zuccheri. Ovvio che il corpo accetta volentieri solo quelli non raffinati. Cereali, legumi, tuberi e noci sono fonti di amido. I minerali tipo calcio, fosforo, zolfo, magnesio, manganese, iodio, rame, ferro, sodio, silice, cloro, fluoro, nichel, boro, ecc. servono tutti al corpo in una certa misura e proporzione, entrando nella sua costituzione e struttura. Oltre che al calcio e fosforo per ossa e denti, oltre al ferro per il sangue e per le varie secrezioni corporali, serve cloro per i succhi gastrici, iodio per la tiroide. I minerali aiutano a mantenere la pressione osmotica. L’osmosi è il passaggio spontaneo di un solvente o di un liquido come l’acqua, mentre la pressione osmotica è la pressione necessaria a contrastare l’osmosi stessa. I minerali come ferro e rame servono pure per trasportare ossigeno alle cellule. Aiutano anche nelle escrezioni e nel mantenere la giusta alcalinità, il giusto pH del sangue. L’unica fonte valida e reale di minerali sono i vegetali verdi, la frutta, le radici, i fiori, i tuberi e i germogli.

VITAMINE NATURALI E VITAMINE SINTETICHE

Si parla di vitamine. Ne nominiamo poche, ma pare ce ne siano oltre 30.000. La loro carenza comporta ritardi nella crescita, distorsioni nello sviluppo, strutture deteriorate o impoverite come nel caso della osteoporosi. Anche qui le uniche vere fonti sono la frutta, oltre che i vegetali colorati. E si parla di enzimi-catalizzatori, che sono poi strumenti delle cellule, in numero altissimo, anche se ne usiamo normalmente 500 circa. Basilari per favorire tutte le reazioni biochimiche interne e per mantenere la velocità metabolica ideale che nei neurotrasmettitori tipo serotonina, dopamina e adrenalina supera di 2000 volte la velocità della luce. Si parla di ormoni fabbricati dalle ghiandole endocrine grazie ai vegetali che assumiamo. Si parla di clorofilla verde simile al sangue con la differenza di usare del magnesio al posto del ferro.

GRAVI CONTRADDIZIONI DEGLI ONNIVORI

Negli ultimi anni si sono capite finalmente molte cose, e cioè che abbiamo sopravvalutato di molto le proteine alimentari, e in particolare quelle di origine animale. È curioso come gli onnivori insistano che la carne sia superiore ai cibi vegetali, quando poi si limitano a mangiare carne-muscolo che è la parte più povera e deficiente. Per ricavarne qualche scadente beneficio, sarebbero necessarie 2 cose: 1) Mangiarla cruda e ben masticata, 2) Mangiare non solo le parti gradite e non schifiltose, ma imitando felini e insetti che leccano il sangue e i liquidi organici del cadavere animale, e ne masticano poi avidamente fegato, reni, cuore, testicoli, milza, grasso, ghiandole varie.

UOMO MANGIATORE DI BACCHE E DI FRUTTA IN PREVALENZA

In realtà l’uomo è l’archetipo e il simbolo dei frugivori, per cui la frutta, integrata dai vegetali a foglia, è il suo cibo elettivo, oltre che quello digerito e assimilato più facilmente. L’antico e deleterio pregiudizio che la frutta sia scarsa in valore alimentare, buona al massimo come aperitivo o come dessert, si mantiene nella mente della massa. Molta gente ha persino paura della frutta, residuo mentale di diseducazione medica portata avanti per decenni, dove la sanità pubblica ha pervertito e predicato male indicando la frutta come fonte di malattia.

DOMINIO ECONOMICO E CULTURALE DEI MAXI-MACELLI

Dovremmo capire al volo che tutta la propaganda in favore di carne, pesce, pollo, salumi ecc è qualcosa che si è sviluppato in lungo e in largo alla fine della 2° guerra mondiale per motivi largamente economici. Allevamenti intensivi e industrie multinazionali della carne, supportate da banche, sanità e media, oltre che la colpevole ignoranza delle masse, hanno facilitato questo fenomeno degenerativo. Tutti gli esperimenti volti a dimostrare la pericolosità dell’alimentazione carnea sono ovviamente nelle mani del potente sistema macellaro terrestre. E sappiamo come nutrizionisti, naturopati, medici e cosiddetti uomini di scienza siano categorie ultrasensibili al danaro, e come vengano comprate facilmente.

IRRORAZIONE DELLA FRUTTA MEDIANTE SOLFATI

Si dice che la sulfurazione ammazzi gli insetti e che impedisca loro di entrare nella frutta irrorata. Ma le ricerche trasparenti dimostrano fin da inizio secolo scorso che queste tecniche pregiudicano la salute dei reni causando insufficienza renale, disturbano le funzioni metaboliche, incrementano l’acido urico nel corpo, distruggono i globuli bianchi. Ed è proprio per questo che gli insetti non attaccano i frutti irrorati.
Questo però non è un buon motivo per stare lontani dai frutteti, dalle vigne, dai campi e dagli orti, ma solo per migliorarli radicalmente, e per tenerli liberi da sostanze chimiche ancora più insidiose e micidiali come il glifosate e il round-up delle solite Monsanto, Bayer e Syngenta.

OSSIDAZIONE DEI CIBI

Più i vegetali vengono tagliati e tritati e più ossidazione subiscono, perdendo valore alimentare e vitamina C, oltre che profumo e sapore. Ad esempio, la lattuga privata della sua radice perde l’80% della sua vitamina C in 1 minuto dopo il taglio. Il calore poi velocizza l’ossidazione di tutti i cibi e li trasforma in ceneri prima ancora che siano mangiati. Lisina e glutamina nelle proteine vengono distrutti. Questi effetti devastanti sono processi di lungo periodo che danneggiano in particolare le future generazioni. Se i cibi vengono bolliti le perdite minerali sono enormi, per cui calcio e fosforo ad esempio perdono ogni valore alimentare. Da ogni angolo e da ogni prospettiva il calore intenso e prolungato applicato ai cibi costituisce una gravissima perdita di nutrienti. La pastorizzazione fa letteralmente fuori gli enzimi più preziosi come proteasi, lattasi, amilasi, fosfatasi, salaninasi, catalasi, perossidasi, aldeidrasi, ecc. Il calore degrada la vitalità della clorofilla e depaupera i sali di ferro. Ossigeno, idrogeno e acqua fanno eccezione e si possono assumere anche in forma inorganica.

SODIO, CLORO E ACQUE MINERALI

Sodio e cloro, come un po’ tutti i minerali di traccia e non di traccia devono essere assunti come elementi nutritivi ma solo in forma organica. Il sale da cucina infatti passa attraverso il corpo e non viene metabolizzato, non finisce nei tessuti e non viene impiegato nelle secrezioni interne. Il cloro è un veleno che, quando riscaldato produce addirittura diossina. Non serve nemmeno, come molti pensano, alla produzione di acido cloridrico. Ogni cosa che assumiamo è cibo, per cui viene utilizzato nei tessuti e nelle cellule, oppure è veleno, non ci sono vie di mezzo. Il cloro inorganico è un veleno. Il sale viene eliminato con difficoltà quando arriva nel sangue. Tutti i cibi naturali contengono sali organici in abbondanza, mentre tutte le tavolette di calcio, di fosforo, di iodio, di ferro fornite dalle farmacie e prescritte dai medici e martellate dai media e dagli spot sono non soltanto del tutto inutili ma sono anche deleterie e velenose. Ottenete pertanto i vostri sali minerali da cibi non lavorati e non raffinati. Ricordatevi ad esempio che la farina bianca è stata privata del 75% dei suoi minerali già nel solo processo di macina. Da rilevare poi che tale concetto riguarda pure l’acqua che deve essere leggera e priva di minerali e a minimo residuo fisso, per cui le acque mineralizzate sono dannose.

