ENTRIAMO NEL NOCCIOLO DEGLI ALIMENTI E DELLE BEVANDE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

Bologna, domenica 25 Novembre 2020, Ramada Encore Hotel – 2° Lezione HSU

FACCIAMO INNANZITUTTO CHIAREZZA USANDO UN LINGUAGGIO COMUNE E CONDIVISO

È di basilare importanza usufruire di un linguaggio comune chiaro-trasparente-condiviso per potersi capire meglio e fare tutti assieme un passo avanti. Questo vale sempre e comunque, onde evitare equivoci, incomprensioni e nozioni incerte e ambivalenti. Se poi si affrontano temi di vasta portata e di enorme interesse popolare come salute, alimentazione, comportamento e stili di vita, tale concetto vale ancora di più. Occorre nel modo più assoluto evitare l’insidia della Torre di Babele, dove uno dice bianco e l’altro capisce nero. Tale rischio esiste quando scarseggia la genuina voglia di chiarezza, quando nelle argomentazioni e nelle teorie a confronto subentrano preconcetti dogmatici, abitudini inveterate, posizioni ideologiche e inconfessate collusioni di tipo mercantilistico.

BUSINESS MILIARDARIO DEGLI INTEGRATORI

Al fine di creare dei punti precisi di riferimento nella formulazione del nostro sistema alimentare chiamato dieta vegan-crudista tendenziale-sostenibile-personalizzata, sto per pubblicare tramite il mio blog una serie di schede orientative sulle vari sostanze alimentari di cui normalmente ci serviamo. Premessa importante è che noi della Scienza della Salute Naturale, o Natural Hygiene, quando parliamo di minerali ci riferiamo sempre e solo a minerali organicati, frutto del regno vegetale e della fotosintesi clorofilliana propiziata dalla energia solare e, quando parliamo di vitamine, ci riferiamo sempre e solo a vitamine naturali e non sintetiche. Questo perché è ampiamente dimostrato che le integrazioni mineral-vitaminiche-ormonali non solo non vengono assimilate se non in minima parte, ma causano pure una serie di impressionanti effetti avversi che produttori e venditori di tali prodotti nascondono e sottovalutano per ovvi motivi commerciali. Non viene mai detta una cosa fondamentale, e cioè che gli integratori non sono degli alimenti ma bensì farmaci stimolanti e dopanti a tutti gli effetti. Se fossero degli alimenti verrebbero accettati e graditi dall’organismo senza aritmie, senza sbalzi del pH, senza disturbi digestivi, senza dipendenze e costrizioni a farne uso a vita.

MACROALIMENTI, MICROALIMENTI ED OLIGOELEMENTI

I sali minerali nell’organismo umano rappresentano il 4% del peso corporeo. Sono eliminati costantemente tramite feci, urine, sudore e respiro, e vanno pertanto rimpiazzati giornalmente con l’assunzione di cibo e bevande. Vengono suddivisi in Macro-elementi, quando presenti con oltre 100 mg al giorno e oltre, Micro-elementi tra 1 e 100 mg al giorno, Oligo-elementi se la loro presenza è inferiore a 1 mg al giorno. I macro-elementi includono calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, cloro e zolfo. I micro-elementi includono ferro, rame, zinco, fluoro, iodio, selenio, cobalto, manganese, molibdeno. Gli oligo-elementi includono arsenico, bromo, boro, cromo, germanio, nichel, silicio, stagno, tungsteno, vanadio.

TROPPE COSE NON VANNO NELLE BEVANDE DI LARGO CONSUMO

Da rilevare che la cottura e le lavorazioni industriali, il confezionamento, la inevitabile devitalizzazione o pastorizzazione dei minerali è non solo fonte di perdite minerali, ma anche causa di ri-trasformazione del minerale organicato in minerale inorganico di partenza. Da rilevare che i minerali contenuti nelle acque come ioni e come residuo fisso sono minerali di tipo inorganico, negativi per la salute, a differenza di quanto affermano disinvolti gli spot televisivi. Pertanto le acque pesanti o ricche di minerali vanno evitate. Questo vale a maggior ragione per le acque mineralizzate artificialmente, come ad esempio la Bonaqua prodotta dalla Coca-Cola Co, distribuita in diverse confezioni di successo, rigorosamente in plastica leggera per le consumazioni in volo e per la distribuzione spesso gratuita e promozionale nelle grosse catene alberghiere. Come dire che la Bonaqua fa gioco di squadra e aiuta commercialmente la Cocacola e la Fanta, e viene a sua volta da esse aiutata.

SI FANNO ENORMI FORTUNE PERSINO CON L’ACQUA MINERALIZZATA

Non è per scagliarsi contro i massimi imbottigliatori mondiali, 110 e lode al business, all’intraprendenza e all’astuzia, ma tale acqua è un po’ il simbolo della genialità mercantilistica basata sul niente, di quella genialità che se ne frega totalmente dei fatti, della realtà, della ricerca scientifica, dei danni causati ai consumatori ben sapendo che con un massiccio investimento pubblicitario la massa ti crede, ti segue e ti obbedisce a occhi chiusi. Una vera e propria acqua formulata e inventata a tavolino, fabbricabile dovunque nel mondo partendo da qualsiasi acqua reperibile in loco. Qualcosa di incredibile! Un affare planetario. Da rilevare poi che, chi è dopato dalle cole al caffè e all’acido fosforico, dallo zucchero o dall’aspartame, e sente l’improvvisa voglia di dissetarsi, non va a una fonte di acqua fresca, e nemmeno a una acqua in bottiglia a basso residuo fisso, ma va sul sicuro dalla Regina Mondiale delle Bevande.

