MODALITÀ PER DEBELLARE UNA PESANTE SINDROME PREMESTRUALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CERCO SUGGERIMENTI SUL COME RISOLVERE LA MIA CRISI

Gent.mo Dr Vaccaro, le scrivo per avere aiuto in merito alla mia problematica, la sindrome premestruale (PMS) sulla quale ho trovato riferimenti nelle tesine, ma non una analisi esaustiva.
So che è molto impegnato, ma spero di cuore che possa darmi un suggerimento su come debellare questa malattia che mi sta distruggendo tutto ciò che amo.

DISTURBI RICORRENTI NEI 10 GIORNI PRECEDENTI IL CICLO

Le indico brevemente la mia storia. Ho 30 anni ed ho da sempre un ciclo mestruale di circa 33/34 giorni. Perdite contenute e mai dolori di alcun genere. Tuttavia, ho sempre sofferto di una serie di disturbi nella settimana o nei dieci giorni precedenti le mestruazioni. I disturbi sono questi:

  • Quasi totale mancanza di attenzione ed incapacità di concentrarsi, con lieve abbassamento della vista,
  • Tristezza ingiustificata, crisi di pianto e di rabbia per ragioni inutili e generale sensazione di fastidio in tutto il corpo, ma mai dolori,
  • Astenia e disturbi del sonno, con difficoltà ad addormentarmi o voglia di dormire troppo,
  • Fame incontrollata e desiderio di pane, pizza e biscotti.

INUTILI INTEGRATORI DA PARTE DI DUE MEDICI ITALIANI

Da 5 anni, tali disturbi non si limitano solo alla settimana precedente alle mestruazioni ma arrivano anche la settimana prima dell’ovulazione, seppur in forma leggermente attenuata. Ad oggi ho consultato due medici in Italia e uno in Inghilterra. I medici italiani che mi hanno entrambi prescritto degli integratori di magnesio. L’ultimo consultato mi ha prescritto un integratore di acido folico e inositolo. Nessuno dei due integratori ha dato risultati significativi.

STRATEGIA DELLA PILLOLA E STRATEGIA ALIMENTARE DA PARTE DEL MEDICO INGLESE, ANCHE QUI SENZA BENEFICI

Il medico inglese, invece, è stato il primo a dare un nome alla mia situazione, chiamandola Total PMS e mi ha offerto due strategie. Una veloce e dai risultati certi, ovvero prendere la pillola anticoncezionale, ed un’altra più lenta e dai risultati incerti, facendo dei cambi nell’alimentazione. Da onnivora, mi ha consigliato di eliminare tutti cereali raffinati e passare a quelli integrali, aumentare il consumo di frutta e verdura sia cotte che crude, e sostituire la carne col pesce. Bere molta acqua.
Ho apportato questi cambiamenti ma non ho notato grandi benefici. Continuo a stare male per metà del mese, male in modo invalidante, tanto da dover prendere giorni dal lavoro e dalle attività che amo.

DIETA TENDENZIALMENTE CRUDISTA E AGGRAVAMENTO DELLA CONDIZIONE

Spinta dalle splendide testimonianze trovate su questo blog, ho deciso da due mesi di passare ad una dieta tendenzialmente crudista (per ora al 70%, visto che continuo nei week end a mangiare la pizza o il pesce), ma paradossalmente questo ha ingigantito la mia condizione, tanto che lo scorso mese non sono riuscita ad alzarmi dal letto per una settimana, in preda alla tristezza ed al pianto. Una crisi così non l’avevo mai avuta. Come al solito, al primo giorno di ciclo si è tutto magicamente risolto. Le faccio presente che non ho mai avuto problemi di salute e non prendo antibiotici o medicine da circa dieci anni. Pur se onnivora, sono sempre stata in ottima salute.

NON VOGLIO PILLOLE E HO TIMORE DELLA DIETA CRUDISTA VISTI I RISULTATI DEL MESE SCORSO

Spero con tutto il cuore che possa leggere questa email e darmi un aiuto perché non voglio prendere la pillola anticoncezionale ed ho paura a continuare con la dieta crudista considerando quanto sono stata male lo scorso mese. Questa malattia sta distruggendo la mia vita e tutto ciò che amo.
Grazie per il suo aiuto.
Stella

*****

RISPOSTA

FISIOLOGIA DEL CICLO

Ciao Stella. Il mestruo, ossia la perdita di sangue, non è la vera alterazione ma una fastidiosa seppur intelligente risposta del corpo all’intossicazione dell’organismo. Le mestruazioni corrispondono al provvidenziale intervento immunitario che fa di tutto per ripulirsi dalle tossine accumulate durante il mese. Grazie a questo drastico intervento di pulizia interna, la donna può così mantenersi fertile e in salute e difendere la sopravvivenza della propria specie. Se non carichiamo di tossine l’organismo, non ci sarà più bisogno di una pulizia mensile attraverso perdite di sangue in eccesso, accompagnate da dolori, gonfiori e stanchezza.