FRAMMENTAZIONE DEI CIBI

La natura non ci offre proteine o ingredienti separati ma cibi integrali. Non mangiamo calcio ma lattuga. Non mangiamo proteine ma radicchio e verdure a foglia, ricchissime di proteine più delle stesse noci e quasi quanto i legumi. Non mangiamo zuccheri ma datteri. Le diete SAD-StandardAmericanDiets sono altamente denaturate, essendo composte da pane bianco, riso bianco, pasta bianca, grani devitalizzati, sciroppi solforati, frutta e verdura in scatola, torte e dolci, cibi in prevalenza cotti e lavorati. Questa è la società dei cibi sostitutivi e compensativi, la civiltà dei surrogati alimentari. Esiste da un lato la categoria dei processori di cibo (macinatori, fabbricanti di cereali da colazione, lattiero-caseari, macellai, tutti impegnati allo spasimo a togliere componenti naturali dai cibi essenziali, tutti dediti a vendere al pubblico half-food o mezzi cibi e almost-food o quasi cibi di seconda classe. Ed esiste poi un’altra categoria, altrettanto deleteria, impegnata a fabbricare super-cibi “salubri” e preparazioni mineral-vitaminiche superlative. Nessuno di questi gruppi accetta i cibi naturali, ma sta dalla parte di quelli lavorati e rinforzati che garantiscono enormi profitti.

LA LEGGE DEL MINIMO

C’è poi la Legge del Minimo di cui nessuno parla, come nemmeno esistesse. La sviluppò Gustav Liebig. Lo sviluppo degli esseri viventi è regolato dalla fornitura degli elementi conosciuti e non conosciuti presenti in quantità minima. Questi elementi minimi non possono che essere naturali, per cui eventuali eccessi vengono espulsi facilmente per via renale o cutanea. Nel caso di ricorso a integratori si mette invece a soqquadro l’intero equilibrio interno.

SERVE UN INSEGNAMENTO ILLUMINANTE E CORAGGIOSO

Quello di cui gli uomini hanno urgente necessità è un Grande Insegnante, uno che con gli occhi dell’Essere Superiore, sia capace di cogliere le vere radici delle alterazioni e dei mali, le cause della perenne apatia umana. Uno che denunci la vana ricerca di stimolanti e di sostanze magiche contro l’affaticamento, la decrepitezza, l’impotenza e la sofferenza. Noi ricercatori della Health Science Igienista-Naturale cerchiamo di svolgere questo tipo di lavoro.

PIANO COI SUPER-CIBI

Serve urgentemente uno che possieda profonde conoscenze dei segreti di Madre Natura, uno che sappia interrompere questa ricerca di cibi di lunga vita, di proteine di alto grado, di lieviti, yogurt, molasse, miele e pappe reali, estratti ghiandolari, raggi potenti. L’insidia di queste assurde ridondanze vengono talmente ignorate dalle nuove Super-Food Schools le quali non stanno alimentando la gente per nutrirla ma bensì per curarla, per cui i cibi non sono più alimenti ma farmaci. Stanno copiando una delle poche frasi sbagliate o infelici e male-interpretate di Ippocrate, quella che dice “Il cibo sia la tua medicina”, frase che è diventata pure il titolo (per me non positivo) di un bel libro ricco di contenuto dell’amico dr Mirco Bindi (“Il cibo sia la tua medicina”).

IL SEGRETO DI LONGEVITÀ DEI GIAPPONESI DI OKINAWA

Gli esperimenti su animali, le vivisezioni, gli esperimenti vaccinali sono cose orrende e vane. Un piccione può mangiare liberamente della morfina, un maiale si può abbuffare di acido prussico, la lepre può ingozzarsi di belladonna, tutte cose che ammazzerebbero l’uomo. Si parla spesso dei giapponesi di Okinawa come esempio di salute e di longevità. Facile spiegarne il perché: 1) La loro dieta è in prevalenza semplice e vegetariana, salvo che qualche uovo e qualche pesce di tanto in tanto, 2) Vivono senza tensione, senza ansie e senza lo stress tipico delle grandi città.

L’ERA DEI CIBI FALSI E INNATURALI, DEI CIBI RINFORZATI E DEI SURROGATI

In Occidente viviamo l’era dei cibi di sintesi, degli estratti vitaminici, degli estratti di clorofilla, degli estratti proteici, tutti sostituti del cibo naturale. Siamo stati convinti a non usare il cibo naturale per cui supplementiamo e rafforziamo tutto. Non contenti della frammentazione micidiale dei cibi, i chimici hanno smosso cielo e terra per metterci a disposizione cibi sintetici, zuccheri sintetici tipo saccarina e aspartame, vitamine sintetiche, clorofilla sintetica, melatonina sintetica, lecitina, combinazioni di vitamine A e D, formule del gruppo B, tavolette di B12, tavolette di lieviti, polvere di ossa, capsule di germe di grano, capsule di colina, tavolette di fegato essiccato, tavolette di tiroidi essiccate, tavolette di aglio e prezzemolo, proteine sintetiche provenienti dal petrolio. Siamo attorniati da chimici che sono attratti in modo irresistibile dal potere e dal dio danaro. Tutto sintetico e niente naturale. Siamo davvero ben messi.

MAI SOVRACCARICARE IL SISTEMA DIGESTIVO

Alimentarsi in eccesso, specie quando il paziente è incapace di assorbire e utilizzare i minerali e le vitamine assunti, serve solo a sovraccaricare il suo sistema che è già di per sé sovraccarico, giunto ai limiti. La prima cosa da farsi sarebbe invece quella di ripristinare l’efficacia digestiva ed assimilativa. Il fallimento del processo digestivo si trasforma in iper-acidità nello stomaco. Se il biochimico ti dice che può fornire il tuo corpo di minerali in polvere e in pastiglie, la Health Science lo smentisce coi fatti. Può di sicuro immettere le sue sostanze magiche ed inorganiche nel corpo, ma poi esse vengono rapidamente espulse causando perdite di materiale alcalino quando ce n’è maggiore bisogno. Il motivo per cui il corpo si libera rapido di tali sostanze è che esse non sono utilizzabili, e pertanto sono dei veleni.

DALLA PUTREDINE REALE DEI NOBILI ALLA PUTREDINE POPOLARE DI MASSA

L’intera storia della dietetica scientifica e dei dietisti è largamente una storia di imbrogli biochimici, di errori, di granchi e di cantonate. La prima esagerazione fu quella delle proteine, poi quella delle calorie, poi dei minerali, poi delle vitamine e poi delle super-proteine. Non hanno ancora capito che la Natura non va a salti, che si propone saggiamente con dei pacchetti armonizzati di cibo e non per frammentazioni. Il risultato è che la dietetica contemporanea, anche se accompagnata dai computer più avanzati e da alte tecnologie, è una dietetica zoppa e caotica, più che materia scientifica seria.