VITAMINE IDENTIFICATE DA CASIMIR FUNK NEL 1912

Il termine vitamina indica un certo numero di sostanze organiche indispensabili alla vita che devono essere assunte con gli alimenti perché l’organismo non è in grado di produrle. Le vitamine svolgono una funzione di attivazione degli enzimi ed esercitano un’attività antiossidante. Le vitamine rientrano nella categoria dei micronutrienti, in quanto si richiedono quantità minime in mIlligrammi o in microgrammi o milionesimi di grammo per soddisfare le necessità biologiche dell’organismo. Gli alimenti di origine vegetale rappresentano la risorsa vitaminica più rilevante per l’uomo. ”Vitamina = ammina della vita”: con questo nome lo scienziato polacco Casimir Funk identificò, nel 1912, un nuovo composto organico essenziale alla vita dell’uomo. Di lì a poco furono identificate nuove vitamine, fino ad arrivare alle 13 più conosciute e utilizzate.

VITAMINE IDROSOLUBILI, LIPOSOLUBILI, TERMOLABILI E TERMOSTABILI

Le vitamine si suddividono in idrosolubili (vitamina C o acido ascorbico, vitamine del gruppo B: Tiamina B1, Riboflavoina B2, Niacina B3 o PP, Acido Pantotenico B5, Piridossina B6, Biotina B8, e in liposolubili (vitamina K, vitamina A o retinolo, vitamina D o calciferolo, vitamina E o tocoferolo). Altra suddivisione riguarda gli effetti della cottura. Le vitamine “termostabili” sono quelle che non vengono degradate in maniera significativa quando sottoposte al calore, mentre, al contrario, la cottura determina la perdita di una frazione più o meno rilevante di quelle termolabili. Sono considerate termolabili le vitamine B1, B2, B5, B9, C, A e E. Termostabili sono tutte le altre, ma sempre entro certi limiti di temperatura, di tempo e modalità cottura.

MAGNESIO E CLOROFILLA SONO ALLA FINE LA STESSA COSA

Esposti questi dati come premessa, entriamo con concretezza nella materia igienistica-nutrizionale che ci compete. Il magnesio è componente fondamentale della clorofilla. Pertanto parlare di magnesio e parlare di clorofilla in termini di alimentazione umana è un po’ la stessa cosa. La clorofilla è un pigmento verde presente naturalmente nelle piante. Essa assorbe la luce solare e permette la fotosintesi. Questa sostanza ha una struttura simile alla emoglobina, per questo motivo è conosciuta anche come “sangue vegetale”. La sua presenza nell’organismo si è dimostrata estremamente importante, viste le sue numerose proprietà salutistiche. La clorofilla può essere portata ogni giorno in tavola, arricchendo i nostri piatti con ortaggi a foglia verde per prevenire le più comuni malattie.

EFFETTI ANTI-OSSIDANTI LENTI DELLA CLOROFILLA VERDE ED EFFETTI ANTI-OSSIDANTI VELOCI DEI FLAVONOIDI

La straordinaria efficacia della clorofilla sulla salute è stata confermata e messa in rilievo recentemente grazie a una collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Agro-Ambientali dell’Università di Pisa e il Laboratorio di Risonanza di Spin Elettronico del CNR di Pisa. È da notare che, per le piante, la funzione della clorofilla è esplicata in presenza di luce. La sua azione anti-ossidativa è lenta ma si protrae nel tempo, a complemento di quanto fanno gli antiossidanti più veloci di ortaggi e frutti colorati appartenenti alla categoria dei flavonoidi. È stato dimostrato che alla lunga i pigmenti verdi presentano un’attività antiossidante 45-70 volte maggiore rispetto a quelli colorati, come quelli che si trovano nel pomodoro e nelle preziose antocianine. L’aspetto positivo è che i pigmenti verdi sono presenti in natura in quantità e varietà rilevanti. Inizialmente si pensava fossero poco assorbibili dal tratto digerente, ma la loro esposizione prolungata risulta invece significativa, raggiungendo livelli simili a quelli dei carotenoidi.

RIDUZIONE DEL CANCRO AL COLON

Inizialmente il ruolo della clorofilla per la salute umana è stato associato alla sua capacità di ridurre il cancro al colon. Si è infatti notato che, laddove la popolazione faceva un grosso consumo di carne rossa, la riduzione dell’insorgenza della patologia tumorale poteva essere associata alla presenza di clorofilla, la quale esplica la sua azione afferrando l’atomo di ferro (per chelazione) e sostituendolo a quello del magnesio. Da ciò si può dedurre che una buona strategia di prevenzione (oltre a quella di diminuire drasticamente il consumo di carne per chi non ha ancora deciso di eliminarla del tutto), può essere quella di assumere una porzione abbondante di insalata verde prima del suo piatto non-innocente. Non abbia alcun timore. Già i vegetariani e i vegani fanno questo da secoli e con grossi risultati. Analizzando le diete popolari nelle diverse aree geografiche, si è riscontrato che la formazione del cancro è inversamente proporzionale alla percentuale di magnesio nel sale da cucina. Ovvio che non siamo per un consumo facile di sale, ma quel minimo di sale accettabile dovrebbe almeno essere grezzo e di qualità, e quindi non raffinato.

