VOGLIA DI TARTARUGA E DI SCULTURA ADDOMINALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

IN PERFETTA FORMA PSICO-FISICA, MA CON QUALCHE MIGLIORIA DA APPORTARE

Ciao Valdo, è molto che non ti scrivo, come stai? Sono 19enne, vegano da due anni, e sto perfettamente bene. Avrei però bisogno di un tuo consiglio. In questi due anni ho fatto tre digiuni di tre giorni. Sono alto 1.85 e peso 80 chili, rientrando dunque negli schemi e nella norma. Solo che ho ancora un po’ di pancia e di fianchi da rassodare.

MI INTERESSANO GLI ADDOMINALI

In tutta sincerità voglio eliminarli, mettendo così in evidenza gli addominali. La mia intenzione è quella di provare a digiunare per più di tre giorni, facendo poi cyclette ed esercizi per gli addominali tutti i giorni. Vorrei sapere un tuo parere perché, su internet, ho dato un occhiata, trovandoci gran cavolate di cui non c’è proprio da fidarsi. Un saluto e un abbraccio,
Lorenzo

*****

RISPOSTA

ESTETICA SI’ MA SENZA ESAGERARE

Ciao Lorenzo, Anche l’occhio vuole la sua parte. Il lato estetico non va affatto trascurato. Come noi gradiamo le curvette e le essenzialità seducenti della donna al punto giusto, così i maschi di oggi hanno l’obbligo di darsi un corpo il più possibile atletico e scultoreo, nella misura del possibile.
Attenzione però a non esagerare. Meglio una bella ragazza simpatica, sorridente, dolce e scherzosa, e magari con un corpo non da mannequin, che una magnifica modella anoressica, seriosa, arrabbiata col mondo intero ed incapace di darti qualcosa.

MODELLARE MA NON IN CONTRASTO CON LA SALUTE E CON L’ETICA

Meglio, agli occhi di una donna, un uomo con le palle che sa pensare, agire e comportarsi da uomo, più che un cicisbeo che perde tutto il suo tempo a rimirarsi i muscoli di fronte allo specchio, senza nemmeno curarsi di come se li è costruiti e del perché. Se fare muscoli rapidamente significa imbottirsi di proteine animali e di integratori tra i più schifosi e velenosi. Se fare muscoli significa rinunciare ai propri valori, ai propri interessi culturali, sociali, lavorativi e sociali. Se fare muscoli significa diventare animali da palestra, addestrati da istruttori schematici, robotici e proteinomani. Se fare muscoli significa puntare alla modellatura del corpo a tutti i costi, e alla modellatura fine a se stessa, anche in spregio alla salute, avrei molte cose da ridire e da obbiettare.

CULTURISMO E ATLETISMO CI OFFRONO GLI STANDARD E I PUNTI DI RIFERIMENTO

Nulla ho contro il culturismo che, se fatto bene, senza farmaci, senza droghe e senza doping, diventa uno sport e una attività rispettabile come tante altre. Non solo rispettabile ma anche utile. Utile a indicarci i livelli estetici raggiungibili in condizioni di intenso allenamento, di corretta respirazione e di adeguata alimentazione. Non serve del resto entrare nel mondo del culturismo per trovare corpi atletici. Basta prendere i ginnasti delle parallele e degli anelli, i maratoneti, gli schermitori, gli atleti della corsa e di altri sport ancora, per trovare corpi ben scolpiti, pur in assenza della mitica tartaruga.

TESINE DA LEGGERE

DIGIUNO, O SEMIDIGIUNO, O DIETA RIGOROSA VEGAN-CRUDISTA, PORTANO TUTTI AL PESO FORMA

Detto questo, il problema è molto semplice. Un digiuno più lungo può rappresentare una purificazione accelerata e una marcata perdita di peso. Ma potresti raggiungere il medesimo obiettivo limitandoti a una dieta di centrifugati carota-sedano-mela, con l’aggiunta di piante diuretiche tipo malva, tarassaco, equiseto, finocchio, acetosa, cicoria. O anche con belle mangiate di pesche, di anguria, di meloni e di uva.

LE PROTEINE DEL RADICCHIO EVITANO LO SFORAMENTO NELL’ACIDOSI

Un buon piattone di radicchietto, di valeriana o dolcetta,di cavolo grattugiato, o comunque di altre verdure simili, seguito da cavolini di Bruxelles, da patate, da lupini e da una manciata di mandorle, noccioline, noci e pinoli, e la crema di avena con il germe di grano e i vari semini, ti garantirebbe tutto l’apporto proteico necessario a metter su i muscoli più potenti, visto che niente più del radicchio garantisce il pieno di proteine senza sforare nella rottura del tetto proteico e nella più disastrante delle condizioni umane che si chiama acidosi.

ALLA DIETA VEGAN-PROTEICA VA ABBINATO UN PIANO DI ALLENAMENTO MIRATO

Ovvio che serve intenso esercizio. Corsa, saltelli, accelerazioni, frenate, arrampicate giornaliere sugli alberi (con le dovute attenzioni), corse in bici, nuotate, tuffi, ginnastica ventrale, flessioni, ginnastica respiratoria. Il tutto preferibilmente in condizioni di aerobica, più che di anaerobica.
Più boschi, parchi e prati e meno palestre se possibile. Chiaro che se uno vive in città, meglio 1000 volte la palestra che il bar e la discoteca. A patto che le finestre siano aperte d’estate e socchiuse (non tappate) d’inverno.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x