LE RADICI STORICHE DEL CARNIVORISMO

Il cosiddetto mondo scientifico è basato sul carnivorismo diffuso che induce a consumare proteine chiamate per decenni proteine nobili, simbolo di una nobiltà alimentare mai esistita, simbolo semmai della putredine reale o cancro che colpiva di regola le famiglie reali europee avvezze in esclusiva a tale tipo di viziosità, putredine reale e putredine nobiliare, putredine mutuata poi paradossalmente dalle popolazioni e dalle masse di basso rango desiderose di acquisire ed ereditare le antiche abitudini e prerogative dei signori, delle classi ex-dominanti.

LA FALSA SCIENZA SANITARIA STA PORTANDO IL MONDO VERSO IL BARATRO

Gli scienziati odierni del cibo non studiano e non capiscono la natura e le sue leggi. Sottovalutano le leggi naturali, le ignorano, le distorcono e le deformano. Ripercorrono gli errori dei medici-stallieri dei tempi andati, quando tentavano invano di curare gli anemici facendo loro assumere sangue caldo e fumante da bovini morenti direttamente nei macelli. Quando sperimentavano nelle stalle inglesi le prime vaccinazioni, iniettando materiale putrido e carico di vaiolo di mucche malate alle prime vittime umane di tali aberrazioni. Essi continuano a dare risposte ambigue e false mettendo in secondo piano le proteine vegetali, ridando voce a concetti ampiamente smentiti ed obsoleti come la presunta superiorità del ferro-eme da carne sul ferro non-eme delle verdure, o sui contenuti di B12 e simili. Se il genere umano non distrugge e non si libera al più presto di questa falsa scienza presuntuosa-aberrante-diabolica, verrà da essa messo sotto e devastato, come sta accadendo in questo biennio 2020-2021.

RIFLESSIONI CRITICHE SUL DIGIUNO

Io ho diretto personalmente 60.000 e oltre digiuni -afferma Shelton-, ma non sono un fanatico dei digiuni ad ogni costo, che sono autentiche chirurgie senza bisturi. Non è comunque il digiuno in sé l’autore e il chirurgo virtuale dell’operazione, ma sempre e solo il corpo stesso, unico protagonista della auto-riparazione. Spero sempre che la gente impari che la dieta non è cura di malattia, e che nemmeno il digiuno è cura di malattia. In effetti, niente che sia conosciuto a fondo dall’uomo deve curare qualsiasi alterazione. Curare è un verbo proibito e imbrogliante. È l’organismo vivente, lui e soltanto lui ad auto-curarsi e ad auto-guarire. Solo lui ha la funzione e la capacità di ripristinare la salute mediante un procedimento ordinato e logico, e non deve essere disturbato da azioni esterne di disturbo, da interferenze con il suo lavoro.

CHI IGNORA LE LEGGI UNIVERSALI NON HA DIRITTO DI PAROLA E DI AZIONE

Questo ragionamento è in linea con le leggi naturali che ben conosciamo e che ci pongono su un piano ben superiore alla spazzatura scientifica circolante. Le leggi universali stabiliscono che esiste il principio di causa ed effetto, che il corpo non va mai contro se stesso, che il corpo è dotato di orientamento come l’ago della bussola, tende irresistibilmente verso il suo nord magnetico che è la salute. Il suo percorso guaritivo passa attraverso la malattia amica, la malattia-stimolo, la malattia-segnale d’allarme, la malattia scarico-veleni, la malattia meccanismo curante, la malattia difensiva-rimediale-eliminativa-adattiva che non può e non deve essere curata. Una cura autentica e completa e perfetta non va curata. Curare una malattia non è altro che una danza intorno al fuoco, un rito sanitario, una superstizione vudù, un atto di scongiuri, un esorcismo contro le arie infette, una mancanza di rispetto verso chi ci ha messo a disposizione uno strumento corporale auto-guarente.

PREROGATIVE IRRINUNCIABILI DEL BUON MEDICO

Ed è per questo che il buon medico è una persona dotata di eccezionali qualità come l’umiltà e la prudenza. Ed è per questo che un buon medico è quello che si allinea con Madre natura ascoltandola, osservandola, collaborando e coadiuvando con essa. Ed è per questo che il buon medico, all’infuori delle emergenze vere da pronto soccorso, è un non interventista e un non invasivo. Ed è per questo che il buon medico è colui che educa le masse a non assumere medicinali, prodotti chimici e cibi indigesti, e soprattutto a non farsi iniettare porcherie vaccinali.

TRE REGOLE ALIMENTARI FONDAMENTALI

La prima regola alimentare richiede che siano evitati il più possibile i cibi denaturati. La seconda è che i cibi vengano combinati in modo appropriato. La terza è che i cibi vengano assunti solo quando c’è appetito autentico e non falsa fame, accompagnato da giusta posa emozionale, e quindi non in presenza di fatica, preoccupazione, rabbia, dolore, febbre, digestione compromessa o deteriorata.

LA HEALTH SCIENCE RAFFIGURA NON UNA DIETA MA UNO STILE DI VITA TOTALIZZANTE

L’alimentazione non deve essere trasformata in un procedimento complesso, misterioso e cervellotico, in un procedimento richiedente una educazione universitaria alla Sorbona, a Oxford o al Massachusetts Institute of Technology. Si tratta tutto sommato di qualcosa di molto semplice. Sia i lavoratori fisici che quelli mentali tendono a esagerare col cibo, tendono a mangiare troppo, questa è la realtà. La gente è ubriacata dal troppo cibo assunto e i dietisti incoraggiano e spingono a mangiare di più. La Scienza Igienistica o Health Science non è un sistema di diete ma un TOTAL WAY OF LIFE, uno stile di vita totale e coerente. Non una serie di cure di malattia, ma al contrario un Piano di Vita. Non vendiamo cure e trattamenti. Badiamo piuttosto ai requisiti e alle necessità primordiali della vita.

TOSSIEMIA O SCARTI CORPORALI TRATTENUTI

Tornando al digiuno, quando i tessuti grassi, quando i tessuti non essenziali, quando le escrescenze o le sovra-crescite o i tumori-cisti-polipi vengono autolisi durante un digiuno, essi vengono scarnificati e polverizzati, vengono rimessi in circolazione ed eliminati tramite sangue e linfatico. Questa è l’esperienza concreta di due secoli di Scienza Igienistica e di migliaia di medici in America e fuori. Per me -dice Shelton-il termine tildeniano Tossiemia si può anche definire con Retained Body Wastes o Scarti Corporali Trattenuti. L’escrezione o eliminazione viene inibita ed impedita da qualsiasi sostanza o situazione che abbassi l’energia nervosa disponibile, che causi cioè enervazione e che impedisca cioè un processo depurativo che richiede forza nervosa e forza immunitaria.