LE CARNI, ROSSE O BIANCHE CHE SIANO, NON FANNO MAI BUON SANGUE

Che tutte le carni rosse o bianche o di qualsiasi altro colore siano cibo fortemente deleterio e inadatto al corpo umano è ormai risaputo non solo negli ambienti vegetariani. Tuttavia, la credenza che la carne rossa faccia buon sangue è un pregiudizio duro da sfatare. Tale panzana subì già grosse smentite e batoste in passato, quando gli anemici gravi, dal viso spaventosamente biancastro, venivano accompagnati di persona nei macelli per assumere i fiotti di sangue caldo e fumante proveniente dai poveri animali sottoposti a massacro e in agonia. Tale orrenda pratica venne eliminata non certo per ripensamenti-riluttanze-rimorsidicoscienza improbabili da parte dei sicari da macello, ma perché, dopo effetti esilaranti ed anti-anemici iniziali, subentrava ben presto una depressione e una crisi di anemia ancora più drammatica, evidenziando gli effetti dopanti della sangue-terapia.

Al contrario, la clorofilla è immediatamente riconosciuta e assimilata nei suoi costituenti così ben sinergizzati da madre natura. Essa porta energia, vitalità, forza, calore e apporta tutti gli elementi di cui ha bisogno l’anemico. La clorofilla è quindi benefica in quanto aiuta i globuli rossi a trasportare il ferro verso gli organi. Essa ha il pregio di aumentare del 20% il consumo di ossigeno in tutte le cellule del corpo umano. È provato che la clorofilla impedisce gli effetti citotossici e iper-proliferativi dell’emoglobina. Le alghe per esempio sono un concentrato di minerali, contengono clorofilla e ferro e possono quindi essere un validissimo aiuto per la risoluzione dell’anemia. Anche l’ortica, pianta ingiustamente ignorata, oltre ad essere ottima in cucina, famosa per le sue virtù terapeutiche, è un eccellente anti-anemico.

FONTI VEGETALI DI MAGNESIO E DI CLOROFILLA

La clorofilla può essere facilmente estratta o assunta attraverso il consumo di foglie verdi di qualunque pianta commestibile, è consigliabile scegliere foglie di consistenza non coriacea come quelle comunemente consumate nelle insalate, privilegiando le verdure a foglia verde scura. La ritroviamo abbondante in numerosi altri vegetali come cereali integrali, riso, mais e pop-corn, piselli e fagioli, datteri, aneto, finocchio, fichi, mandorle, noci, nocciole, anacardi, pinoli, pistacchi, germogli, semi di zucca, semini vari, broccoli, cavoli, erbette, catalogna, spinaci, valeriana-dolcetta-soncino, cicoria e tarassaco. È tuttavia consigliabile consumare questi cibi allo stato crudo o poco cotti, in quanto il calore opera modifiche strutturali nella molecola della clorofilla con perdita delle sue proprietà salutistiche.

SPIRULINA, ALGHE VARIE E IODINA

La spirulina, con le numerose sostanze utili che contiene, è anche una fonte di clorofilla, insieme alle varie alghe come le Kelp e Pulse o laminarie, consumabili anche crude, e le alghe Akabe e Arame ottenuto da alghe blu-verdi. Queste inoltre sono ottime fonti di iodina, importante sostanza di cui vanno assunti almeno 150 mg al giorno. Altre fonti di iodina sono vegetali comuni come crescione, cime di rapa, cavoli, cavolini Bruxelles, cocomeri, meloni, cetrioli, spinaci, asparagi, okra, carciofi, melanzane, carote, patate, patate dolci, pomodori, e in frutti come mirtilli e fragole.

CLOROFILLA ANTI-FATICA, PREZIOSA PER TUTTI GLI SPORT

La clorofilla si rivela utile per gli sportivi poiché ne aumenta la resistenza alla fatica. Inoltre il magnesio contenuto nella sua molecola è un metallo importante perché calma la “fame nervosa”, migliora e rinvigorisce il sistema immunitario, è un magnifico anti-age. Per questo viene usata dagli sportivi perché favorisce lo sviluppo della “massa muscolare esente da grasso” a scapito della “massa che contiene il grasso”, col risultato quindi di un fisico più asciutto e definito.

Come afferma Michael Greger, i bioflavonoidi degli agrumi contrastano le accumulazioni di acido lattico da fatica. Assumendo poi mirtilli e frutti di bosco, ed anche ciliegie in stagione, si riducono significativamente le infiammazioni da sforzi eccessivi. Mangiare 300 grammi di cocomero o di melone prima di un’intensa attività fisica previene dolori muscolari e crampi.

