CARCINOMA AL PANCREAS E RIFIUTO DI ULTERIORI TRATTAMENTI CHEMIO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CARCINOMA NEUROENDOCRINO BEN DIFFERENZIATO E RICHIESTA DI ULTERIORE TRATTAMENTO CHEMIO

Egregio Valdo Vaccaro, ho una patologia al pancreas denominata G1-WHO2010 (carcinoma neuroendocrino ben differenziato). Dopo diverse operazioni e trattamenti chemio i medici vorrebbero sottopormi, per sicurezza e per riduzione focolai, ad un nuovo trattamento chemioterapico.
La cosa non mi è piaciuta e soprattutto sono arcistufo di vedermi iniettare sostanze radioattive chiaramente pericolose e cancerogene.

VOGLIA DI CAMBIARE PERCORSO

Pertanto, dopo contatti e colloqui con conoscenti e amici, sono intenzionato a seguire una dieta eventualmente inclusiva di digiuno rigoroso. Quindi sono a chiederLe di poter ricevere qualche sua Tesina al riguardo per un programma alimentare di due-tre mesi o anche di più. Dai suoi libri è possibile ottenere anche informazioni analoghe?

ATTUALMENTE NON PRENDO MEDICINE

Ho appena acquistato il manuale dell’alimentazione naturale e il dizionario di salute naturale. Vorrei chiederLe se sono sufficienti per preparare una dieta igienista. Peso 83 kg per H=1,90, con pressione arteriosa 80-130. Attualmente non prendo medicine. Ringrazio per l’attenzione e attendo sue notizie.
Cordiali Saluti.
Giovanni da Bolzano

*****

RISPOSTA

SOVRABBONDANZA DI PICCOLI DETTAGLI INSIGNIFICANTI

Ciao Giovanni. I carcinomi pancreatici G1vengono definiti dalla medicina come tumori a lenta crescita e solitamente poco aggressivi. Sono generalmente localizzati nel pancreas ma possono insorgere anche a livello del duodeno. La grande maggioranza è rappresentata dai carcinomi che originano dalle cellule dei dotti pancreatici. In tutta franchezza c’è una sovrabbondanza di dettagli riguardanti l’indifferenziato, lo scarsamente differenziato, il ben differenziato che non aiutano certo a fare chiarezza ma semmai a complicare la situazione. Più classificazioni si fanno e più cortina fumogena si crea.

TIUTTO L’INTERESSE DEI MEDICI RIMANE FOCALIZZATO INTORNO AL SINTOMO

Questo insistere della medicina sulle descrizioni, sui dettagli, sulle classificazioni del materiale tumorale ovvero del sintomo, senza mai sfiorare in alcun modo il fattore causante, non piace per niente alla scienza igienistica, che identifica nella tossiemia interna la causa madre di tutte le malattie, indipendentemente dalla loro localizzazione e dalle loro caratteristiche.

GUERRA CONTINUA A UN NEMICO IMMAGINARIO

La confraternita dei medici fa la guerra al male. Non cerca mai di vincere il male con il bene. Fa la guerra ad un nemico immaginario chiamato semplicisticamente malattia. Fa la guerra a un nemico immaginario di cui non conosce motivazioni e provenienza. La causa patogena ha per i medici un’esistenza indipendente dall’organismo. Si chiamerà spirito maligno, microbo patogeno, mostro virale. Questa causa deve essere annientata a colpi di mitraglia senza badare alle conseguenze per il paziente.

GUARIRE SIGNIFICA RIPRISTINARE LA NORMALITÀ FUNZIONALE

Quando si è praticato un modo di vivere tale da generare enervazione e tossiemia con profondo sconvolgimento del processo di nutrizione, e con compromissione del metabolismo cellulare, diventa difficile sopprimere la tossiemia e riportare l’energia nervosa al suo livello fisiologico e normale.
Nessun medicinale, qualunque esso sia, ha la capacità di porre rimedio ai danni funzionali e organici che sono la logica conseguenza di una vita costellata da errori. Trattare i sintomi ignorando la causa può solo portare a clamorosi insuccessi.

NESSUNA VOGLIA E NESSUNA CAPACITÀ DI EDUCARE LA MASSA A UN CORRETTO STILE DI VITA

Non è solo la medicina che sbaglia. Pure la massa continua a credere che esistano metodi per ristabilire la salute senza dover eliminare la causa. Il Movimento Igienista è il solo in grado di liberare l’umanità dal giogo millenario dei guaritori, di tutti i guaritori medici e non medici. Quello che continua a mancare è l’assenza di qualsiasi sforzo teso ad educare il pubblico ad un corretto stile di vita.

LA MEDICINA NON HA LA MINIMA IDEA SUL COME PREVENIRE E SUL COME RISOLVERE IL PROBLEMA TUMORALE

Esiste la cospirazione del silenzio, dell’ignoranza, e della spinta a pensar male, a comportarsi male, a mangiar male, a digerire male. La cosiddetta Sanità, per paradossale che sia, non ha la minima idea di come prevenire il cancro e di come risolverlo, e nemmeno il desiderio e la motivazione per fare tutto questo. La vita e le fortune dei medici dipendono dopotutto dalla malattia e non dalla salute. Questa è la sola giustificazione possibile al permanere di cure chemioterapiche e radioterapiche.

LIBRI E TESINE VANNO LETTI IN CONCOMITANZA

Ma veniamo alle domande postemi. I miei libri dovrebbero offrire giù un valido orientamento. Ma pure spulciando tra le 6000 tesine del blog troverai quanto cerchi. Basterà inserire come motore di ricerca le parole tumore, cancro, tumore al pancreas, chemio, dieta, e otterrai i titoli che più ti interessano.

RICORDARSI SEMPRE CHE ABBIAMO UN CORPO AUTOGUARENTE E MERITEVOLE DI FIDUCIA

Il messaggio essenziale che mi sento di darti è di ricordarti innanzitutto che hai un corpo autoguarente e che occorre semplicemente metterlo in condizione di funzionare. Autoguarente significa che possiede al suo interno gli strumenti per autodepurarsi e per farti uscire dal tunnel. Fondamentale è pensare in positivo, respirare profondo e non corto, vivere in armonia, serenità e fiducia, debellare ogni paura ed ogni inquietudine. Il fatto che non stai prendendo farmaci è di grande rilievo e dovrebbe facilitare il compito dei tuoi mezzi di riequilibrio.

QUANDO LA SORTE FOSSE DAVVERO SEGNATA NULLA AL MONDO CI PUÒ SALVARE

Nella peggiore delle ipotesi, quella per la quale uno potrebbe aver compromesso tutte le sue carte autoguaritive per cui il sistema immunitario si rifiutasse davvero di riportarlo a galla, non ci sarebbero comunque soluzioni di alcun tipo a una eventualità del genere. Eventualità alla quale non credo mai ma che cito soltanto per rispettare un quadro obiettivo e globale. Andare contro il verdetto interno della propria immunocompetenza porterebbe comunque solo ad accanimenti terapeutici fonti di inutili ed atroci sofferenze.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x