SPOSTAMENTO DEGLI SCARTI DAL SANGUE IN ZONE NON VITALI DEL CORPO

In questi casi gli scarti organici interni vengono trattenuti ed accumulati nel sangue e nel linfatico che sono zone vitali. Non possono rimanere lì altrimenti l’organismo si satura, si ostruisce, si devitalizza e si avvelena mortalmente. Vengono pertanto spostati provvisoriamente in organi o in zone corporali meno vitali. I tessuti grassi sono i primi depositi di emergenza utilizzati per le diverse tossine. Metalli pesanti tipo arsenico e mercurio finiscono nelle ossa. Il ferro inorganico va persino a inquinare la materia grigia del cervello. Altri veleni ancora finiscono nel fegato.

RISPARMIO SUI COSTI DIGESTIVI E INCREMENTO FORZA ESPULSIVA

Una incredibile varietà e quantità di sostanze estranee vengono peraltro espulse da un corpo che digiuna, soprattutto se si tratta di un corpo carico di tossine. Il digiuno, creando una scarsità nutrizionale spinge il corpo a rinunciare alle cose superflue. Il notevole risparmio energetico realizzato sul piano digestivo viene inoltre utilizzato come forza immunitaria e come forza disincrostante ed espulsiva delle sostanze estranee ingombranti, cosa che l’organismo non riuscirebbe a compiere in stato di sazietà. Non credo -continua Shelton- che il digiuno prolunghi la vita, mentre sono convinto che il cibo assunto in eccesso la accorci.

STIAMO ATTENTI AGLI ECCESSI ALIMENTARI

La gente si scava davvero la fossa con i propri denti. Vero è che, coi tempi che corrono, esiste il rischio opposto di soffrire di fame e non solo nei paesi sottosviluppati. Tuttavia, a parte il fenomeno deplorevole della sotto-nutrizione, della miseria e della fame che esiste, e che è uno sconcio in un mondo immerso spesso nello spreco, molta gente non abbiente risulta paradossalmente sovra-nutrita, oltre che malnutrita. Nella popolazione abbiente e ricca poi si usa mangiare 2-4 volte più cibo del necessario. La ghiottoneria è il primo peccato dei popoli. L’arterite e la vasculite (infiammazione delle arterie e dei vasi) e la miocardite (infiammazione del cuore) sono dovute a stato tossiemico dove la causa scatenante è l’Over-eating, ovvero l’eccesso alimentare.

I VERI CIARLATANI SONO GLI SCIENZIATI DA LABORATORIO

Vengo discriminato come quack, come ciarlatano, dai cosiddetti scienziati, da quelli che bazzicano dentro e fuori i laboratori. Eppure c’è tra di loro gente che non ha mai visto una disgregazione autolitica di un tumore, o una dissoluzione dei calcoli alla cistifellea, o di calcoli renali, che per me sono cose normalissime. Ho probabilmente condotto in porto più digiuni io di chiunque altro al mondo -conclude Shelton. Digiuni di 2 giorni e digiuni di 90 giorni su gente di ogni età, dai bambini agli ultra-80enni, dagli atleti in piena forma ai tubercolotici, ai diabetici e ai cancerosi. Eppure c’è ancora gente che continua a dar credito agli scienziati da laboratorio.

L’IGNORANZA PIÙ NERA CONTINUA A REGNARE SUI CIBI

In tema alimentare, la gente è più influenzata dalla pubblicità televisiva che da una sua reale conoscenza sui cibi. Preferisce ciò che ha più sapore al cibo autentico. Privilegia alimenti che contengono conservanti, coloranti, aromi di ogni tipo. C’è anche da considerare il fatto che ognuno di noi è diverso da tutti gli altri, anche se alcune cose ci accomunano. Abbiamo in comune il pH, il numero di muscoli, di ghiandole, di organi, gli stessi sistemi digestivi ed escretori, lo stesso sistema salivare che secerne ptialina e lo stesso sistema gastrico che secerne pepsina. Ma poi sono i dettagli, i depositi tossici, la storia personale, le idee che alberghiamo a fare la differenza. Le allergie non ci differenziano affatto come si pensa. Sono condizioni patologiche più che diversità costituzionali. Basterà riportare il corpo al suo equilibrio funzionale globale e le allergie gradualmente spariranno.

STRESS OSSIDATIVO E RADICALI LIBERI

I radicali liberi sono molecole che posseggono un elettrone spaiato sull’orbita più esterna e questa configurazione elettronica li rende altamente instabili e reattivi, e perciò in grado di legarsi ad altri radicali sottraendo un elettrone ad altre molecole vicine, causando mutazioni, danni cellulari e diverse patologie. Nei processi chimici dell’organismo vengono di norma rilasciati sia radicali liberi che ROS (Reactive Oxygen Species) oppure essi possono derivare da fatica, inquinamento, radiazioni ultraviolette, agenti chimici e stress. Lo stress ossidativo è una condizione patologica comportante un deficit nel processo eliminativo di sostanze chimiche ossidanti che compromettono la funzionalità cellulare. Il danno cellulare avviene a livello delle membrane con una alterazione degli scambi tra interno ed esterno delle cellule, mentre all’interno viene compromessa la formazione di ATP-adenosina trifosfato, la molecola che fornisce l’energia necessaria per quasi tutte le forme di lavoro cellulare.

CAUSE DI STRESS OSSIDATIVO E RIMEDI ORAC

Le cause di eccessivi radicali liberi e di stress ossidativo vanno cercate nell’inquinamento, nel fumo attivo e passivo, nell’attività fisica esagerata, negli eccessi di cibo, nella sedentarietà. Chiaro che i rimedi naturali allo stress ossidativo esistono e stanno nel concedersi più riposo, più relax e più sonno, oltre che nell’assumere cibi alcalinizzanti e antiossidanti, tipo frutti di bosco e vegetali colorati ricchi di vitamine C, E e gruppo B, ricche di flavonoidi, ovvero cibo ad alto valore Orac. Orac è acronimo che sta per Oxygen Racidals Absorbance Capacity e che significa Potere Antiossidante dei cibi. La quota minima giornaliera da assumere è 5000 ORAC circa. Gli alimenti più ricchi di antiossidanti secondo la scala ORAC sono ad esempio: Succo di uva nera 1 bicchiere = 5216 unità, Mirtilli 1 tazza = 3480 unità, Cavolo verde cotto 1 tazza = 2048 unità, Spinaci cotti 1 tazza = 2042 unità, Barbabietola cotta 1 tazza = 1782 unità, Prugne nere (3 pezzi) = 1454 unità. Particolarmente ricche di Orac sono le spezie e le erbe aromatiche.

OMOCISTEINA FATTORE DI RISCHIO CARDIOVASCOLARE

Pressione alta, alti trigliceridi o sangue grasso, alto livello di colesterolo LDL, fumo attivo e passivo di sigaretta predispongono a ictus e infarto. Ma esiste un altro fattore insidioso e poco noto al grande pubblico e spesso anche ai medici. Si tratta dell’omocisteina, un aminoacido solforato, che si assume principalmente con la metioniona delle carni. Sono stato tra i primi e i pochi a leggere e a tradurre Homocysteine Revolution edito nel 1997 dalla Keats Publishing americana, un libro non facile da leggere e scritto pure male, un vero mattone. Eppure il suo autore Kilmer McCully (classe 1934 e quindi oggi 87enne), patologo presso il Massachusetts General Hospital e docente ad Harvard ha fatto un lavoro brillante e geniale, ricevendo per contro tanta critica e tante persecuzioni dalla cosiddetta scienza medica e farmaceutica, troppo interessata a vendere statine. Pare che il sistema sanitario sia imbattibile nel dissuadere e scoraggiare chiunque osi svelare e dimostrare verità evidenti e di ragguardevole valore.