CRESCIONE QUOTIDIANO E NON PILLOLE ANTIOSSIDANTI

È dimostrato che i maratoneti subiscono danni al Dna nel 10% delle loro cellule, danni che permangono per 2 settimane dopo la corsa. Il problema non riguarda soltanto l’atletismo estremo e le aspre competizioni delle varie specialità, ma anche le attività fisiche delle persone comuni e degli sportivi della domenica. Bastano già 5 minuti di pedalate intense per avere dei primi segnali di danno al Dna in una persona non allenata. Succede così che molta gente, atleti e non atleti, ama ricorrere a pillole antiossidanti, ovvero a 1000 mg o 1 grammo di vitamina C, col risultato paradossale di arrecare ancora più danno ai muscoli e di incrementare lo stress ossidativo anziché delimitarlo, quando invece basterebbe usare una dieta sana e ricca di anti-ossidanti naturali. Ad esempio, dopo due mesi di inserimento di una porzione giornaliera di crescione d’acqua, i test di diversi atleti sotto-sforzo e in stressante esercizio hanno dimostrato di non subire alcun danno al Dna, come segnalato dal Journal of Sport Sciences.

LE VERITÀ SULLE PROTEINE A LUNGO ANDARE VENGONO A GALLA

C’è stata una clamorosa sconfessione scientifica dei dati sulle quote proteiche imposte per decenni ai ministeri da parte della FDA-Food and Drug Administration. Con fatica e tensioni, le quote FDA che blateravano inizialmente di 250-300 grammi di proteine al giorno, con bistecche a colazione, pranzo, merenda e cena, sono state falcidiate arrivando ai 24 grammi al giorno odierni. Ma pare che le vecchie ed inveterate abitudini della gente, associate alla lentezza di comprendonio del nutrizionismo medico convenzionale, mantengano in auge i vecchi valori obsoleti, i vecchi concetti e la decrepita proteino-mania tipica del bacato ambiente medico-ospedaliero, tipico degli spot televisivi di sempre a deplorevole favore dei macelli, tipico delle stralunate esibizioni di Giorgio Calabrese a Rai Uno.

SACRALITÀ DELLA ALIMENTAZIONE

Man mano che si ampliano le nostre conoscenze, emerge con sempre maggiore chiarezza quello che si era intuito e percepito con Giordano Bruno e con le menti più nobili e sensibili del nostro passato. Appare ancora più evidente la stretta correlazione tra corpo, mente e anima in tutti i suoi dettagli. Scopriamo infatti come sostanze biochimiche, microrganismi, enzimi, ormoni e neurotrasmettitori si muovono tutti in magnifica sinergia, con logica e intelligenza, tutti dotati di scopi, motivazioni, progettualità. È facile dire alimentazione. Il cibo non è tutto ma, soprattutto se assunto con coscienza e consapevolezza, acquisisce una importanza straordinaria. Permette di creare dentro di noi un ambiente equilibrato, reattivo e funzionale, tale da permetterci il pieno uso delle dotazioni che la natura ci ha generosamente regalato. Pertanto, scelta deglinalimenti, masticazione e digestione non sono solo una necessità biologica di sopravvivenza ma qualcosa che va molto oltre. Fare la spesa per sé stessi e per la famiglia comporta grosse responsabilità.

IL FANTASTICO MONDO DEGLI ORMONI

Gli ormoni sono sostanze regolatrici e messaggeri chimici classificati come polipeptidi, amine, terpenoidi, steroidi, composti fenolici. Si tratta di molecole proteiche e molecole lipidiche. Sono ormoni ossitocina, cortisolo, testosterone, estrogeni e acido abscissico negli animali, citochine e gibberelline nelle piante. Gli ormoni appartengono al sistema endocrino. Grazie agli ormoni è possibile la crescita e lo sviluppo cellulare-tessutale, lo sviluppo sessuale, il metabolismo del cibo, la regolazione della temperatura corporea e dell’umore. Hanno tempi di azione che vanno da pochi minuti ad alcuni giorni. Rilasciati nel flusso sanguigno e linfatico, raggiunto il loro organo bersaglio e terminata la loro azione gli ormoni vengono consumati e distrutti, e non sono riutilizzabili.

NEUROTRASMETTITORI CHE VIAGGIANO ALLA VELOCITÀ DELLA LUCE

I neurotrasmettitori sono sostanze chimiche che dal terminale assonale, o dalla coda del Dna, trasmettono segnali nervosi-elettrici da un neurone a una cellula-bersaglio attraverso una sinapsi, una connessione funzionale. Appartengono al sistema nervoso e sono di pertinenza del solo mondo animale, non di quello vegetale. Possono essere eccitatori o inibitori. Coinvolgono il sistema emotivo in tempi di azione di pochi millisecondi. Includono:

  • Acetilcolina che agisce sulla giunzioni neuromuscolari,
  • Ammine biogeniche come le catecolamine (dopamina, epinefrina, norepinfrina),
  • Indoleamine (serotonina e istamina),
  • Aminoacidi come il glutammato (dagli effetti eccitatori nel cervello),
  • Acido gamma-aminobutirrico GABA (dagli effetti inibitori),
  • Neuropeptidi (endorfine e sostanze P, stringhe di aminoacidi che mediano i segnali di dolore e di piacere).