IL MESTRUO TENDE A RIDURSI E A SCOMPARIRE QUANDO IL CORPO IMPARA A DETOSSIFICARE

Nel caso di una giovane attenta all’alimentazione e alla salute, tendente cioè ad alta percentuale di frutta e verdura e e a costante attività fisica, il mestruo tende a ridursi e persino a scomparire. Meglio ancora se al fattore alimentare si associa una coerente adesione al nostro pacchetto-salute, con camminate giornaliere, traspirazione, bagni frequenti soprattutto in zona vaginale, respirazione diaframmatica, esposizione solare. Bisogna fare attenzione a non confondere l’assenza di mestruo dovuta alla profonda pulizia interna del corpo con la perdita di ciclo per motivi patologici.

PUNTO CHIAVE È LA CRISI ELIMINATIVA

I rimedi dei medici, sia in Italia che in Inghilterra, si sono rivelati inutili ed inefficaci. La dieta crudista invece, tentata una prima volta il mese scorso ha esacerbato ed ingigantito le tue condizioni. Il problema è che non hai capito per niente come funziona il corpo e hai tratto le tue conclusioni in modo affrettato e sbagliato. Hai fatto il tipico errore di una moltitudine di persone che si avvicinano alla scienza igienistica ma che non vogliono capire una realtà fondamentale quale la crisi eliminativa, la crisi detossificante.

RAFFORZAMENTO DEI MECCANISMI IMMUNITARI E INCREMENTI RIPULITIVI

Ogni qualvolta uno migliora decisamente la sua depurazione mediante cibo vivo e vitale, vibrante e radiante sulla scala Simoneton, succede un apparente paradosso che si chiama crisi eliminativa, sempre utile e sempre benefica. Tutte le malattie sono in realtà in forte percentuale delle crisi eliminative. Ma in queste circostanze esse rappresentano una vera e propria accelerazione depurativa. Tutto questo succede grazie ai cambiamenti in atto, grazie ai quali abbiamo ridato forza e vigore ai meccanismi immunitari preposti in particolare alla disincrostazione ed alla espulsione delle scorie interne.

INNESCO DI UNA REAZIONE A CATENA

Perché mai succede tutto questo? Perché il miglioramento alimentare, ed anche quello comportamentale, innescano una reazione interiore a catena, ed inseriscono nell’organismo un vero e proprio cantiere con cartello Lavori in Corso, e con una squadra di operai che martellano, forano, demoliscono e portano fuori carriolate di detriti cellulari, di virus endogeni giornalieri, nonché di vecchi cristalli e di vecchi accumuli velenosi.

LE TOSSINE DORMIENTI VENGONO ORA DISARCIONATE E MOVIMENTATE

In altre parole le tossine accumulate che prima se ne stavano addormentate ma rappresentavano comunque una costante insidia, un costante flusso di materiale tossico in lenta decomposizione notturna, trovano ora pronta via espulsiva attraverso linfa e sangue in un percorso a ritroso, provocando una accentuazione e uno scarico concentrato di tossine. Occorre resistere a tutto questo con fiducia e con pazienza. Tu invece vai a cercare non si sa cosa, non si sa dove e non si sa perché.

IMPORTANTE È DIALOGARE COL PROPRIO CORPO

Vedi piuttosto di dialogare col tuo corpo e di capirne le funzioni, di impostare con lui un rapporto di chiarezza, di collaborazione, di armonia e non di conflittualità. Fatti qualche estratto in più di ananas, sedano e bietole rosse, oppure di carote, ananas e sedano, splendidi mix utili a contrastare la ritenzione idrica e la stasi venosa, utili a depurare il fegato e a potenziare le difese dell’organismo.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. Se mi permetti Stella, ti consiglio caldamente la lettura del libro del dott. Jentshura "La salute attraverso l'eliminazione delle scorie". La dieta consigliata è simile a quella che insegna Valdo, ma non è tanto per questo ti consiglio questo libro. La cosa più importante da apprendere è come l'organismo gestisce l'accumulo e l'allontanamento delle scorie, perché è la chiave di tutto. Vengono riportate numerose esperienze di naturopati e persone incaute che inconsapevolmente hanno procurato e si sono procurati danni limitando la loro attenzione al solo scioglimento delle scorie e non alla loro neutralizzazione. Tossine depositate rimesse in circolo, aggrediscono in virtù della loro natura acidificante cellule, tessuti e organi provocando ovviamente malesseri di varia entità. Diversi capitoli inoltre trattano della favorita condizione della donna rispetto all'uomo, resa possibile proprio dalla periodica depurazione tramite le mestruazioni. Questo è uno degli aspetti che porta le donne ad essere tendenzialmente più longeve rispetto agli uomini.