OMOCISTEINA BAROMETRO FUNZIONALE DEL CORPO

Mi risulta che il mio articolo “Omocisteina barometro funzionale dell’organismo umano”, pubblicato sul blog il 24 gennaio 2009, non sia affatto scaduto di valore e continui a rappresentare una efficace sintesi del fenomeno. L’esame dell’omocisteina non viene effettuato se non su specifica richiesta e serve a monitorare livelli superiori alla quota ideale di 7 micromol/L

I TEST SONO IL PIÙ DELLE VOLTE INUTILI E INAFFIDABILI, E ANDREBBERO RIPETUTI TROPPE VOLTE

Come per tutti i valori del sangue, sappiamo che i test hanno valore istantaneo e pertanto relativo e inaffidabile, per cui non spingo nessuno a farli. Se uno ci crede veramente dovrebbe andar fuori e dentro gli ambulatori in continuazione per ottenere curve di comportamento e non semplici dati istantanei, spendendo tempo e danaro, incrementando lo stress e alterando così gli stessi suoi valori. Pertanto consiglio molta meno curiosità e molta meno fiducia nei test e negli asterischi medici e molta più fiducia in se stessi, nella capacità del corpo di rimettersi in carreggiata da solo e grazie ai vostri stili di vita migliorativi. Nel caso specifico dell’omocisteina alta, suggerisco un processo naturale di de-sulfurazione ottenibile con regolare assunzione di bietole rosse (beta vulgaris) crude o cotte al vapore, e di spinacini verde e rosso crudi, oltre che di spinacio comune saltato in padella.

ORMONI E SISTEMA ENDOCRINO

Gli ormoni sono sostanze elaborate e secrete dalle ghiandole endocrina, che una volta immesse nei liquidi circolatori e pervenute nei vari distretti e tessuti del corpo influenzano il metabolismo, essendo capaci di stimolare-regolare-inibire funzioni o attività organiche. Ormoni sono ad esempio l’insulina e il glucagone.

NEUROTRASMETTITORI STIMOLATORI DI RISPOSTE

I neurotrasmettitori appartengono al sistema nervoso e veicolano informazioni tra i neuroni. Sono messaggeri endogeni che agiscono sulle cellule muscolari e su quelle ghiandolari stimolando determinate risposte. L’acetilcolina, è il trasmettitore principale in tutto il sistema nervoso parasimpatico. Il trasmettitore eccitante principale nel sistema nervoso centrale è il glutammato dell’amminoacido, che svolge un ruolo importante nell’apprendimento e nella memoria. Il trasmettitore inibitorio principale è gamma-amminobutirrico (GABA). Altri esempi sono la glicina, la dopamina, la noradrenalina la serotonina e l’istamina.

IMPORTANZA FONDAMENTALE DEI BATTERI E DEL MICROBIOTA

Il microbiota è l’ecosistema dei batteri protettivi che colonizza il nostro intestino. È fondamentale per mantenersi in salute. Questo esercito è responsabile del buonumore in quanto produce il 90% della serotonina corporale, l’ormone della serenità. Stimola pure il sistema immunitario a lavorare al top, difendendo da infezioni e infiammazioni. Stress, zucchero, caffè, alcol, cibi grassi alterano l’assetto del microbiota.

INFIAMMAZIONE PREZIOSO STRUMENTO DI GUARIGIONE

Vorrei concludere ribadendo il principio per cui siamo dotati di un corpo autoguarente, dettaglio fondamentale che continua a sfuggire sia ai medici che alla massa da loro manovrata. L’infiammazione e la febbre sono il mezzo attraverso il quale il corpo ripara se stesso. Eppure il consumo di tachipirine e di anti-infiammatori sono in vertiginoso aumento.

NON A CASO GLI ANTI-INFIAMMATORI SONO TRA I FARMACI BEST-SELLER

L’aspirina della Bayer e le tante altre imitazioni rimane sempre in cima ai consumi. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono tra i farmaci più utilizzati per il trattamento del dolore di qualsiasi origine. La pubblicità fa credere che esista un farmaco antinfiammatorio specifico per ogni tipo di dolore: dal Buscofen per i dolori mestruali, al Dicloreum per i dolori muscolari, passando per il Moment che si fa in quattro per combattere altrettanti tipi di mal di testa. Esistono compresse fatte apposta per le donne (dentro scatole rosa) e per uomini (dentro scatole blu).

BLOCCO DELLE PROSTAGLANDINE

Questi farmaci agiscono bloccando la produzione delle prostaglandine, sostanze che nel nostro organismo sono una sorta di mediatori chimici del processo infiammatorio. Le prostaglandine hanno però anche altre importanti funzioni nel nostro organismo, e proprio per questo i Fans, bloccandone l’azione, presentano pesanti effetti indesiderati da non trascurare. Ma il discorso vale anche per tutti gli altri farmaci, per tutti gli integratori sintetici che sono pure essi dei farmaci, e soprattutto per tutti i vaccini. E proprio qui sta la rilevanza e il senso logico di questa odierna mia lezione.

DENUNCIA ESEMPLARE DA PARTE DI ALESSANDRO MELUZZI

A questo punto, come chiusura dell’intero discorso, vorrei sintetizzare la denuncia e le ironie di un medico-psichiatra italiano di valore come Alessandro Meluzzi intervistato qualche giorno fa da Radio Radio. “Che senso ha parlare di zone gialle e rosse e arancione? Anziché andare allegramente a orinare in gruppo come si faceva ai bei tempi, pensate a tenervi una mano sul di dietro, poiché è in arrivo il tampone anale dei cinesi! Mi è capitato di sentire questi scienziati scellerati sostenere che il virus si trova non solo nella saliva ma anche nei peti, per cui se ci dovesse succedere meglio farsi ricoverare al pronto soccorso.

LA DITTATURA STA ORMAI FUORI E DENTRO DI NOI

Ho osservato ieri dei poveri anziani procedere faticosamente in salita, a distanza 5 metri uno dall’altro, con tanto di bastone e mascherina mozza-fiato, e mi è venuto da inorridire. Ho capito che la dittatura, la peggiore dittatura possibile, è ormai arrivata. Sta nell’anima, sta nei cervelli, sta nella scomparsa del buon senso, sta nella rassegnazione e nel piegarsi ai decreti.

POMPE FUNEBRI E MASCHERE TALEBANE

E poi dobbiamo anche sorbirci giornalmente quel ministro Speranza che ha la faccia funerea del gestore delle pompe funebri sotto una maschera fissa stile Kabul. Uno che sa ripetere in continuazione per 360 giorni all’anno contagiati, sieropositivi e morti. Me lo sogno anche di notte e mi vengono gli incubi. Chiedo a me stesso cosa abbiamo mai fatto per meritarci tale tortura.