CARDIOPATIE E CANCRO NON COLPISCONO A CASO

La stessa medicina riconosce ormai i fatti e le testimonianze sempre più probanti, chiare e consistenti. Riconosce che vegetariani e vegani, in raffronto a chi si nutre di carne, vengono colpiti molto di meno da cancro, cardiopatie, diabete e osteoporosi. Riconosce che molti di meno vanno in sovrappeso, e che godono invece di molta più resistenza, vitalità e difesa immunitaria. Il più grande studio epidemiologico condotto tra le università di Pekino e Shanghai, quella di Oxford e la Cornell University americana, ha rilevato peraltro che coloro i quali si alimentano di diete onnivore, simili a quella adottata in massa dagli americani, hanno un tasso di morte da cardiopatia del 17% più alto. Le donne che fanno altrettanto scegliendo una dieta onnivora, hanno 5 volte più alta la percentuale di cancro al seno, rispetto a quelle che assumono il 5% o meno di proteine dal mondo animale.

ESECRABILE INDIFFERENZA VERSO UN INSOSTENIBILE E INSOPPORTABILE ASSASSINIO DI MASSA

Occorre anche contrastare aspramente la crudeltà e l’indifferenza verso il mondo degli animali, che sono le creature più colpite da ingiustizia e violenza, indubbiamente quelle più innocenti e più meritevoli di tutela. In teoria nessuno vuole che essi vengano maltrattati e che essi soffrano. Siamo un po’ tutti, nel profondo di noi stessi, legati a Pitagora, a Leonardo da Vinci e a Voltaire. Tutti pensiamo che “Verrà il giorno in cui l’uccisione di ogni singolo animale sarà considerata orrendo delitto”. Ma poi ci dimentichiamo regolarmente che, ogniqualvolta mangiamo della carne, del pesce e dei salumi, supportiamo, approviamo e sponsorizziamo macelli e macellai, cacciatori di lepri e di fagiani, distruttori di otarie, di delfini, di elefanti e di balene. Ben 8 miliardi di animali all’anno continuano ad essere brutalmente assassinati soltanto negli Stati Uniti, ed è una popolazione che equivale a tutti gli abitanti del pianeta. Ogni americano carnivoro fa da terminale e da tomba per 24 animali all’anno.

LE LEGGI SUPERIORI DI NATURA GUIDANO LA NOSTRA HEALTH SCIENCE

La scienza della salute o Health Science è chiamata Hygiene e riguarda ogni parte esterna e interna del corpo, ogni aspetto della vita individuale e sociale. La Health Science è una branca della Biologia e cerca di identificare i materiali, le sostanze e le condizioni di salute. Gli elementi dei quali si basa sono cibo, aria, acqua, luce, temperatura, attività fisica, riposo, ed equilibrio psicologico-mentale-spirituale. Esistono certe fondamentali verità su vita e salute che gli Igienisti chiamano Leggi Naturali. Mentre le leggi umane stabiliscono come le cose dovrebbero essere, le Leggi Naturali definiscono le cose come stanno. Per il corpo umano un veleno è un veleno, che tu ne prenda poco o tanto è sempre un veleno, che tu lo prenda oralmente, rettamente, sotto pelle o in qualsiasi altro modo, resta un veleno. Persino se lo prendi in emergenza resta un veleno.

PRIORITÀ VERSO IL SOBRIO E L’ESSENZIALE

Più che cercare sostanze estranee che stimolano e provocano il corpo, l’Hygiene supporta e favorisce le azioni del corpo fornendogli giudiziosamente le essenze della vita, rimuovendo nel contempo tutte le forme di interferenza, di surplus, di ostruzioni, di orpelli, di sovraccarichi inutili. Tutti gli standard dell’Igiene puntano alla Normalità Biologica e all’Equilibro. Il corpo lo richiede? Il corpo lo può usare? Ma anche lo spirito, la mente, la sensibilità e la coscienza lo possono accettare? E con quali conseguenze? Con quale effetti collaterali? Queste sono le vere domande da fare.

ESISTONO DEGLI AUTENTICI ELISIR DI SALUTE

Ogni organismo vivo, ogni creatura vivente genera la propria energia e agisce a proprio vantaggio nella auto-costruzione, auto-riparazione e auto-difesa. In altre parole la vitalità viene da dentro, prima ancora che da fuori. Una sostanza può essere benefica solo se il corpo la può utilizzare. Usabilità e assimilabilità sono la reale misura di valore in campo biologico. La salute è il risultato di quello che fai. Le scelte igieniste, come alimentarsi di cibi naturali-integrali-innocenti, mantenersi fisicamente e spiritualmente attivi, assicurarsi riposo e sonno, circondarsi di un ambiente pulito e sicuro, questi sono i veri ELISIR DI SALUTE. Le misure terapeutiche mediche e non mediche trattano i sintomi, ma raramente affrontano le cause dei problemi di salute. Troppe volte ci buttiamo precipitosamente sulle cure (we rush into treatment), ammonisce lo straordinario dr Ralph Cinque.

L’IGIENISMO NON HA PRODOTTI DA VENDERE E TI GARANTISCE LA LIBERTÀ DI ESSERE SANO

Per quale motivo uno dovrebbe prestare ascolto e fiducia alle parole di un ricercatore igienista, piuttosto che a quelle di un medico? Due ragioni principali:

A) L’Hygiene è basata su sicuri ed eterni criteri biologici, e non su tendenze prevalenti del momento, come le diete, le cure dimagranti, le varie mode, le soluzioni in voga. Oggi pare che serva una laurea in biochimica per decidere cosa mangiare, mentre noi optiamo per cose semplici e sicure, provate dall’esperienza e dal buon senso.