C’È DI CHE NAUSEARSI DAVANTI AL GRANDE RESET, AL RIPRISTINO DELLA LORO ALLUCINANTE NORMALITÀ

Mi chiedete poi perché mai il governo dovrebbe distruggere l’economia? Ormai passo per essere un fissato perché ogni giorno finisco per ripeterlo. Il problema non è a chi giova distruggere ma sta nel disegno che c’è dietro. Tale disegno mi pare chiarissimo e si chiama Great Reset. Ho cercato di spiegarlo in tutte le sedi e in tutte le salse. Ho fatto vedere i risultati dell’Economic Forum di Davos. Vi ho fatto veder i libri e i documenti scritti su questo tema da Bill Gates a partire dal 2003. Che altro devo dire per spiegare cosa c’è dietro? Il disegno è chiaro. Drastica riduzione popoli mediante farmaci-vaccini-distanziamenti-privazioni, depauperamento ceto medio, concentrazione finanziaria, concentrazione tecnologica, dittatura politico-sanitaria, soppressione diritti democratici, scomparsa del danaro contante a favore del digitale come ennesima forma di controllo, crollo dei mercati e demolizione dell’iniziativa privata, crollo persino della Magistratura. Che altro devo dire se non che mi viene la nausea?

NON SONO PIÙ I TEMPI DI PIETRO MICCA, DI SILVIO PELLICO, DEI FRATELLI BANDIERA E DEI MARTIRI DI BELFIORE

Purtroppo il popolo italiano non è in grado di fare nessuna rivolta. Per il compianto Leo Longanesi in Italia le uniche rivoluzioni che sono state fatte sono avvenute con le autorizzazioni del maresciallo dei carabinieri, compresa la marcia su Roma. Non fatemi poi dire una sola parola contro i vaccini. Non voglio essere cacciato dall’Ordine dei Medici, siccome devo ancora lavorare per vivere. Non mi provocate su questo argomento. Se voi davvero pensate che il problema qui siano i vaccini siete totalmente fuori strada. L’altro ieri Bill Gates ha detto con molta chiarezza che dopo questa piccola epidemia Covid ce ne sarà una 10 volte più grande. Scordatevi di potervi liberare di questa gente. Fatevi pure tutti i vaccini e tutti i richiami. Fate il Pfizer, il Moderna, l’AstraZeneca e lo Sputnik. Non risolverete niente. Nessun vaccino vi farà rientrare in possesso di voi stessi. Nessun vaccino vi farà riprendere la libertà e la voglia di vivere”.

VALGA L’ESEMPIO DI ANTONIETTA GATTI E DI STEFANO MONTANARI

Meluzzi non è ovviamente il solo. C’è anche in Italia una sparuta ma formidabile isola di uomini di valore e di scienziati coraggiosi. Senza fare torto a nessuno, voglio citare come esempio per tutti Antonietta Gatti e Stefano Montanari. Stefano Montanari che qualche giorno fa mi ha dato anche la gioia e l’onore di intervistarmi per il suo Importante Progetto teso a radunare chi parla lo stesso linguaggio di scienza e di verità senza compromessi.

ECCO ARRIVATO IL DRAGO SALVATORE DELL’ITALIA

Le ultime dal pianeta Italia parlano di un certo Mario Draghi, un santo-eroe-superscienziato per il presidente Mattarella, un nome di prestigio internazionale e un potenziale salvatore della patria per Sgarbi, Grillo, Casaleggio, Renzi, Berlusconi, oltre che per senatori e deputati di ogni colore politico, per tutti i media all’unisono, e a volte per la gente stessa inebriata dal credito che tutti gli danno. Salvatore non dei paesi in rovina ma piuttosto delle grosse banche, per quanto mi risulta. Complimenti a Draghi. Uno che ha la posa dell’autorevole, il sorriso stampato del vincente. Si pone a fianco di altri personaggi voraci quanto i condor e le iene, sempre alla moda, sempre presenti e intrufolati dove c’è odore di dollari, sempre attenti a dove gira il grano come Romano Prodi e Mario Monti. Non ce l’ho personalmente con nessuno. Polemizzare serve poco. Sono tutti uguali e tutti stampati in fotocopia, tutti noiosamente intercambiabili, tutti con cravatta ordinata e mascherina scura, tutti col passo sicuro, tutti votati al dio virale, tutti vaccinati con finte e teatrali sostanze annacquate (se avessero subito inoculazioni vere come le povere e tristi vittime del popolo, tanto peggio, sarebbero anche dei deficienti).

FRANCESCO COSSIGA LO CONOSCE PIUTTOSTO BENE

Appropriato, puntuale ed illuminante a tal proposito il parere-contro di un ex-presidente come Francesco Cossiga, non a caso denominato il Presidente Picconatore. “È un vile, un vile affarista. Non si può nominare presidente del Consiglio dei Ministri chi è stato socio della Goldman & Sachs, grande banca d’affari americana. E male, molto male, io feci ad appoggiarne, quasi a imporne la candidatura a Silvio Berlusconi. Draghi presenziò alla famigerata storica crociera sul “Britannia”. Draghi è stato il liquidatore dell’industria pubblica. Draghi realizzò la svendita dell’industria pubblica italiana quand’era direttore generale del tesoro e immaginati che cosa farebbe da presidente del Consiglio dei Ministri svenderebbe quel che rimane: Finmeccanica, l’Enel, l’Eni e quant’altro.

UN MANIPOLO DI PIDOCCHI RIFATTI

Il mondo nel quale stiamo sguazzando, diciamocelo pure, è una palude di sabbie mobili gestita a proprio piacimento da un manipolo di pidocchi arricchiti alle spalle della massa. A inizio secolo si parlava dei Rockefeller con il petrolio e i farmaci, dei Morgan con l’acciaio e le ferrovie, dei Rothschild con le banche e con i traffici e le guerre mondiali. Oggi si parla di Elon Musk con i suoi 188,8 miliardi di dollari, Jeff Bezos 119 miliardi di dollari di patrimonio nel 2019, di Bill Gates 96,4 miliardi, di Mark Zuckerberg 62,3 miliardi, di Warren Buffett 82,5, amico di Gates. Senza contare i George Soros e le fondazioni miliardarie Clinton che non dichiarano e che stanno sul comodo e conveniente taxation-free, senza contare infine i miliardari sauditi e i neo-miliardari cinesi, che lasciano a gran distanza Giovanni Ferrero, 25° al mondo coi suoi 22,4 miliardi, Leonardo del Vecchio, 50° appena, e Silvio Berlusconi, misero e spiantato al 257° posto con 6,3 miliardi di dollari.

LA CREMA FINANZIARIA ATTIRA VASSALLI, QUESTUANTI, LOBBISTI E LECCAPIEDI

E poi vengono i mediocri, i manovali del crimine e i personaggi ambigui, i servi e i vassalli, che fanno la questua e l’elemosina per una briciola di potere e di soldo, i vari Anthony Fauci e i vari pseudo-scienziati, i vari iniettatori di vaccini, specializzati a rovinare bambini e a far fuori anzitempo anziani e gente malata, i vari politici da strapazzo, i presidenti dei paesi colonizzati, i presidenti e i manager delle baracche burocratiche inutili e mangiasoldi come la Comunità Europea, i frequentatori regolari della associazione a delinquere chiamata Bilderberg come la Ursula Von der Leyen, e i tanti massoni deviati che si infiltrano in ogni progetto ambiguo per inchiapettare il popolo ignaro, impigrito e addomesticato.

IL POLITBURO CINESE NON È MAI STATO UNA CONGREGA DI ANGELI, MA OGGI È DIVENTATO IL MASSIMO CENTRO SATANICO

Lo sconcio e il marcio stanno a Occidente come a Oriente, stanno alla Casa Bianca rubata e vilipesa con l’aiuto paradossale del governo italiano e del Vaticano, e stanno nel contempo al Politburo di Pekino dove Xi Jinping e il maggiore suo rivale Jiang Zemin sono solo le punte di diamante del marcio. Il Politburo è formato da 25 membri (di un Comitato Centrale del CCP composto di 200 membri, con ministri, funzionari al vertice, amministratori, burocrati, militari di alto rango, dirigenti statali, dirigenti di Lega Gioventù Comunista, e di alcuni tycoon privati tra i più ricchi del paese, come Liang Wenzen, Zuang Ruinin, Li Yi, Jack Ma capo di Alibaba (38,2 miliardi di patrimonio ufficiale, e coniatore di mantra tipo “Non mollare mai. Oggi è difficile e domani sarà peggio. Ma dopodomani ci sarà nuovamente il sole”). Facile esibirsi in frasi sagge e poetiche. Bisognerebbe dare voce ai 700 milioni di cinesi abbonati al morso della fame.

UN REGIME CHE POTEVA USCIRE DAI VORTICI DITTATORIALI, MA LA CUI FRENESIA DI POTENZA E DI DOMINIO LO PORTERÀ IN BREVE A SFRACELLARSI

È questo il lurido campionario degli arrampicatori sociali e degli ipocriti travestiti da difensori del social-comunismo e del Servire il Popolo. Non se ne salva uno. Per arrivare in quei posti ne hanno fatte di tutti i colori. Questo è il paese delle spie, dei delatori e dei sicari, delle disinvolte sentenze di morte, delle piazze Tienanmen, degli spegnitori di entusiasmo giovanile e di valori autentici, degli affossatori della splendida e unica Hongkong, degli spauracchi che terrorizzano in continuazione la civilissima e avanzata democrazia di Taiwan, dei produttori di cloni e di organi umani, dei soppressori di popoli ed etnie, dei creatori di sofferenza e di nuovi lager. Sono tutti giunti ai margini del baratro. Si sbricioleranno ed imploderanno al pari dell’Unione Sovietica entro poco tempo, per la salvezza della autentica Cina e del mondo intero che non può permettersi di ospitare un esperimento disgraziato e funesto come il Regime Comunista-Maoista super-militarizzato e mascherato da Stato pacifico, ordinato e civile.

TANTO DI CAPPELLO A JOHN POMBE MAGUFULI PRESIDENTE DELLA TANZANIA

Noi non apparteniamo alla schiera di catastrofisti totali. Ci aspettiamo che il mondo si scuota dalla paralisi mentale e spirituale che lo ha mandato fuori giri e fuori di testa. Contiamo sulla reattività dei non pochi che si ribellano ai diktat manicomiali ed autolesivi. Contiamo sull’ingegnere bio-chimico John Pombe Joseph Magufuli, attuale presidente della Tanzania, trasparente, scienziato vero e carico di ottimo senso umoristico, capace di ridicolizzare e di dare una esemplare lezione ai governanti del mondo intero. Bocciamo in pieno e senza remissione chi si presta ad aiutare e a tollerare i mandarini del disastro, gli autori di questa debacle mondiale, coloro che hanno bloccato e distrutto l’armonia, l’economia, la religione e la stessa voglia di vivere sul pianeta Terra.

DALL’AIDS AL COVID HANNO MESSO OLTRE 30 ANNI

Bloccare il mondo anche per un solo giorno ha conseguenze devastanti e imprevedibili. Significa infrangere l’armonia e la convivenza. Significa comprometterne la ripresa per decenni e forse per secoli. Non è più questione biblica di 7 anni di vacche magre ma molto peggio. Stanno provocando uno tsunami stile Diluvio Universale. Hanno operato nell’ombra per anni, balbettando da furbastri e da dilettanti, tastando il terreno e allenandosi col carrozzone Grid, ribattezzato Aids, causando le prime vittime della paura e un numero impressionante di suicidi nel mondo, ma hanno raggiunto il culmine della sconcezza proprio in questo biennio 2020-2021. Te lo dicono pure sfrontati e senza alcun imbarazzo, con tanto di faccia di bronzo.

LA LEGGE UNIVERSALE DELL’ATTRAZIONE NON DÀ SCAMPO

Per la legge universale dell’Attrazione evochi il male e quello inevitabilmente ti viene addosso. Parli di vaccino e ti ammali. Parli di malattie e ti ammali. Parli di amuchine e ti imbratti di sporco, parli di ambiente sterile e di contagio e diventi contaminato. Parli di morti e muori prima del previsto, peggio del previsto. Il segreto sta tutto, proprio tutto, nel ripristino dell’auto-stima e del buon senso, nel riallineamento con Madre Natura, nel prendere esempio dagli animali selvatici che continuano a gioire della loro libertà e indipendenza.

È GIUNTO IL TEMPO DI SPEZZARE LE NOSTRE CATENE

Facciamo in modo di spezzare queste catene. Serve una marcia della liberazione contro la Comunità Europea che è l’Impero degli Sprechi e del Malaffare, con 200 sedi diplomatiche fantasma nei vari paesi, tutte vuote, sovra-dimensionate, lussuose e costosissime. Nella realtà i satrapi e i briganti, i falsari battitori di dollari falsi, di euro falsi e di Yuan falsi, i pirati della follia cibernetica, stanno già perdendo la loro immonda partita, nonostante le facili apparenze esteriori. Ma occorre che ognuno di noi si prenda le sue responsabilità e si rimbocchi prontamente le maniche.

ITALIA PAESE NON RIFORMABILE, PAESE SENZA NOCCHIERO E IN MEZZO ALLA TEMPESTA

Stiamo infatti correndo dei grossi rischi. Stiamo entrando nella civiltà del Credere, Obbedire e Vaccinare, la civiltà dell’olio di ricino imposto ai malcapitati cittadini non allineati, la civiltà del tampone anale. E qualcuno mi accusa di essere di destra perché difendo Trump e demolisco Biden. Questo è letteralmente ridicolo. La libertà non è di destra, o di centro, o di sinistra, è un valore universale. Io amo Giorgio Gaber, invito tutti a riascoltare le sue canzoni. Questo è un paese non riformabile. L’Italia in particolare è malata cronica di fascismo-comunismo-democristianismo, di sinistrismo ipocrita e di tante altre magagne. Non certo di destrismo. Non sono qui a difendere le nefandezze commesse dalla cosiddetta destra storica italiana, sotto forma di brigate nere o cose del genere. Ma oggi nessuno si illuda che esista in parlamento o nel paese una destra. Sono tutti di estrema sinistra cinesoide, da Zingaretti, a Conte, a Renzi, a Grillo, a Berlusconi, a Salvini e persino alla Meloni.