B) L’altra ragione per cui ti puoi fidare è che l’Igienista non ha nulla da venderti e che non ci sono prodotti speciali o rimedi esaltanti o scoperte sbalorditive nella pratica dell’Hygiene. Non c’è giorno che passi che la medicina viene fuori con nuove eccezionali scoperte e con grandi promesse, con super-farmaci e super-vaccini. A chi la vanno a raccontare questi inguaribili venditori seriali di fumo? Infatti noi schiviamo queste cose non solo perché falliscono e non mantengono mai le loro promesse, ma perché minacciano la nostra più alta qualità della vita che si chiama HEALTH FREEDOM, o libertà di salute. La Health Freedom significa essere sani per merito e per virtù delle tue stesse azioni, delle tue scelte, delle tue conoscenze e non di altro. Significa non dipendere da terzi, non dipendere da sostanze e da metodi imposti dall’esterno. Significa essere liberi da dipendenze terapeutiche e da imposizioni di qualsiasi genere.

HYGIENE STRADA MAESTRA VERSO LA SALUTE

Negli USA ci sono più medici che in qualunque altro stato nel mondo, eppure ci sono più malati cronici e malati sulle grucce in questo paese che in tutto il terzo mondo messo assieme. La salute è una responsabilità personale e un traguardo personale. Ognuno deve vivere il proprio percorso verso la salute. Non esistono altre strade. Esistono un milione di cosiddetti programmi di salute o formule di salute, ma l’Hygiene è l’unico vero biglietto verso la Health Freedom. Una dieta igienista ruota intorno a frutta fresca e a vegetali che senza alcun dubbio sono i migliori cibi che noi possiamo assumere. Non solo perché contengono in abbondanza vitamine e minerali e carboidrati, ma anche perché forniscono significative e complete quantità di proteine (al contrario di quanto la gente continua a credere). Una dieta igienista provvede poi tutta la fibra che il corpo richiede e quasi tutta l’acqua che il corpo richiede.

LE DIETE VEGETARIANE NON SOLO ALCALINIZZANO, MA OFFRONO PURE INCREDIBILI PRELIBATEZZE

I plant-based food sono bassi in calorie e in sodio, sono fortemente alcalinizzanti, per cui eliminano man mano gli acidi che si formano nel corpo (mediante cibo errato o in eccesso, mediante caffè e cole e zuccheri sbagliati, mediante tensioni e traumi, mediante sedentarietà o mediante attività fisica in eccesso). Frutta fresca e vegetali crudi, o cotti poco, rappresentano una classe di cibi che potete mangiare a occhi chiusi senza dovervi poi amaramente pentire e maledire. Li potete assumere tranquilli e beati per la contentezza di stomaco, cuore e di tutti gli altri organi. Pertanto A) Non dovete mai temere un pasto saziante di sola frutta, soprattutto al mattino o anche nel tardo pomeriggio, B) Non dovete mai temere di foraggiarvi con una abbondante insalata cruda a inizio dei due pasti principali chiamati pranzo e cena. Il resto della dieta di completamento può essere scelto tra una varietà di cibi naturali come patate, patate dolci, zucche, cereali integrali specie riso integrale, miglio, saraceno, avena e mais, noci-pinoli-mandorle-pistacchi, legumi come piselli-fagioli-fagiolini-lupini. C’è spazio pure per qualche prelibatezza tipo peperonate, gnocchi, patate al forno, polpette vegetali, creme vegetali, polenta arrostita, verdure saltate in padella, sempre minimizzando il calore e il tempo di cottura.

LE DIETE ONNIVORE ACIDIFICANO E PROVOCANO TUMOROSITÀ CORPORALE

Per tutti i cibi di origine animale, meno ne mangiamo e meglio stiamo. Una dieta vegana-fruttariana-crudista al 100% è il massimo, è la dieta ideale per eccellenza, ma non è facile da rispettare in modo rigoroso. Meglio dunque chiudere un occhio su qualche casuale trasgressione, senza farne una questione di vita o di morte. Ovvio che se uno decide di vivere in Siberia, nel Labrador o in Groenlandia, le cose cambiano. Su queste cose non esistono dubbi e incertezze. Non ci sono ragioni al mondo per ricorrere a cibi di provenienza animale. Alimentarsi di carne oltretutto crea dipendenza, acidifica e mette il corpo nella insidiosa condizione di cancer milieu o di tumorosità corporale. Il vegetarismo in sé produce temperanza e sobrietà. Una normale dieta di frutta, vegetali, noci e semi fornisce 800 mg di calcio organico al giorno, più che sufficienti per ognuno, essendo il fabbisogno intorno ai 400 mg. La gente crede di averne bisogno di più, ma questo accade per gli eccessi proteici oltre 24 grammi/giorno che acidificano, per i caffè-tè-cole-alcolici che acidificano apportando acido ossalico calcio-inibitore, e per le enormi quantità di zuccheri lavorati che sono ladri incalliti di calcio e di vitamine del gruppo B. D’altra parte il troppo calcio è deleterio poiché forma depositi ai giunti causando artrite, problemi alla vista, calcoli alla colecisti, arteriosclerosi, invecchiamento cutaneo, tendiniti, borsiti, otosclerosi, sordità, danni alle valvole cardiache.