MANDIAMOLI TUTTI AD ARARE I TERRENI INCOLTI E A NON CAUSARE ULTERIORI CATASTROFI

La gente che ci governa sta facendo pena anche ai sassi. Ma la cosa peggiore è che la massa obbedisce e accetta tutte le imposizioni senza fiatare. Ci sono gli estremi per una rivoluzione violenta. Ma non predico questo. Sono contro la vendetta e la violenza. Oltre che Gaber amo pure Luigi Tenco (“E se ci diranno che per rifare il mondo, c’è tanta gente da mandare a fondo, noi risponderemo No-No-No”). Tuttavia non c’è spazio per ritocchi e riforme, e nemmeno per assoluzioni e dimenticanze. Niente ghigliottine né impiccagioni, ma un lavoro rieducativo e ripartivo certamente sì. Occorre mandarli tutti a casa ai domiciliari, processarli per direttissima per alto tradimento e poi rinchiuderli in una isola-penitenziario ad arare i campi e fare finalmente qualcosa di utile per l’umanità.

VORREI RESTARE INDIFFERENTE MA NON CI RIESCO

Si dice che da giovani si è incendiari e che poi da anziani si diventa pompieri e spegnitori. A me sta succedendo il contrario. Ma come si fa a restare indifferenti di fronte a una accozzaglia di deficienti, di derelitti e di mentecatti che stanno rendendo il paese invivibile? Si dirà che è tutta questione di punti di vista. Nella loro narrativa, questa nuova realtà che ci viene presentata e imposta sarebbe la nuova normalità. Ma quanto hanno in testa è la quintessenza della follia. Non occorre andare all’università per capirlo. Senti cosa pensano, guarda cosa fanno e valuta quali sono i risultati del loro agire e comprendi tutto.

I FATTI DELLA VITA SCONFESSANO CLAMOROSAMENTE OGNI PROVVEDIMENTO PRESO DA GOVERNANTI E GOVERNATORI

Alcune cose saltano subito all’occhio. 1) Più tamponi veri o falsi si fanno e più contagiati si trovano. 2) Più mascherine si mettono e meno aria fresca si respira per cui subentrano problemi respiratori e polmonari. 3) Più pacchetti limitativi si impongono e più la gente si deprime e si ammala. 4) Più distanziamenti si creano e più odio, sospetto, freddezza e indifferenza si produce. 5) Più amuchine e sterilizzanti si spruzzano e più si perverte l’ambiente biologico, impedendo quella immunità naturale importantissima che si crea rotolandosi nel fango e immergendosi senza paura nel mondo esterno, toccando le cose, sporcandosi con le cose. 6) Più attività economica distruggiamo e più miseria accumuliamo. Non credo che qualcuno osi mettere in dubbio questi concetti.

ABBIAMO DIMENTICATO DEL TIUTTO L’IMPORTANZA ASSOLUTA E PRIORITARIA DELLA LIBERTÀ INDIVIDUALE

A Udine la via cittadina più lunga è quella che parte da piazzale Osoppo e va verso nord su piazzale Chiavris per proseguire con quella che è l’antica strada statale Pontebbana che porta verso l’Austria. Tale via si chiama Via Volontari della Libertà. Ma in ogni città d’Italia ci sono vie e piazze e monumenti e sacrari dedicati ai Martiri della Libertà. Questa Libertà deve essere pertanto qualcosa di molto rilevante e caro agli italiani. Ma dove! Di cosa stiamo mai parlando? Il popolo italiano è diventato uno dei più antidemocratici, tirannici e dittatoriali. Si stanno imponendo dei diktat e dei decreti allucinanti e anti-costituzionali, e la gente non solo non muove un dito contro di essi, ma li accetta e li accoglie al punto di promuoverli e di diventare addirittura strumento applicativo, una sorta di forza dell’ordine aggiunta.

POLEMICHE E SCONTRI CON NORMALI PASSEGGERI

Ieri in treno da Udine verso Imola, ogni 5 minuti in italiano e in inglese gli annunci gracchiavano la stessa solfa: Trenitalia augura ai signori viaggiatori buona giornata. Per fare un buon viaggio è obbligatorio l’uso della mascherina a copertura rigorosa di naso e bocca, usare il distributore di amuchina a inizio carrozza, lavarsi spesso le mani e non toccarsi il viso con le mani. Non ho visto una sola persona all’infuori di me senza mascherina. Non sto a dire quanti scontri verbali ho avuto con altri passeggeri. Almeno una decina. Non tanto con le forse dell’Ordine, le quali non sono tutte rincretinite ancora al punto di non capire che tutta è una farsa, e che stanno rendendosi conto ogni giorno di più delle scelleratezze governative. Gli scontri avvengono con i normali passeggeri che si sentono autorizzati a fare i poliziotti e a dirti metti la mascherina. Tutti minacciosi e pronti a minacciarti di chiamare la polizia. Tutti delatori, spie e sicari. Robe dell’altro mondo. Peggio ancora di quanto viene giornalmente denunciato dal Greg e da Morris.

E HANNO PERSINO IL CORAGGIO DI AUGURARTI BUONA GIORNATA E BUON VIAGGIO

Viaggiare in treno è diventato un incubo e una tortura. Giunto in stanza qui all’Hotel Olimpia avevo due ore di relax in attesa di andare a cena, e ho acceso la tivù. Non lo avessi mai fatto! Canale 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11 tutti all’unisono e in fotocopia. Tutti a parlare del nuovo salvatore della patria che sconfiggerà il mostro nel chiamato Covid e rimetterà in sesto l’economia. Ho cambiato canale andando a caso intorno al 40 e oltre, e sono apparsi papi e cardinali a pregare perché l’uomo ritrovi la fede in Dio e i vaccini contro la pandemia. A quel punto un conato di vomito e ho spento il televisore. Tutti a maledire le fabbriche di vaccini per la loro lentezza e la loro quasi-riluttanza a fornirli prontamente. Tutti a implorare l’arrivo di vaccini di qualsiasi provenienza e marca, senza nemmeno chiedersi come sono fatti, come sono testati e a cosa mai servono, e a contro che cosa! Qui siamo in pieno manicomio.

STIAMO RIPIOMBANDO IN UN NUOVO VENTENNIO PEGGIORE DI QUELLO PRECEDENTE, DOVE AL POSTO DELL’OLIO C’È L’AMUCHINA E CI SONO I VACCINI?

Si dice che Benito Mussolini ne ha fatte di cotte e di crude, non era soltanto istrionesco e opportunista verso le tante donne che possedeva. Cullava sogni proibiti di grandezza. Pensava che l’Italia potesse e dovesse conquistare il mondo. Ha bombardato l’Etiopia causando 350.000 morti, ha fatto fuori brutalmente Giacomo Matteotti, ha lasciato marcire in carcere Antonio Gramsci, ha imposto l’olio di ricino ai dissidenti e a chi non indossava la camicia nera, bloccandoli agli incroci delle strade, si è poi alleato con Adolf Hitler con tutte le conseguenze che ben conosciamo. Ma qui si sta riportando il paese alle stesse condizioni di uniformità, di pensiero unico, di intolleranza e di miseria culturale e spirituale, oltre che materiale. La mia fede verso gli animali, si tratti di oche, di fagiani, lepri, scoiattoli, galline, maiali è sempre più forte, perché sanno essere devoti figli del loro Creatore. Cosa che sta accadendo sempre più raramente tra gli uomini.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x