DELETERIA MODA DEGLI OMEGA3 DA PESCE

La moda americana del pesce, del tonno in particolare, ha raggiunto livelli pazzeschi e prezzi altissimi. Questo è successo non appena è nata la favola degli acidi grassi del pesce che ridurrebbero la tendenza del sangue a formare coaguli e grumi e trombi. Da qui le fortune temporanee e illusorie della dieta a zona di Barry Sears. In realtà gli alti livelli di EPA o acido eicosapentaenoico, e gli alti livelli di Omega3 (acidi grassi del pesce), non sono fondamentalmente sostanze nutritive ma sostanze simil-farmaceutiche che interferiscono con i normali e fisiologici meccanismi di blood-clotting o coagulazione. Stesso discorso per il famigerato olio di pesce che ha, tra l’altro, clamorosamente e drammaticamente fallito nei riguardi di uno dei suoi più convinti sostenitori e produttori, il celebre e ricchissimo medico francese David Servan-Schreiber scomparso a 49 anni. Gli Omega3 del resto si trovano abbondanti nei pinoli, nelle mandorle, nei semini.

MASSICCIA SPINTA VERSO GLI INTEGRATORI

Tener presente che ogni vitamina, ogni minerale e ogni aminoacido o proteina sono ottenibili totalmente da una semplice dieta di cibi vegetali integrali freschi e non lavorati. Migliaia di libri, riviste, spot pubblicitari insegnano a moltiplicare le energie, a estendere la longevità con prodotti multi-vitaminici e integratori minerali. Nessuna persona al mondo ha mai ottenuto questi vantaggi, subendo invece tanta stimolazione e tanti danni. Le terapie mineral-vitaminiche-ormonali sono concepite per separarvi non dalle vostre malattie ma piuttosto dai vostri soldi. Non esiste al mondo un affare più redditizio di quello delle pillole mineral-vitaminiche-ormonali. Un prodotto a lunga scadenza, che non richiede refrigerazione, e che può essere venduto con ricarichi pazzeschi.

TUTTO DA PERDERE E NIENTE DA GUADAGNARE IN MODO STABILE E SICURO

Il corpo umano non è un apparato chimico con cui giocare e condurre esperimenti. Assaltarlo con vitamine, minerali e anti-ossidanti esotici è pericoloso. Non esistono se non nella pura fantasia prodotti che prolungano la vita. Ci vorrebbero insegnare che per neutralizzare i radicali liberi dovremmo assumere larghe dosi di vitamina C, vitamina E, selenio e altre cose simili. Ma noi siamo creature ossigeno-respiranti e non possiamo fare nulla per modificare tale condizione. Una terapia a base di anti-ossidanti sintetici è quanto di più assurdo e deleterio si possa fare. Non giocate con la vostra salute. Le mega-vitamine non funzionano assolutamente come vitamine. Tutto da perdere e niente da guadagnare. In particolare tanta energia per espellerle. L’effetto principale è quello di produrre una urina carissima ed esotica, oltre che causare extra-lavoro a fegato e reni, come non ne avessero già abbastanza. Saturare il vostro corpo di megavitamine significa compiere un attentato biochimico contro il vostro organismo.

LE PIANTE SI NUTRONO PRINCIPALMENTE DI RAGGI SOLARI

Anche puntare tutto sul bio a prezzi sostenuti è un allinearsi al business. In realtà tutto dovrebbe essere biologico, e siamo infatti decisamente contro l’uso di diserbanti, insetticidi, glifosati. Tuttavia, se un cibo è ragionevolmente fresco e gradevole di sapore e si presenta bello e consistente, puoi essere certo che contiene abbondanza di vitamine. Per raggiungere maturità ed acquisire tutte le caratteristiche di colore, tono, sapore e aroma una pianta deve fabbricarsi tutte le sostanze complementari alle sue vitamine. Stesso discorso sui minerali. Le piante hanno bisogno di calcio-fosforo-magnesio-potassio-ferro per poter crescere. Il più importante concetto in fatto di nutrizione è l’equilibrio, non la quantità.

LA SALUTE UMANA PARTE DAL COLON

La maggior parte delle malattie? Sono da costipazione, da intasamento e congestione di una o più parti del corpo, dall’intestino ai vasi sanguigni o al sistema linfatico, conseguenze di accumuli, incrostazioni e sacche di materiale di scarto, scorie, tossine, acidi cristallizzati, muco. La costipazione dell’intestino crasso-colon è causa primaria di malattie perché il sangue viene avvelenato da materiale fecale vecchio a volte di anni, incrostato nei diverticoli. Una persona con pancetta e ventre gonfio porta con sé feci ineliminate per 3-5 kg, una inutile e antiestetica zavorra che riduce pure la sua vitalità.

EFFETTO DELLA POMPA CAPILLARE

Esiste una imperativa necessità di assicurare all’organismo una efficiente espulsione delle sue scorie tossiche. Ci ammaliamo quando la vitalità diminuisce e gli organi rallentano la loro funzione, quando la mente non è più lucida, quando alla cattiva alimentazione si aggiunge l’interferenza farmacologica. Come fa a salire l’acqua verso le foglie di alberi alti 50 metri? Gli alberi non hanno una pompa. La circolazione verso l’alto avviene grazie all’effetto capillare, in senso opposto alla forza di gravità.

PROTEINOMANIA, ADIFICAZIONE E INSUFFICIENZA RENALE

Quando la tossicità del sangue sale oltre certi livelli, gli organi di pulizia come fegato e reni sono costretti a super-lavoro. Con la dieta onnivora si vive perennemente in questa situazione. Gli alimenti di origine animale si putrefanno e fermentano negli organi digestivi dove la temperatura è di 37°C. Il risultato è produzione di sangue impuro che indebolisce e intossica l’organismo. L’unico cibo in grado di essere digerito completamente senza sporcare le pareti intestinali è la frutta, abbinata a una rilevante quota di verdure crude e da una quota di vegetali cotti e di carboidrati naturali cotti a completamento-integrazione calorica, non-proteica. La puzza a modo suo è ammonitoria, serve in natura per tenerci lontano da certi alimenti.
In uno stato naturale, privo di sale, salse e mascheramenti vari, nessuno al mondo si sognerebbe mai di mangiarsi una salma in decomposizione. L’olfatto dunque è il senso che ci indirizza verso i giusti alimenti. L’iperdosaggio proteico nei cibi odierni continua ad essere la causa numero uno di una patologia terribile come l’insufficienza renale che porta alla dialisi.

UNA QUESTIONE DI POSTURA FISICA E SPIRITUALE

Vi ho già ricordato nella prima lezione del 20 settembre scorso (vedi tesina “Una Scuola Unica per Spirito Scientifico e per Lealtà”) le differenze critiche tra la Health Science Igienistica e le altre Scuole, incluso la Scuola Medica Convenzionale. Ma sarà bene ribadirlo come conclusione di questa seconda Lezione HSU, perché si tratta di un concetto-base che continua a sfuggire. La Natural Hygiene non è cura, non è sistema terapeutico, non è trattamento, non è approccio interventista, ma è uno STILE DI VITA. Il suo obiettivo primario è quello di creare le condizioni favorevoli a un ripristino della salute. Parliamo di un recupero della giusta POSTURA FISICA, MENTALE E SPIRITUALE. Tutto questo non è per niente un miraggio o un obiettivo utopistico e irraggiungibile. Tutto questo si ottiene agevolmente rimuovendo i fattori che interferiscono con la auto-guarigione.

LEGGI NATURALI IGNORATE DALLA MEDICINA

Il 99% dei medici, e il 99% della massa sviata dai medici e asservita ai medici, ignora totalmente le Leggi Naturali Universali (specie quelle relative alla auto-guarigione, quelle del corpo health oriented che non va mai contro se stesso), ignora pure la Legge della Paura per cui un paziente spaventato perde ogni controllo, ogni fiducia e ogni auto-stima, finendo per non guarire dalla più banale delle affezioni, e ignora ancora di più la Legge della Attrazione e della Risonanza, per cui come parli in continuazione di un pericolo imminente, e in particolare modo di malattia, di cancro, di virus e batteri non fai che attrarre disgrazie, patologie e pestilenze, come sta del resto accadendo in questi mesi. Serviranno decenni e forse secoli perché il genere umano ritrovi la strada maestra e si liberi da questa ubriacatura generale, da questa allucinazione nella quale è precipitato per l’opera criminale di un Regime Sanitario assolutistico, vorace, impunito, impenitente, dittatoriale e intoccabile.

GROTTESCO ARRETRAMENTO VERSO LA STREGONERIA

Esiste purtroppo una Congiura del Silenzio. Non servono lauree in medicina. L’educazione da decenni non educa ma corrompe e rincretinisce, crea pensiero unico e dogmatico, crea false premesse e false sicurezze da pseudo-scienza. Con una corretta e semplice educazione alla salute, tutto si appianerebbe. I flagelli umani del cancro e delle cardiopatie, maggiori killer mondiali, verrebbero sconfitti nel giro di un paio d’anni. Questo non succede perché non si vuole che succeda. C’è un piano preciso e inamovibile per mantenere la gente nell’ignoranza più nera e nella schiavitù dei camici bianchi. Non c’è da meravigliarsi che ci sia un grottesco ritorno all’antica stregoneria e ai tribunali dell’Inquisizione.

QUESTA, SIA BEN CHIARO, NON È UNA DICHIARAZIONE DI RESA

Siamo nell’anno del Signore 2020. Avremmo dovuto entrare nella mitica Era dell’Acquario e della Riscossa Umana, ma siamo carambolati e precipitati nella fossa dei Diavoli e dei Dannati. Siamo diventati più ignoranti, più superstiziosi, più perseguitati, più manovrabili e più remissivi che nell’era delle Streghe, più assurdi, irreligiosi e squinternati di allora. Al punto di credere che la nostra polvere cellulare e non invece la nostra stupidità infinita sia responsabile dei nostri mali, al punto di credere che dietro una precaria inferriata su bocca e naso si blocchino zanzare e moscerini, al punto di credere che stiamo vivendo non su un Paradiso Terrestre imperfetto e deformato per le nostre nefandezze e scelleratezze, e comunque pur sempre vivibile, in un pianeta-lazzaretto contagiato ed appestato in ogni suo angolo, in ogni suo respiro e in ogni sua creatura. Vediamo di non cedere, di non alzare bandiera bianca, ma di darci una forte scrollata.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
3 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
3
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x